Asphaltall
Carrello 0

Scheda Normativa

Decreto Ministeriale 16/01/2012

(Gazzetta ufficiale 16/11/2012 n. 268)

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Proroga al 31 dicembre 2014 del termine di durata dei programmi di riqualificazione urbana nonche' di quello stabilito per il mantenimento della contabilita' speciale delle singole amministrazioni

IL MINISTRO
DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Vista la legge n. 179 del 17 febbraio 1992, art. 2, comma 2 e
successive modifiche con la quale e' stata destinata la somma di
288.000.000.000 per la realizzazione di programmi di riqualificazione
urbana (P.Ri.U.) individuati con accordi di programma proposti da
Ministero dei lavori pubblici, d'intesa con la Conferenza permanente
per i rapporti fra lo Stato e le Regioni;
Visto il decreto ministeriale 21 dicembre 1994, con il quale e
stato emanato il bando relativo ai programmi di riqualificazione
urbana, successivamente modificato e integrato dai decreti
ministeriali 4 febbraio 1995, 20 giugno 1995, 29 novembre 1995 e 30
ottobre 1997;
Vista la legge 23 dicembre 1996, n. 662 con la quale le maggiori
entrate dei fondi di cui alla legge 14 febbraio 1963, n. 60 per gli
anni 1993 e 1994 sono utilizzate fino a £. 300 miliardi per i
programmi di riqualificazione urbana;
Visto il decreto ministeriale del Ministero del tesoro del 31
dicembre del 1996, n. 215847 con cui nello stato di previsione del
Ministero dei lavori pubblici per l'esercizio finanziario 1996 e'
stata assegnata, in termini di sola competenza, la somma di £. 688
miliardi sul capitolo di nuova istituzione n. 8278: «contributo per
il finanziamento dei programmi di riqualificazione urbana»;
Vista la delibera Cipe del 23 aprile 1997 che stanziava risorse a
valere sui fondi strutturali di provenienza comunitaria per
interventi localizzati in aree depresse (obiettivo 1) ed in zone di
declino industriale (obiettivo 2) con la quale il Ministero ha potuto
finanziare quei programmi di riqualificazione urbana utilmente
collocati in graduatoria, che, si proponevano, in via prioritaria, la
realizzazione di opere infrastrutturali;
Visti gli accordi di programma attuati con le modalita' e con gli
effetti dell'art. 27 della legge n. 142/1990, come modificato e
integrato dall'art. 17 della legge n. 127/1997;
Considerati i compiti e l'attivita' svolta dai Collegi di vigilanza
dalla quale emergono, per la maggior parte dei programmi, difficolta'
legate all'adeguamento degli strumenti urbanistici attuativi o agli
espropri;
Considerato che i termini contrattuali di quasi la totalita', degli
accordi di programma risultano scaduti alla data del 31 dicembre 2011
e che sono pervenute istanze di proroga corredate dal parere positivo
del Collegio di vigilanza;
Visti i risultati del monitoraggio avviato dal Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti nel febbraio 2011, e le riscontrate
difficolta' rappresentate dai Comuni nell'organizzazione e gestione
di programmi complessi, caratterizzati da una molteplicita' di
interventi interconnessi tra loro;
Ritenuto quindi necessario prorogare al 31 dicembre 2014 il termine
fissato per la conclusione dei programmi, anche ai fini della
correlata durata delle contabilita' speciali, cosi' modificando i
termini contenuti negli accordi di programma, fermo restando
l'importo fissato per la complessiva autorizzazione di spesa;

Decreta:

Art. 1

Il termine previsto per [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Marcegaglia Buildtech
Orchidea

NEWS NORMATIVA

14/12 - Opere fluviali, possono progettarle solo gli ingegneri?

Dal Consiglio di Stato una panoramica sulle competenze acquisite nei corsi di studio in ingegneria e architettura

13/12 - Progettazione, 90 milioni di euro agli enti locali

Le risorse finanzieranno i progetti di messa in sicurezza degli edifici pubblici. Priorità alle scuole


NRBH
Capannoni Kopron