Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Legislativo 12/04/ 2006 n. 163

Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE

Decreto Ministeriale 26/04/2013

(Gazzetta ufficiale 03/07/2013 n. 154)

Ministero della Salute - Nuova disciplina dei lavori, servizi e forniture in economia, ai sensi dell'articolo 125, comma 10, del d.lgs. n. 163/2006, con conseguente abrogazione del precedente decreto 6 novembre 2002

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visto il regio decreto 18 novembre 1923, n. 2440, e successive
modificazioni, recante disposizioni sull'amministrazione del
patrimonio e sulla contabilita' generale dello Stato;
Visto il regio decreto 23 maggio 1924, n. 827, e successive
modificazioni, concernente il regolamento per l'amministrazione del
patrimonio e sulla contabilita' generale dello Stato;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e successive
modificazioni, recante riforma dell'organizzazione del Governo e in
particolare l'art. 4, commi 4 e 4-bis e gli articoli 47-bis, 47-ter e
47-quater;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive
modificazioni concernente la razionalizzazione e l'organizzazione
delle amministrazioni pubbliche;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 marzo 2011, n.
108, recante il regolamento di organizzazione del Ministero della
salute;
Visto il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante
«Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture
in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE» e successive
modificazioni;
Visto, in particolare l'art. 125, comma 10 del citato decreto
legislativo 12 aprile 2006, n. 163, che prevede il ricorso
all'acquisizione in economia di beni e servizi in relazione
all'oggetto e ai limiti di importo delle singole voci di spesa,
preventivamente individuate con provvedimento di ciascuna stazione
appaltante, con riguardo alle proprie specifiche esigenze;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n.
207, concernente il «Regolamento di attuazione del decreto
legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante "Codice dei contratti
pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle
direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE» e successive modificazioni,
entrato in vigore l'8 giugno 2011;
Visto il decreto del Capo Dipartimento per l'ordinamento sanitario,
la ricerca e l'organizzazione del Ministero della salute del 6
novembre 2002, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana - serie generale - n. 265 del 12 novembre 2002, che
disciplina le modalita' e le procedure per l'acquisizione di beni e
servizi e per l'esecuzione di lavori in economia, in attuazione del
decreto del Presidente della Repubblica 20 agosto 2001, n. 384;
Considerato che l'art. 358, comma 1, lettera f), del richiamato
decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207,
abroga, con decorrenza 8 giugno 2011, il decreto del Presidente della
Repubblica 20 agosto 2001, n. 384, provvedimento presupposto al
succitato decreto del Capo Dipartimento del 6 novembre 2002;
Ravvisata la necessita' di procedere all'aggiornamento del predetto
decreto del Capo Dipartimento del 6 novembre 2002, come previsto
all'art. 253, comma 22 del citato decreto legislativo 12 aprile 2006,
n. 163, anche in ragione degli intervenuti provvedimenti di modifica
della soglia degli importi dei contratti pubblici di rilevanza
comunitaria e della soglia al di sotto della quale e' consentito
l'affidamento diretto da parte del responsabile del procedimento;

Decreta:

Art. 1


Ambito di applicazione

1. Il presente decreto disciplina le tipologie e i limiti di
importo delle singole voci di spesa per l'acquisizione di beni e
servizi e per l'esecuzione di lavori in economia da parte degli
uffici centrali e periferici del Ministero della salute.
Art. 2


Modalita' di esecuzione in economia

1. Le acquisizioni in economia di beni, servizi e lavori possono
essere effettuate con le modalita' di cui all'art. 125, comma 1, del
decreto legislativo n. 163/2006 e s.m.i. e secondo quanto
disciplinato dal decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre
2010, n. 207.
Art. 3


Acquisizione di forniture
e servizi in economia

1. L'amministrazione centrale e gli uffici periferici del Ministero
della salute possono acquisire in economia i beni ed i servizi
indicati nell'allegato A al presente decreto, nel limite degli
importi di cui all'art. 125, comma 9, del decreto legislativo n.
163/2006.
Art. 4


Affidamento di lavori in economia

1. L'amministrazione centrale e gli uffici periferici del Ministero
della salute possono eseguire in economia i lavori elencati
nell'allegato B al presente decreto, nel limite degli importi di cui
all'art. 125, comma 5, del decreto legislativo n. 163/2006.
Art. 5


Materiali sanitari

1. Alla ricezione, custodia, conservazione e distribuzione dei
materiali sanitari, comunque acquisiti per l'attuazione dei compiti
istituzionali propri del Ministero della salute, si provvede a mezzo
del magazzino centrale del materiale profilattico che ha sede a Roma.
2. Il Ministro della salute con proprio decreto, sentito il
Ministro dell'economia e delle finanze, puo' individuare magazzini
periferici per la conservazione e la distribuzione dei materiali
sanitari, fissandone l'ambito di competenza interregionale, la
dotazione organica del personale e l'ufficio principale
circoscrizionale dal quale dipende ciascun magazzino periferico.
3. I magazzini, di cui ai commi 1 e 2, sono affidati a
consegnatari, tenuti alla resa del conto giudiziale, tenuto conto
delle disposizioni recate dal regolamento approvato con decreto del
Presidente della Repubblica 4 settembre 2002, n. 254, nonche' quelle
della legge e del regolamento per l'amministrazione del patrimonio e
per la contabilita' generale dello Stato.
4. Ai fini della gestione amministrativo-contabile, i magazzini
dipendono dall'Ufficio Generale delle Risorse, Organizzazione e
Bilancio del Ministero della salute; compete a tale Ufficio Generale,
in particolare, il coordinamento delle attivita' e dei servizi dei
magazzini, la verifica di tutti gli atti riguardanti la gestione e la
conservazione dei materiali ivi custoditi, l'adozione di
provvedimenti necessari ad assicurare l'efficienza mobiliare ed
immobiliare, il controllo dello stato di manutenzione e di
funzionamento degli impianti tecnologici e delle attrezzature.
5. I materiali profilattici che sono dichiarati dalla competente
Direzione generale tecnica del Ministero della salute non piu'
rispondenti alle esigenze d'impiego, anche in relazione a specifiche
norme di validita', devono essere distrutti; il relativo scarico
contabile, di cui all'art. 194 del regio decreto 23 maggio 1924, n.
827, e' autorizzato dal Direttore Generale dell'Ufficio generale
dell'organizzazione, bilancio e personale del Ministero della salute.
Art. 6


