Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Legge dello Stato 24/12/ 2007 n. 247

Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività per favorire l'equità e la crescita sostenibili, nonchè ulteriori norme in materia di lavoro e previdenza sociale

Legge dello Stato 08/08/ 1995 n. 341

Conversione in legge del D.L. 23-6-1995, n. 244 concernente misure dirette ad accelerare il completamento degli interventi pubblici e realizzazione nuovi interventi nelle aree depresse, nonchè disposizioni in materia di lavoro e occupazione.

Decreto Ministeriale 30/10/2012

(Gazzetta ufficiale 03/01/2013 n. 2)

Ministero del lavoro e delle politiche sociali - Modalita' di contribuzione nel settore edilizia. Misura dell'11,50 per cento della riduzione contributiva prevista dall'articolo 29, comma 5 della legge n. 341 del 1995, come sostituito dall'articolo 1, comma 51 della legge n. 247 del 2007

IL DIRETTORE GENERALE PER LE POLITICHE PREVIDENZIALI ED ASSICURATIVE
del Ministero del lavoro e delle politiche sociali


di concerto con


IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO
del Ministero dell'economia e delle finanze

Visto l'art. 29, comma 1, del decreto-legge 23 giugno 1995, n. 244,
convertito, con modificazioni, dalla legge 8 agosto 1995, n. 341, che
prevede che i datori di lavoro esercenti attivita' edile sono tenuti
al versamento della contribuzione previdenziale ed assistenziale
sull'imponibile determinato dalle ore previste dai contratti
collettivi nazionali, con esclusione delle assenze indicate dallo
stesso comma 1;
Visto il successivo comma 2 che stabilisce che sull'ammontare di
dette contribuzioni, diverse da quelle di pertinenza del Fondo
pensioni lavoratori dipendenti, dovute all'Istituto nazionale della
previdenza sociale ed all'Istituto nazionale per l'assicurazione
contro gli infortuni sul lavoro per gli operai con orario di lavoro
di 40 ore settimanali, si applica fino al 31 dicembre 1996 una
riduzione del 9,50 per cento;
Visto il comma 5 della menzionata legge n. 341 del 1995, come
sostituito dall'art. 1, comma 51, della legge 24 dicembre 2007, n.
247, secondo cui entro il 31 maggio di ciascun anno il Governo
procede a verificare gli effetti determinati dalle disposizioni di
cui al comma 1, al fine di valutare la possibilita' che, con decreto
del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con
il Ministero dell'economia e delle finanze, da adottarsi entro il 31
luglio dello stesso anno, sia confermata o rideterminata per l'anno
di riferimento la riduzione contributiva di cui al citato comma 2;
Visto il decreto ministeriale 13 settembre 2011, con il quale, per
l'anno 2011, la riduzione di cui al citato comma 2 e' stata fissata
all'11,50 per cento;
Tenuto conto che le rilevazioni elaborate dagli Enti interessati
sull'andamento delle contribuzioni nel settore edile nel periodo di
applicazione delle disposizioni di cui al citato art. 29 della legge
n. 341 del 1995 evidenziano che l'ammontare del gettito contributivo
sostanzialmente compensa la riduzione contributiva nella misura
dell'11,50 per cento, fissata con il citato decreto ministeriale 13
settembre 2011;
Ritenuto pertanto, sulla scorta delle predette rilevazioni, di
confermare, per l'anno 2012, la riduzione di cui al citato comma 2
dell'art. 29 della legge n. 341 del 1995 nella misura dell'11,50 per
cento;
Visto l'art. 1, comma 2, lettera a) della legge 13 novembre 2009,
n. 172;

Decreta:

La riduzi [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
lgbusiness
Plinti per pali da illuminazione

NEWS NORMATIVA

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea

19/9 - Ricostruzione con sagoma diversa, è una nuova costruzione?

La Cassazione spiega il concetto di sagoma di ingombro e l’importanza del rispetto delle distanze tra edifici


Drain Beton
Keraflex