Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Legge 28/03/ 2014 n. 47

Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015 (Piano Casa Renzi)

News Correlate

12/05/2014
Soa, non sono ammessi buchi temporali nelle attestazioni

CdS: i requisiti devono valere per tutta la durata della gara e non solo al momento della domanda

29/04/2014
Opere specialistiche, in vigore le nuove regole sul subappalto

Diminuiscono le categorie superspecialistiche, colmato il vuoto normativo lasciato dal decreto Qualificazioni

Decreto Ministeriale 24/04/2014

(Gazzetta ufficiale 26/04/2014 n. 96)

Minstero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Individuazione delle categorie di lavorazioni che richiedono l'esecuzione da parte di operatori economici in possesso di specifica qualificazione, ai sensi dell'articolo 12 del decreto-legge 28 marzo 2014, n. 47

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Visto il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante il
codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture
e il relativo decreto di attuazione di cui al decreto del Presidente
della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 30 ottobre 2013,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 29 novembre 2013, di decisione
del ricorso straordinario al Capo dello Stato che ha, tra l'altro,
disposto l'annullamento delle disposizioni regolamentari del decreto
del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207, di cui agli
articoli 107, comma 2, e 109, comma 2, in relazione, quest'ultimo,
alla tabella sintetica delle categorie contenuta nell'Allegato A del
medesimo decreto;
Visto il decreto-legge 28 marzo 2014, n. 47, recante "Misure
urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e
per Expo 2015" e, in particolare, l'articolo 12 (Disposizioni urgenti
in materia di qualificazione degli esecutori dei lavori pubblici),
nel quale e' previsto che, al fine di garantire la stabilita' del
mercato dei lavori pubblici, nelle more dell'emanazione delle
disposizioni regolamentari sostitutive delle sopra citate
disposizioni regolamentari annullate, con decreto del Ministro delle
infrastrutture e dei trasporti, da adottare entro trenta giorni dalla
data di entrata in vigore del citato decreto-legge, sono individuate
le categorie di lavorazioni di cui all'Allegato A del decreto del
Presidente della Repubblica n. 207 del 2010 che, in ragione
dell'assoluta specificita' strettamente connessa alla rilevante
complessita' tecnica o al notevole contenuto tecnologico, richiedono
l'esecuzione da parte di operatori economici in possesso della
specifica qualificazione e, tra di esse, le categorie di lavorazioni
per le quali trova applicazione l'articolo 37, comma 11, del decreto
legislativo 12 aprile 2006, n. 163;
Considerato che per quanto attiene le categorie a qualificazione
obbligatoria, la riduzione delle categorie specialistiche gia'
individuate dall'articolo 109, comma 2, del decreto del Presidente
della Repubblica n. 207 del 2010, puo' essere operata attraverso
l'eliminazione di alcune categorie caratterizzate da minore
complessita' tecnica quali le categorie OS 9, OS 12-B, OS 15, OS 16,
OS 31, nonche' delle categorie OS 17, OS 19, OS 22, OS 27 e OS 29 in
quanto in generale afferenti a settori per i quali il sistema di
qualificazione e' solo uno dei parametri che regola il funzionamento
del mercato e la selezione degli operatori economici, mentre, per
quanto concerne le categorie cc.dd. "superspecialistiche", evidenti
ragioni di tutela, da un lato, della corretta dinamica concorrenziale
fra operatori ed, al contempo, della salvaguardia dell'interesse
pubblico posto in capo alle stazioni appaltanti, suggeriscono il
mantenimento del possesso di specifici requisiti selettivi per
l'esecuzione di opere connotate da rilevante complessita' tecnica
ovvero da notevole contenuto tecnologico nell'alveo delle quali
rientrano le categorie afferenti i beni culturali (OS 2-A, OS 2-B, OS
25), la sicurezza strutturale e infrastrutturale (OS 11, OS 12-A; OS
13; OS 18-A, OS 18-B; OS 21; OS 32), la sicurezza impiantistica (OG
11, OS 4, OS 30) ed il ciclo dei rifiuti (OS 14), anche alla luce dei
requisiti particolarmente stringenti richiesti dal vigente quadro
normativo, per l'esecuzione delle singole realizzazioni cui le citate
categorie afferiscono, nonche' per il possibile impatto sulla salute
pubblica e la pubblica incolumita' di talune delle realizzazioni
sussumibili nelle categorie in parola;
Considerato il complesso processo di revisione delle categorie a
qualificazione obbligatoria e delle categorie superspecialistiche
volto ad una riduzione delle categorie stesse, tale da raggiungere un
adeguato punto di equilibrio che tenga conto di criteri oggettivi
indicativi del livello di specializzazione delle opere riconducibili
alle singole categorie oltre che di un attento bilanciamento dei
contrapposti interessi tra imprese generali e specialistiche;

Decreta:

Art. 1

Categorie di lavorazioni a qualificazione obbligatoria

1. Non possono essere eseguite direttamente dall'affidatario in
possesso della qualificazione per la sola categoria prevalente, se
privo delle relative adeguate qualificazioni, le lavorazioni,
indicate nel bando di gara o nell'avviso di gara o nella lettera di
invito, di importo superiore ai limiti indicati dall'articolo 108,
comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010,
n. 207, relative alle categorie di opere generali individuate
nell'allegato A al predetto decreto, nonche' le categorie individuate
nel medesimo allegato A con l'acronimo OS, di seguito elencate: OS
2-A, OS 2-B, OS 3, OS 4, OS 5, OS 8, OS 10, OS 11, OS 12-A, OS 13, OS
14, OS 18-A, OS 18-B, OS 20-A, OS 20-B, OS 21, OS 24, OS 25, OS 28,
OS 30, OS 32, OS 33, OS 34, OS 35.
Art. 2

Categorie di lavorazioni per le quali trova applicazione l'articolo
37, comma 11, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163

1. Si considerano strutture, impianti e opere speciali ai sensi
dell'articolo 37, comma 11, del decreto legislativo 12 aprile 2006,
n. 163, le lavorazioni, se di importo superiore ad uno dei limiti
indicati all'articolo 108, comma 3, del decreto del Presidente della
Repubblica 5 ottobre [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
RUREGOLD
Vestis

NEWS NORMATIVA

22/10 - Varianti, quando diventano abusi edilizi?

La Cassazione spiega quando è necessario ottenere un altro permesso di costruire e quando invece si possono regolarizzare le opere entro la fine dei lavori

18/10 - Danni durante i lavori, chi è il responsabile?

La Cassazione spiega la differenza tra danni causati da chi effettua i lavori e danni provocati dalla ‘cosa’ su cui si effettuano gli interventi


Normablok Più S40 HP
Amotherm