Carrello 0

Scheda Normativa

News Correlate

12/12/2012
Imu, guida last minute all’ultima rata

Scade lunedì 17 il termine per il pagamento del saldo, importi diversi in base alle scelte dei Comuni

29/11/2012
Imu, dal primo dicembre via al bollettino postale

Pagamento allo sportello o attraverso il servizio telematico in alternativa al modello F24 finora utilizzato

Decreto Ministeriale 23/11/2012

(Gazzetta ufficiale 30/11/2012 n. 280)

Ministero dell’Economia e delle Finanze – Approvazione del modello di bollettino postale per il pagamento dell’Imu dal primo dicembre 2012

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visti gli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n.
23, che disciplinano l'imposta municipale propria;
Visto l'art. 13 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201,
convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, che dispone
l'anticipazione sperimentale dell'imposta municipale propria;
Visto l'art. 9, comma 6, del citato decreto legislativo n. 23 del
2011, il quale prevede che sono approvati con decreto del Ministro
dell'economia e delle finanze i modelli per il versamento, nonche' di
trasmissione dei dati di riscossione dell'imposta municipale propria
e l'art. 13, comma 12, del citato decreto legge n. 201 del 2011, in
base al quale il versamento dell'imposta municipale propria puo'
essere effettuato, a decorrere dal 1° dicembre 2012, tramite apposito
bollettino postale, al quale si applicano le disposizioni di cui
all'art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, in quanto
compatibili;
Visto l'art. 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472,
che in materia di ravvedimento stabilisce che il pagamento delle
sanzioni deve essere eseguito contestualmente alla regolarizzazione
del pagamento del tributo o della differenza, quando dovuti, nonche'
al pagamento degli interessi moratori calcolati al tasso legale con
maturazione giorno per giorno;
Visto il Regolamento recante norme sui servizi di BancoPosta
approvato con decreto del Presidente della Repubblica 14 marzo 2001,
n. 144;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante le
norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche;
Sentita l'Associazione nazionale dei comuni italiani;

Decreta:

Art. 1

Approvazione del modello di bollettino
di conto corrente postale

1. E' approvato il modello di bollettino di conto corrente postale,
allegato al presente decreto, predisposto secondo le caratteristiche
tecniche rese note sulla Gazzetta Ufficiale - Foglio Inserzioni - n.
115 del 19 maggio 2001 e successive modificazioni, che puo' essere
utilizzato, a decorrere dal l° dicembre 2012, per il versamento
dell'imposta municipale propria.
2. I caratteri riferiti alle diciture non significative - quali:
"sul c/c n. "; "di Euro"; "intestato a"- e le caselle che compongono
la griglia del modello di bollettino di conto corrente postale,
debbono essere di colore grigio chiaro laserizzato al 20%, sia nella
parte anteriore che in quella posteriore, ad eccezione delle virgole
poste nei campi contenenti i decimali, del simbolo Euro e di tutti i
campi significativi - quali: "numero di conto corrente postale";
"importo"; "TD"; "intestazione" - stampati sia nel corpo del
bollettino che nella zona di lettura ottica, che debbono essere
rigorosamente di colore nero.
3. Il contribuente puo' effettuare il versamento dell'imposta
tramite servizio telematico gestito da Poste Italiane S.p.A.; in tal
caso, riceve la conferma dell'avvenuta operazione con le modalita'
previste per il Servizio di collegamento telematico. Unitamente alla
conferma di avvenuta operazione, il contribuente riceve l'immagine
virtuale del bollettino conforme al modello di cui al comma 1 ovvero
una comunicazione in formato testo contenente tutti i dati
identificativi del bollettino e del bollo virtuale di accettazione.
L'immagine virtuale del bollettino o la comunicazione in formato
testo costituisce la prova del pagamento e del giorno in cui esso e'
stato eseguito.



Art. 2

Numero e intestazione del conto corrente postale

1. Il modello di bollettino di conto corrente postale riporta
obbligatoriamente il seguente numero di conto corrente: 1008857615,
valido indistintamente per tutti i comuni del territorio nazionale.
Su tale conto corrente non e' ammessa l'effettuazione di versamenti
tramite bonifico.
2. Il conto corrente postale per il versamento dell'imposta
municipale propria e' obbligatoriamente intestato a "PAGAMENTO IMU".



Art. 3

Riversamento delle somme riscosse
e trasmissione dei dati di versamento

1. La societa' Poste Italiane S.p.A. riversa sulla contabilita'
speciale n. 1777 "Agenzia delle Entrate - Fondi della riscossione",
aperta presso la Banca d'Italia, le somme incassate tramite i
bollettini di cui al presente decreto e trasmette alla Struttura di
Gestione, di cui all'art. 22, comma 3, del decreto legislativo 9
luglio 1997, n. 241, i corrispondenti dati analitici indicati nei
bollettini medesimi, con la tempistica e le modalita' tecniche
previste, per i versamenti unitari, dal citato decreto legislativo n.
241 del 1997 e dai relativi provvedimenti attuativi.
2. I dati trasmessi, secondo quanto previsto dal comma 1, devono
comprendere il codice fiscale del soggetto che ha eseguito il
versamento, il codice catastale [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
D2C
Sismicad 12

NEWS NORMATIVA

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea

19/9 - Ricostruzione con sagoma diversa, è una nuova costruzione?

La Cassazione spiega il concetto di sagoma di ingombro e l’importanza del rispetto delle distanze tra edifici


Profilpas
Ursa