Carrello 0

Scheda Normativa

News Correlate

09/06/2016
Gare di progettazione, l’uso di materiali riciclati dà più chance di vittoria

Interventi edilizi, gestione dei cantieri pubblici e fornitura di arredi urbani: saranno premiate le offerte tecniche con prodotti post-consumo

Decreto Ministeriale 05/02/2015

(Gazzetta ufficiale 02/03/2015 n. 50)

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Criteri ambientali minimi per l'acquisto di articoli per l'arredo urbano

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE
E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO
E DEL MARE

VISTO l'art. 1, comma 1126, della legge 27 dicembre 2006, n. 296
che prevede la predisposizione da parte del Ministero dell'Ambiente e
della Tutela del Territorio e del Mare, con il concerto dei Ministri
dell'Economia e delle Finanze e dello Sviluppo Economico, e con
l'intesa delle Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano,
del "Piano d'azione per la sostenibilita' ambientale dei consumi
della pubblica amministrazione" (di seguito PAN GPP);
VISTI i commi 1126 e 1127 dell'articolo 1 della citata legge
296/2006 che stabiliscono che detto Piano adotti le misure volte
all'integrazione delle esigenze di sostenibilita' ambientale nelle
procedure d'acquisto pubblico in determinate categorie merceologiche
oggetto di procedure di acquisti pubblici;
VISTO quanto previsto dall'art. 7, comma 8 del D.Lgs. 163/06
concernente l'obbligo di comunicazione all'Osservatorio dei contratti
pubblici delle informazioni riguardanti i bandi di gara per lavori,
servizi e forniture;
VISTO il decreto interministeriale dell'11 aprile 2008 del Ministro
dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di concerto
con i Ministri dello Sviluppo Economico e dell'Economia e delle
Finanze che, ai sensi del citato articolo 1, comma 1126, della citata
legge 296/2006, ha adottato il PAN GPP;
VISTO il decreto del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del
Territorio e del Mare del 10 aprile 2013 recante "Piano d'azione per
la sostenibilita' ambientale dei consumi nel settore della pubblica
amministrazione - Revisione 2013", che aggiorna il citato PAN GPP ai
sensi dell'art. 4 del decreto interministeriale dell'11 aprile 2008;
VISTO il decreto del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del
Territorio e del Mare GAB/DEC/2014/000188 del 21 luglio 2014 con il
quale si integra e si sostituisce il Comitato interministeriale
(denominato Comitato di gestione) che secondo quanto indicato al
punto 6 del citato PAN GPP, sovraintende alla gestione del Piano
stesso;
VISTO l'articolo 2 del citato decreto interministeriale dell'11
aprile 2008, che prevede l'emanazione di "Criteri Ambientali Minimi",
per le diverse categorie merceologiche indicate al punto 3.6 PAN GPP,
tramite decreto del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del
Territorio e del Mare, sentiti i Ministri dello Sviluppo Economico e
dell'Economia e delle Finanze;
PRESO ATTO che, in ottemperanza a quanto disposto dal citato
articolo 2 del decreto interministeriale dell'11 aprile 2008, con
nota del 13/10/2014 DVA-2014-0032855 e' stato chiesto al Ministero
dello Sviluppo Economico di formulare eventuali osservazioni al
documento dei Criteri Ambientali Minimi: "Acquisto di articoli per
l'arredo urbano";
CONSIDERATO che entro il termine indicato nella citata nota non
sono pervenute osservazioni dal Ministero dello Sviluppo Economico;
PRESO ATTO che, in ottemperanza a quanto disposto dal citato
articolo 2 del decreto interministeriale dell'11 aprile 2008, con
nota del 13/10/2014. DVA-2014-0032858 e' stato chiesto al Ministero
dell'Economia e delle Finanze di formulare eventuali osservazioni al
documento dei Criteri Ambientali Minimi: "Acquisto di articoli per
l'arredo urbano";
CONSIDERATO che entro il termine indicato nella citata nota non
sono pervenute osservazioni dal Ministero dell'Economia e delle
Finanze;
VISTO il documento tecnico allegato al presente decreto, relativo
ai Criteri Ambientali Minimi "Acquisto di articoli per l'arredo
urbano", elaborati nell'ambito del citato Comitato di gestione con il
contributo delle parti interessate attraverso le procedure di
confronto previste dal Piano stesso;
RITENUTO necessario procedere all'adozione dei Criteri Ambientali
Minimi in questione;

DECRETA

Art. 1.
Criteri Ambientali Minimi

1. Ai sensi dell'articolo 2 del decreto interministeriale dell'11
aprile 2008 e s.m.i. che prevede l'emanazione dei "Criteri Ambientali
[ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


download
Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Drain Beton
Rexipal

NEWS NORMATIVA

18/9 - Abusi edilizi, come si individua il responsabile?

La Cassazione spiega il ruolo del direttore dei lavori e dei proprietari del terreno su cui si realizzano gli interventi illegittimi

17/9 - Appalti sotto soglia, Anac ribadisce l’obbligo di rotazione degli inviti

L’Anticorruzione raccomanda indagini di mercato per aumentare il numero di operatori interessati in modo da non falsare la concorrenza


D2C
Attraversamenti anticendio