Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Ministeriale 14/01/ 2008

Ministero delle Infrastrutture - Approvazione delle nuove norme tecniche per le costruzioni (NTC 2008)

News Correlate

02/04/2013
Pubblicati i parametri tecnici per applicare gli Eurocodici e le NTC

Un importante riferimento per l’attuazione delle Norme Tecniche per le Costruzioni

Decreto Ministeriale 31/07/2012

(Gazzetta ufficiale 27/03/2013 n. 73)

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Approvazione delle Appendici nazionali recanti i parametri tecnici per l'applicazione degli Eurocodici

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI


di concerto con


IL MINISTRO DELL'INTERNO


e con


IL CAPO DEL DIPARTIMENTO
DELLA PROTEZIONE CIVILE

Vista la legge 5 novembre 1971, n. 1086, recante: «Norme per la
disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e
precompresso ed a struttura metallica»;
Vista la legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante: «Provvedimenti per
le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche»;
Vista la legge 21 giugno 1986, n. 317 recante: «Procedura
d'informazione nel settore delle norme e regolamentazioni tecniche e
delle regole relative ai servizi della societa' dell'informazione in
attuazione della direttiva 98/34/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 22 giugno 1998, modificata dalla direttiva 98/48/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio del 20 luglio 1998»;
Visti gli articoli 54 e 93 del decreto legislativo 31 marzo 1998,
n. 112, recante: «Conferimento di funzioni e compiti amministrativi
dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo
I della legge 15 marzo 1997, n. 59»;
Visto il Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari
in materia edilizia, di cui al decreto del Presidente della
Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, ed in particolare gli articoli 52,
60 e 83;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture, di concerto con
il Ministro dell'interno e con il Capo Dipartimento della protezione
civile in data 14 gennaio 2008 recante: «Approvazione delle nuove
norme tecniche per le costruzioni», pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana 4 febbraio 2008, n. 29, S.O. n.
30, come modificato dal decreto del Ministro delle infrastrutture e
dei trasporti, di concerto con il Ministro dell'interno e con il Capo
del Dipartimento della protezione civile in data 15 novembre 2011,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana 19
novembre 2011, n. 270;
Vista la circolare 2 febbraio 2009, n. 617 C.S. LL.PP., recante:
«Istruzioni per l'applicazione delle «Nuove norme tecniche per le
costruzioni» di cui al decreto ministeriale 14 gennaio 2008»,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana 26
febbraio 2009, n. 47, S.O. n. 27;
Vista la direttiva 21 dicembre 1988, n. 89/106/CEE del Consiglio,
relativa al ravvicinamento delle disposizioni legislative,
regolamentari e amministrative degli Stati membri concernenti i
prodotti da costruzione;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 aprile 1993, n.
246, recante: «Regolamento di attuazione della direttiva 89/106/CEE
relativa ai prodotti da costruzione»;
Visto il regolamento (CE) 9 marzo 2011, n. 305/2011 del Parlamento
europeo e del Consiglio che fissa condizioni armonizzate per la
commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la
direttiva 89/106/CEE del Consiglio;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n.
151, recante: «Regolamento recante semplificazione della disciplina
dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi, a norma
dell'art. 49, comma 4-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n.
78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n.
122»;
Visto il decreto del Ministro dell'interno 9 marzo 2007, recante:
«Prestazioni di resistenza al fuoco delle costruzioni nelle attivita'
soggette al controllo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco»,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana 29
marzo 2007, n. 74, S.O. n. 87;
Visto il decreto del Ministro dell'interno 9 maggio 2007, recante:
«Direttive per l'attuazione dell'approccio ingegneristico alla
sicurezza antincendio», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana 22 maggio 2007, n. 117;
Considerato che le nuove norme tecniche per le costruzioni,
approvate con il citato decreto ministeriale del 14 gennaio 2008, al
Capitolo 1 «Oggetto», terzo capoverso, circa le indicazioni
applicative per l'ottenimento delle prescritte prestazioni,
stabiliscono che per quanto non espressamente specificato dalle
stesse nuove norme tecniche per le costruzioni, ci si puo' riferire a
normative di comprovata validita' e ad altri documenti tecnici
elencati nel Cap. 12 e che, in particolare, quelle fornite dagli
Eurocodici con le relative Appendici Nazionali costituiscono
indicazioni di comprovata validita' e forniscono il sistematico
supporto applicativo delle medesime norme;
Considerato che il Capitolo 12 »Riferimenti Tecnici» delle nuove
norme tecniche per le costruzioni, approvate con il citato decreto
ministeriale del 14 gennaio 2008, al primo capoverso, stabilisce che
per quanto non diversamente specificato nelle stesse nuove norme
tecniche per le costruzioni si intendono coerenti con i principi alla
base delle stesse, le indicazioni riportate negli Eurocodici
strutturali pubblicati dal CEN, con le precisazioni riportate nelle
Appendici Nazionali o, in mancanza di esse, nella forma
internazionale EN;
Considerato che la citata circolare 2 febbraio 2009, n. 617 C.S.
LL.PP., conferma, relativamente al Capitolo 12 delle nuove norme
tecniche per le costruzioni, approvate con il citato decreto
ministeriale del 14 gennaio 2008, che gli Eurocodici Strutturali
pubblicati dal CEN costituiscono un importante riferimento per
l'applicazione delle nuove norme tecniche;
Considerato che per l'uso degli Eurocodici Strutturali e' quindi
necessario siano definiti in Appendici Tecniche i Parametri nazionali
che definiscono i livelli di sicurezza delle opere di competenza
degli Stati membri;
Considerato, pertanto, che gli Eurocodici, con le relative
Appendici Nazionali, forniscono il sistematico supporto applicativo
delle nuove norme tecniche per le costruzioni, approvate con il
citato decreto ministeriale del 14 gennaio 2008, qualora
espressamente richiamati ovvero per aspetti tecnici non espressamente
o completamente trattati nelle stesse, nel rispetto dei principi e
dei livelli di sicurezza delle medesime nuove norme tecniche per le
costruzioni;
Vista la raccomandazione della Commissione europea dell'11 dicembre
2003 relativa all'applicazione e all'uso degli Eurocodici per lavori
di costruzione e prodotti strutturali da costruzione, notificata con
il numero C(2003)4639, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
dell'Unione europea 19 dicembre 2003, n. L 332, ed in particolare il
punto 2, ai sensi del quale gli Stati membri dovrebbero fissare i
parametri da utilizzare sul loro territorio quali «parametri
specificati a livello nazionale»;
Considerato che si e' ritenuto di stabilire, ai sensi del punto 2
della citata raccomandazione dell'11 dicembre 2003, le Appendici
Nazionali che indicano detti «parametri specificati a livello
naz [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
FacTus
Nurith

NEWS NORMATIVA

21/9 - Antisismica, no alle semplificazioni per le piccole opere

La Cassazione boccia le norme regionali che consentono di non valutare l’opera nel suo complesso

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea


HPU Hybrid
Yokis