WMC
Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Ministeriale 24/12/ 2015

Ministero dell'Ambiente - Adozione dei criteri ambientali minimi per l'affidamento di servizidi progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione e criteri ambientali minimi per le forniture di ausili per l'incontinenza

Decreto Ministeriale 13/02/ 2014

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Criteri ambientali minimi per «Affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani» e «Forniture di cartucce toner e cartucce a getto di inchiostro e affidamento del servizio integrato di ritiro e fornitura di cartucce toner e a getto di inchiostro»

Decreto Ministeriale 23/12/ 2013

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Criteri ambientali minimi per l'acquisto di lampade a scarica ad alta intensità e moduli led per illuminazione pubblica, per l'acquisto di apparecchi di illuminazione per illuminazione pubblica e per l'affidamento del servizio di progettazione di impianti di illuminazione pubblica - aggiornamento 2013

News Correlate

08/09/2014
Collegato Ambiente, 1 miliardo per investimenti in green economy

Via al sostegno alla riqualificazione del patrimonio edilizio, lotta all’abusivismo, criteri ambientali negli appalti e incentivi al riciclo

27/01/2014
Appalti verdi, le PA puntano sulla illuminazione efficiente

In Gazzetta i criteri ambientali minimi per l’acquisto di lampade e la progettazione degli impianti

13/05/2013
Appalti verdi, in Gazzetta il DM per la sostenibilità delle gare

Nel 2014 il 50% di tutte le aggiudicazioni dovrà rispettare i criteri ambientali minimi

Decreto Ministeriale 10/04/2013

(Gazzetta ufficiale 03/05/2013 n. 102)

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Piano d'azione per la sostenibilita' ambientale dei consumi nel settore della pubblica amministrazione - revisione 2013

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE
E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO
E DEL MARE

Visto il comma 1126 dell'art. 1 della legge 27 dicembre 2006, n.
296, che prevede l'attuazione di un «Piano d'azione per la
sostenibilita' ambientale dei consumi nel settore della Pubblica
Amministrazione» (di seguito indicato «Piano» o «PAN GPP»)
predisposto dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio
e del mare, di concerto con i Ministri dell'economia e delle finanze
e dello sviluppo economico, d'intesa con le Regioni e le Province
autonome di Trento e di Bolzano;
Visto il decreto interministeriale del Ministro dell'ambiente e
della tutela del territorio e del mare di concerto con il Ministro
dell'economia e delle finanze e il Ministro dello sviluppo economico
dell'11 aprile 2008, di adozione del «Piano d'azione per la
sostenibilita' ambientale dei consumi nel settore della Pubblica
Amministrazione (PAN GPP)», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
107 dell'8 maggio 2008;
Visto l'art. 4 del D.I. 11 aprile 2008 che prevede, a seguito di
nuove indicazioni da parte della Commissione europea e delle
considerazioni emergenti dai risultati dell'applicazione del PAN GPP,
una revisione almeno triennale del Piano stesso, da adottarsi con
decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e
del mare, sentiti i Ministri concertanti;
Cosiderato che, successivamente all'adozione del PAN GPP, la
Commissione europea ha ribadito l'importanza del GPP e ne ha
rafforzato il sostegno politico in vari documenti d'indirizzo quali
ad esempio la Comunicazione COM(2008) 397 «Strategia europea per il
«Consumo e la Produzione Sostenibili», la Comunicazione COM(2008) 400
«Appalti pubblici per un ambiente migliore», la Comunicazione COM
(2010) 2020 «Strategia Europa 2020» e la Comunicazione COM(2011) 571
«Tabella di marcia verso un'Europa efficiente nell'impiego delle
risorse»;
Considerato che, nelle Comunicazioni, viene sottolineata
l'importanza dell'uso strategico degli appalti pubblici per finalita'
non solo di tutela ambientale ma anche di tutela sociale e di stimolo
all'innovazione;
Considerato altresi' che dall'applicazione del Piano d'azione di
cui al D.I. 11 aprile 2008, sono emerse utili indicazioni in merito
alle procedure per la definizione e l'applicazione dei «Criteri
Ambientali Minimi»;
Viste le note del 16 gennaio 2013 prot. DVA-2013-0001149 e prot.
DVA-2013-0001151 con le quale e' stato chiesto al Ministero
dell'economia e delle finanze e al Ministero dello sviluppo economico
di formulare eventuali osservazioni al documento di Revisione del
Piano d'azione citato;
Considerato che entro il termine indicato nelle citate note non
sono pervenute osservazioni dal Ministero dello sviluppo economico;
Considerate le osservazioni formulate dal Ministero dell'economia e
delle finanze nell'incontro del 19 febbraio 2013, parzialmente
accolte;
Vista la nota del 25 febbraio 2013, prot. n. 0003285/2013, del
Ministero dell'economia e delle finanze;
Ritenuto opportuno aggiornare gli obiettivi indicati al punto 4.2,
le procedure indicate al punto 4.4, le modalita' di gestione del PAN
GPP indicate al punto 6, le azioni di supporto al Piano indicate al
punto 7 [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


download
Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Blumatica BIM
Knauf manuale antincendio

NEWS NORMATIVA

16/11 - Sismabonus, gli ingegneri sismici: ‘potenziare le agevolazioni fiscali’

ISI propone tetti di spesa in base ai metri quadri e bonus per diagnosi sismiche anche senza lavori. Su quest’ultimo punto c’è un emendamento del M5S

16/11 - Antisismica, il Governo valuta incentivi per la verifica statica degli immobili

Accolto un ordine del giorno per la mappatura degli immobili residenziali di edilizia privata e pubblica


UP
WMC