Carrello 0

Scheda Normativa

News Correlate

26/05/2015
Professionisti, il Ministero dell’Economia rivede gli studi di settore

La revisione si è resa necessaria a causa della riduzione delle tariffe professionali e dei ritardi nei pagamenti riscontrati nel 2014

Decreto Ministeriale 15/05/2015

(Gazzetta ufficiale 21/05/2015 n. 116)

Ministero dell'Economia e delle Finanze - Approvazione della revisione congiunturale speciale degli studi di settore per il periodo d'imposta 2014

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA
E DELLE FINANZE

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973,
n. 600, recante disposizioni comuni in materia di accertamento delle
imposte sui redditi;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972,
n. 633, recante disposizioni in materia di imposta sul valore
aggiunto;
Visto il testo unico delle imposte sui redditi, approvato con
decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e
successive modificazioni;
Visto l'art. 62-bis del decreto-legge 30 agosto 1993, n. 331,
convertito con modificazioni dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427, il
quale prevede l'elaborazione, in relazione ai vari settori economici,
di appositi studi di settore;
Visto il medesimo art. 62-bis del citato decreto-legge n. 331 del
1993, che prevede che gli studi di settore siano approvati con
decreto del Ministro delle finanze;
Visto l'art. 10 della legge 8 maggio 1998, n. 146, e successive
modificazioni, che individua le modalita' di utilizzazione degli
studi di settore in sede di accertamento nonche' le cause di
esclusione dall'applicazione degli stessi;
Visto l'art. 10-bis della legge 8 maggio 1998, n. 146, concernente
le modalita' di revisione ed aggiornamento degli studi di settore;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 31 maggio 1999, n.
195, e successive modificazioni, recante disposizioni concernenti i
tempi e le modalita' di applicazione degli studi di settore;
Visto il decreto del Ministro delle finanze 10 novembre 1998, che
ha istituito la Commissione di esperti prevista dall'art. 10, comma
7, della legge n. 146 del 1998, integrata e modificata con successivi
decreti del 5 febbraio 1999, 24 ottobre 2000, 2 agosto 2002, 14
luglio 2004, 27 gennaio 2007, 19 marzo 2009, 4 dicembre 2009, 20
ottobre 2010, 29 marzo 2011, 8 ottobre 2012, 17 dicembre 2013 e 16
dicembre 2014;
Visto l'art. 23 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che
ha istituito il Ministero dell'economia e delle finanze,
attribuendogli le funzioni dei Ministeri del tesoro, del bilancio e
della programmazione economica e delle finanze;
Visto l'art. 57 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e
successive modificazioni, che ha istituito le Agenzie fiscali;
Visto l'art. 8 del decreto-legge del 29 novembre 2008, n. 185,
convertito, con modificazioni, con la legge 28 gennaio 2009, n. 2,
che ha previsto una revisione congiunturale speciale degli studi di
settore;
Visti i decreti del Ministro dell'economia e delle finanze, 28
dicembre 2012, 21 marzo 2013, 28 marzo 2013, 23 dicembre 2013, 24
marzo 2014, 29 dicembre 2014 e 30 marzo 2015, concernenti
l'approvazione di studi di settore e relative modifiche riguardanti
le attivita' economiche delle manifatture, dei servizi, delle
attivita' professionali e del commercio;
Acquisito il parere della Commissione degli esperti del 9 aprile
2015;

Decreta:

Art. 1

Approvazione della revisione congiunturale speciale
degli studi di settore

1. Per il periodo di imposta 2014 e' approvata, in base all'art. 8
del decreto-legge del 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con
modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, la revisione
congiunturale speciale degli studi di settore relativi alle attivita'
economiche nel settore delle manifatture, dei servizi, delle
attivita' professionali e del commercio, al fine di tener conto degli
eff [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


download
Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Plinti per pali da illuminazione
Sismicad 12

NEWS NORMATIVA

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea

19/9 - Ricostruzione con sagoma diversa, è una nuova costruzione?

La Cassazione spiega il concetto di sagoma di ingombro e l’importanza del rispetto delle distanze tra edifici


Geosec
Keraflex