inc

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Ministeriale 14/01/ 2008

Ministero delle Infrastrutture - Approvazione delle nuove norme tecniche per le costruzioni (NTC 2008)

News Correlate

24/11/2011
Modificate le NTC, ok all’uso dell’acciaio B450A

In vigore dal prossimo 9 dicembre il DM contenente le nuove disposizioni

Decreto Ministeriale 15/11/2011

(Gazzetta ufficiale 19/11/2011 n. 270)

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Modifica delle norme tecniche per le costruzioni in materia di utilizzo degli acciai B450A

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI

di concerto con

IL MINISTRO DELL'INTERNO

e

IL CAPO DEL DIPARTIMENTO
DELLA PROTEZIONE CIVILE

Vista la legge 5 novembre 1971, n. 1086, recante norme per la
disciplina delle opere in conglomerato cementizio armato, normale e
precompresso e da struttura metallica;
Vista la legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante provvedimenti per le
costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche;
Vista la legge 21 giugno 1986, n. 317, recante «Procedura di
informazione nel settore delle norme e regolamentazioni tecniche
delle regole relative ai servizi della societa' dell'informazione in
attuazione della direttiva 98/34/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 22 giugno 1998, modificata dalla direttiva 98/48/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio del 20 luglio 1998»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 aprile 1993, n.
246, recante «Regolamento di attuazione della direttiva 89/106/CEE
relativa ai prodotti da costruzione»;
Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, recante
conferimento di funzioni e compiti amministrativi allo Stato, alle
regioni e agli enti locali in attuazione del capo I della legge 15
marzo 1997, n. 59;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.
380, testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in
materia edilizia;
Visto il decreto-legge 28 maggio 2004, n. 136, convertito, con
modificazioni, dalla legge 17 luglio 2004, n. 186 e, in particolare,
l'art. 5, comma 1, che prevede la redazione, da parte del Consiglio
superiore dei lavori pubblici, di concerto con il Dipartimento della
protezione civile, di normative tecniche, anche per la verifica
sismica ed idraulica, relative alle costruzioni, nonche' per la
progettazione, la costruzione e l'adeguamento, anche sismico ed
idraulico, delle dighe di ritenuta, dei ponti e delle opere di
fondazione e sostegno dei terreni, per assicurare uniformi livelli di
sicurezza;
Visto l'art. 14-undevicies del decreto-legge 30 giugno 2005, n.
115, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 agosto 2005, n.
168, che inserisce il comma 2-bis all'art. 5 del citato decreto-legge
28 maggio 2004, n. 136, convertito, con modificazioni, dalla legge 27
luglio 2004, n. 186, il quale prevede che «al fine di avviare una
fase sperimentale di applicazione delle norme tecniche di cui al
comma 1, e' consentita, per un periodo di diciotto mesi dalla data di
entrata in vigore delle stesse, la possibilita' di applicazione, in
alternativa, della normativa precedente sulla medesima materia, di
cui alla legge 5 novembre 1971, n. 1086, e alla legge 2 febbraio
1974, n. 64, e relative norme di attuazione, fatto salvo, comunque,
quanto previsto dall'applicazione del regolamento di cui al decreto
del Presidente della Repubblica 21 aprile 1993, n. 246»;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture, di concerto con
il Ministro dell'interno e del Capo del dipartimento della protezione
civile, 14 gennaio 2008, con il quale e' stato disposta la
«Approvazione delle nuove norme tecniche per le costruzioni»;
Considerato che nel corso del regime transitorio di applicazione
sperimentale di dette norme, tra le problematiche poste
all'attenzione delle commissioni di monitoraggio succedutesi, a causa
del delicato intreccio tecnico e scientifico, e' emersa con evidenza
la problematica delle limitazioni di impiego degli acciai con classe
di duttilita' A;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio superiore dei lavori
pubblici n. 4601 del 18 maggio 2011, con il quale e' stata
costituita, ai sensi dell'art. 52 e dell'art. 60 del decreto del
Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, una commissione
per la proposizione delle opportune modifiche ed aggiornamenti delle
norme tecniche alle quali si uniformano le costruzioni;
Considerato che la predetta commissione, ha concordato pienamente
con le conclusioni cui e' pervenuto un gruppo di lavoro,
appositamente costituito ed incardinato nella 1ª Sezione, competente
per materia, del Consiglio superiore dei lavori pubblici circa la
possibilita' di consentire un ampliamento dell'utilizzo dell'acciaio
di tipo B450A, sia pur con alcune precise limitazioni;
Considerata la necessita', nelle more della conclusione dei lavori
di revisione ed aggiornamento complessivo delle norme tecniche per le
costruzioni, di procedere ad una modifica del punto 7.4.2.2 delle
vigenti norme tecniche per le costruzioni, approvate con il decreto
del Ministro delle infrastrutture, di concerto con il Ministro
dell'interno e del Capo del dipartimento della protezione civile, 14
gennaio 2008;
Vista la nota del 3 agosto 2011, n. 7428, con la quale il
Presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici ha trasmesso
all'Ufficio legislativo del Ministero delle infrastrutture il nuovo
testo del suddetto punto 7.4.2.2 delle norme tecniche per le
costruzioni, licenziato nella riunione del 21 luglio 2011 dalla
commissione per la proposizione delle opportune modifiche ed
aggiornamenti delle norme tecniche alle quali si uniformano le
costruzioni;
Visto l'art. 52 del citato decreto del Presidente della Repubblica
6 giugno 2001, n. 380, che dispone che in tutti i comuni della
Repubblica le costruzioni sia pubbliche sia private debbono essere
realizzate in osservanza delle norme tecniche riguardanti i vari
elementi costruttivi fissate con decreti del Ministro per le
infrastrutture, di concerto con il Ministro dell'interno qualora le
norme tecniche riguardino costruzioni in zone sismiche;
Visti gli articoli 54 e 93 del citato decreto legislativo 31 marzo
1998, n. 112 e l'art. 83 del decreto del Presidente della Repubblica
6 giugno 2001, n. 380, i quali prevedono che l'esercizio di alcune
funzioni mantenute allo Stato, quali la predisposizione della
normativa tecnica nazionale per le opere in cemento armato e in
acciaio e le costruzioni in zone sismiche, nonche' i criteri generali
per l'individuazione delle zone sismiche, sia realizzato di intesa
con la Conferenza unificata, tramite decreti del Ministro d [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
HP DesignJet
inc
Radiatori e termoarredi_Marketplace
inc

NEWS NORMATIVA

Cappotto termico, come deliberare i lavori in condominio

22/01 - Cappotto termico, come deliberare i lavori in condominio

Studio di fattibilità per valutare l’impatto delle opere e decisioni del consiglio ristretto dei condòmini convalidate dall’assemblea

21/01 - Superbonus 110%, vale per gli immobili non residenziali?

Dal Governo nuove Faq nel sito ufficiale dedicato alla detrazione fiscale


Fonoisolanti e fonoassorbenti per il benessere acustico_Marketplace
inc
Poliespanso
inc

inc