Norma di chiusura

1. Le disposizioni contenute nel presente decreto rimarranno prive
di qualsiasi effetto laddove incompatibili con quanto previsto
dall'art. 1, comma 1, del decreto-legge n. 95/2012, convertito, con
modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135 e come modificato
dall'art. 1, comma 154, della legge 24 dicembre 2012 n. 228 e dalla
normativa vigente in materia.
2. E' abrogato il decreto del Capo Dipartimento per l'ordinamento
sanitario, la ricerca e l'organizzazione del Ministero della salute
del 6 novembre 2002.
Il presente decreto verra' trasmesso alla Corte dei Conti per la
registrazione e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 26 aprile 2013

Il Ministro: Balduzzi

Registrato alla Corte dei conti il 13 maggio 2013
Ufficio di controllo sugli atti del MIUR, MIBAC, Min. salute e Min.
lavoro, registro n. 6, foglio n. 116
Allegato A
Elenco dei beni e servizi per i quali e' ammessa l'acquisizione
in economia:
a) partecipazione ed organizzazione di congressi, convegni,
conferenze, riunioni, mostre ed altre manifestazioni a carattere
scientifico, culturale o informativo nell'interesse del Ministero,
ivi comprese le spese necessarie per ospitare i relatori;
b) spese per iniziative di informazione e comunicazione
istituzionale, anche attraverso la realizzazione e la diffusione,
compresa quella telematica, di testi, opuscoli, manifesti,
audiovisivi, compresi i servizi di monitoraggio e di verifica delle
iniziative; servizi delle agenzie di stampa e di informazione,
servizi di rassegna stampa;
c) servizi di consulenza, studi, ricerche, indagini,
rilevazioni e progettazioni;
d) divulgazione di bandi di gara, di concorso o altre
comunicazioni a mezzo stampa od altri mezzi di informazione;
e) acquisto di giornali, riviste, libri e pubblicazioni di
vario genere e relativi abbonamenti, anche a banche dati on line,
abbonamenti ad agenzie d'informazione;
f) rilegatura di libri e pubblicazioni;
g) servizi di traduzione e interpretariato, ed eccezionalmente
lavori di copia;
h) lavori di stampa, riproduzione, tipografia, litografia o
realizzati per mezzo di tecnologia audiovisiva e informatica;
i) servizi di facchinaggio, trasporto, spedizione e nolo, spese
di dogana, assicurazione, magazzinaggio e manovalanza;
j) acquisti di coppe, medaglie, diplomi ed altri oggetti per
premi e benemerenze;
k) spese di rappresentanza e servizi di accoglienza e
ospitalita' per incontri con delegazioni internazionali;
l) acquisto di materiale di cancelleria, stampati ed altro
materiale di facile consumo;
m) acquisto e manutenzione di terminali, personal computers,
stampanti e materiale informatico di vario genere e spese per servizi
informatici, inclusi quelli relativi alle reti trasmissive, alla
connettivita' ed al monitoraggio dei grandi contratti informatici;
n) acquisto, noleggio manutenzione e riparazione di mobili,
arredi, climatizzatori, fotocopiatrici ed altre attrezzature
d'ufficio;
o) acquisto, noleggio, installazione, gestione e manutenzione
di impianti e apparecchiature telefoniche;
p) spese per corsi di formazione, aggiornamento e
perfezionamento del personale, partecipazione alle spese per corsi
indetti da enti, istituti ed amministrazioni varie;
q) spese postali, telefoniche, telegrafiche, telematiche e di
telecomunicazione in genere, servizi integrati di gestione
documentale e servizi di archivio;
r) spese per consumo di energia elettrica, acqua, gas e
riscaldamento;
s) polizze di assicurazione;
t) servizi di pulizia, derattizzazione, disinfestazione dei
locali in uso all'amministrazione e servizi di giardinaggio;
u) smaltimento di rifiuti speciali e servizi analoghi;
v) gestione degli autoveicoli e di altri mezzi di trasporto:
manutenzione, noleggio, custodia e rimessaggio; lavori di revisione e
di riparazione; acquisto di parti di ricambio, di accessori e di
materiali di consumo; provvista di carburanti e lubrifi [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
SIKAFLEX -11 FC+
Core

NEWS NORMATIVA

15/11 - Il DL Genova è legge, ecco tutte le misure

Le disposizioni per la ricostruzione del ponte, l’assunzione di ingegneri e i condoni per Ischia e Centro Italia

15/11 - Leasing abitativo, fino a quando sarà detraibile al 19%?

Il Fisco ricorda i limiti temporali e le modalità per sfruttare l’agevolazione per l’acquisto della prima casa


Photo Book
Capannoni Kopron