Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Ministeriale 15/05/ 2012

Ministro dello sviluppo economico - Semplificazione delle procedure di gestione dei Progetti di innovazione industriale agevolati a valere sui bandi «Efficienza energetica», «Mobilita' Sostenibile» e «Nuove tecnologie per il made in Italy»

Decreto Ministeriale 29/03/2013

(Gazzetta ufficiale 03/06/2013 n. 128)

Ministro dello sviluppo economico - Concessione di una ulteriore proroga al termine di completamento dei progetti di innovazione industriale a valere sui bandi «Efficienza energetica», «Mobilita' sostenibile» e «Nuove tecnologie per il "Made in Italy"»

IL MINISTRO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Visto l'art. 1, comma 841 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 che
ha istituito il Fondo per la competitivita' e lo sviluppo;
Visto l'art. 1, comma 842 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, che
prevede la realizzazione di progetti di innovazione industriale
nell'ambito di specifiche aree tecnologiche;
Visto l'art. 1, comma 845 della citata legge n. 296 del 2006, che
prevede che il Ministro dello sviluppo economico con proprio decreto
istituisca appositi regimi di aiuto in conformita' alla normativa
comunitaria;
Vista la disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato a
favore di ricerca, sviluppo e innovazione (2006/C 323/01);
Vista la decisione della Commissione europea C(2007) 6461 del 12
dicembre 2007 - Aiuto di Stato n. 302/2007, con la quale e' stato
autorizzato il regime di aiuto per la concessione di agevolazioni in
favore di programmi di ricerca, sviluppo e innovazione;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 27 marzo
2008 con il quale e' stato istituito, ai sensi del citato art. 1,
comma 845 della legge n. 296 del 2006, il predetto regime di aiuto;
Visto il decreto interministeriale 8 febbraio 2008 con il quale le
risorse del Fondo per la competitivita' e lo sviluppo destinate ai
Progetti di innovazione industriale (nel seguito PII) sono state
ripartite tra le aree tecnologiche indicate all'art. 1, comma 842
della citata legge n. 296 del 2006;
Visto il decreto interministeriale 8 febbraio 2008 con il quale e'
stato adottato il progetto di innovazione industriale «Efficienza
energetica»;
Visto il decreto interministeriale 8 febbraio 2008 con il quale e'
stato adottato il progetto di innovazione industriale «Mobilita'
sostenibile»;
Visto il decreto interministeriale 6 marzo 2008 con il quale e'
stato adottato il progetto di innovazione industriale «Nuove
tecnologie per il "Made in Italy"»;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 5 marzo
2008, con il quale e' stato emanato il bando relativo al citato
progetto di innovazione industriale per l'«Efficienza energetica», e
sono stati stabiliti condizioni, criteri e modalita' per la
concessione di agevolazioni a favore di programmi di ricerca e
sviluppo;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 19 marzo
2008, con il quale e' stato emanato il bando relativo al citato
progetto di innovazione industriale per la «Mobilita' sostenibile», e
sono stati stabiliti condizioni, criteri e modalita' per la
concessione di agevolazioni a favore di programmi di ricerca e
sviluppo;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 10 luglio
2008, con il quale e' stato emanato il bando relativo al citato
progetto di innovazione industriale «Nuove tecnologie per il "Made in
Italy"», e sono stati stabiliti condizioni, criteri e modalita' per
la concessione di agevolazioni a favore di programmi di ricerca e
sviluppo;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 15 maggio
2012, con il quale sono state stabilite procedure semplificate per la
gestione dei PII relativi ai bandi «Efficienza energetica»,
«Mobilita' sostenibile» e «Nuove tecnologie per il "Made in Italy"»;
Considerato che numerose imprese hanno rappresentato
l'impossibilita' di completare i progetti nei termini massimi
stabiliti dai decreti suddetti;
Ritenuto opportuno favorire la positiva conclusione del maggior
numero possibile di progetti, consentendo ai proponenti di portare a
termine le attivita' di sperimentazione e sviluppo;

Decreta:


Articolo unico


Concessione di ulteriore proroga
della durata dei programmi di innovazione industriale

1 .Il periodo di proroga di diciotto mesi, previsto dall'art. 3,
comma 8, dei bandi citati in premessa nonche' dall'art. 4, comma 1,
del decreto 15 maggio 2012, puo' essere incrementato di ulteriori
dodici mesi, fermo restando l'obbligo relativo ai termini di
presentazione del primo stato di avanzamento lavori previsto
dall'art. 28, comma 1 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83,
convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134.
2. Le richieste di proro [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Living Now
Supporto mosaici

NEWS NORMATIVA

26/9 - Abusi edilizi, in attesa del condono sono vietati ulteriori interventi

Tar Campania: se si realizzano altri lavori, anche minori, il Comune deve sospendere l'esame dell'istanza e ordinare la demolizione

26/9 - Indici affidabilità fiscale, Ance: bene ma criticità da correggere

I costruttori: considerare la differenza tra imprese di costruzione e di ristrutturazione e i maggiori oneri del settore


FacTus
Rossato