Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Linee Guida 24/09/ 2015

Consiglio Nazionale del Notariato - Certificazione energetica - Le novità in vigore dal 1° ottobre 2015

Decreto Ministeriale 26/06/ 2015

Ministero dello Sviluppo Economico - Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici

Decreto Ministeriale 26/06/ 2015

Ministero dello Sviluppo Economico - Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici

News Correlate

06/12/2016
Risparmio energetico, dal CNI un vademecum degli adempimenti

Le prescrizioni da rispettare e la documentazione da allegare a seconda dei tipi di intervento edilizio secondo il DM 26 giugno 2015

22/07/2016
Sostenibilità ambientale degli edifici, aggiornata la UNI/PdR 13:2015

In arrivo il nuovo Protocollo ITACA per gli edifici non residenziali

01/04/2016
Prestazioni energetiche edifici, pubblicate nuove parti della UNI/TS 11300

Per garantire l’aggiornamento dei sistemi di calcolo, le norme si applicheranno tra 90 giorni

01/10/2015
Certificazione energetica degli edifici, in vigore le nuove regole

Operativi da oggi i decreti relativi all’APE 2015, alle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e ai requisiti minimi. Dall’Enea la versione beta del DOCET

30/09/2015
Prestazione energetica degli edifici, il Piemonte si adegua alle norme nazionali

In vigore dal primo ottobre 2015 le nuove regole regionali sui requisiti dei certificatori e la redazione del nuovo APE

29/09/2015
Certificazione energetica edifici, la Guida dei Notai

Dal Notariato le indicazioni per applicare correttamente i decreti che entreranno in vigore il 1° ottobre prossimo

27/08/2015
Lombardia, ecco le norme regionali per l’efficienza energetica degli edifici

Disciplinato il rilascio dell’APE 2015; disponibile la versione beta del software CENED+ 2.0

27/07/2015
Efficienza energetica degli edifici, la Lombardia recepisce i nuovi decreti

I requisiti per gli ‘Edifici a energia quasi zero’ entreranno in vigore il 1° gennaio 2016 per gli edifici sia pubblici che privati

16/07/2015
Efficienza energetica degli edifici, in Gazzetta i tre nuovi decreti

Entreranno in vigore il 1° ottobre 2015 i decreti relativi all’APE 2015 e alla metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche

07/07/2015
Prestazione energetica in edilizia, al via la revisione della Direttiva

La UE apre una consultazione pubblica per migliorare la normativa comunitaria

03/07/2015
Efficienza energetica negli edifici, ecco i tre nuovi decreti

A breve in Gazzetta Ufficiale l’APE 2015, le nuove metodologie di calcolo e i requisiti minimi, gli schemi di relazione tecnica di progetto

Decreto Ministeriale 26/06/2015

(Gazzetta ufficiale 15/07/2015 n. 162)

Ministero dello Sviluppo Economico - Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell'applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici

IL MINISTRO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO


di concerto con


IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI


e con


IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE
E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Vista la direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica
nell'edilizia;
Visto il decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, e successive
modificazioni, recante recepimento della direttiva 2010/31/UE sulla
prestazione energetica nell'edilizia, di seguito decreto legislativo;
Visto il Titolo I del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, e
in particolare:
l'art. 4, comma 1, che prevede che con uno o piu' decreti siano
definite le modalita' di applicazione della metodologia di calcolo
delle prestazioni energetiche e l'utilizzo delle fonti rinnovabili
negli edifici, delle prescrizioni e dei requisiti, in relazione ai
paragrafi 1 e 2 dell'allegato I della predetta direttiva 2010/31/UE
sulla prestazione energetica nell'edilizia, tenendo conto dei criteri
generali riportati allo stesso art. 4, comma 1, lettere a) e b) del
decreto legislativo;
l'art. 6, comma 12, che prevede l'adeguamento del decreto del
Ministro dello sviluppo economico 26 giugno 2009 recante "Linee guida
nazionali per la certificazione energetica degli edifici",
avvalendosi delle metodologie di calcolo definite con i decreti di
cui all'art. 4, comma 1 del decreto legislativo;
l'art. 8, comma 1 che prevede che il progettista o i progettisti,
nell'ambito delle rispettive competenze edili, impiantistiche
termotecniche, elettriche e illuminotecniche, inseriscano i calcoli e
le verifiche previste dal decreto legislativo nella relazione tecnica
di progetto attestante la rispondenza alle prescrizioni per il
contenimento del consumo di energia degli edifici e dei relativi
impianti termici;
l'art. 9, comma 1, che, fermo restando il rispetto dell'art. 17,
assegna alle regioni e alle province autonome di Trento e Bolzano
l'attuazione delle disposizioni per l'efficienza energetica contenute
nel medesimo decreto legislativo;
l'art. 9, comma 5-sexies, che prevede che le regioni e le
province autonome collaborino con il Ministero dello sviluppo
economico per la definizione congiunta di metodologie di calcolo
della prestazione energetica degli edifici, di metodologie per la
determinazione dei requisiti minimi di edifici e impianti, di sistemi
di classificazione energetica degli edifici, compresa la definizione
del sistema informativo comune nonche' per la redazione del Piano
d'azione destinato ad aumentare il numero di edifici a energia quasi
zero e dell'azione di monitoraggio, analisi, valutazione e
adeguamento della normativa energetica nazionale e regionale di cui
agli articoli 10 e 13 del decreto legislativo;
Visto il comma 4, dell'art. 16, del decreto legislativo 19 agosto
2005, n. 192, e successive modifiche ed integrazioni, concernente le
modalita' di modifica degli allegati al medesimo decreto legislativo;
Visto il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, che definisce gli
obblighi di integrazione delle fonti rinnovabili nei nuovi edifici o
negli edifici sottoposti a ristrutturazioni rilevanti;
Visto il decreto legislativo 30 maggio 2008, n. 115, di attuazione
della direttiva 2006/32/CE;
Visto il decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102, di attuazione
della direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica ed in
particolare l'art. 14, comma 10, che prevede l'adozione del decreto
in oggetto in tempi brevi, favorendo l'applicazione omogenea su tutto
il territorio nazionale di regole semplici per la valutazione della
prestazione energetica e l'attestazione della prestazione energetica
degli edifici;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n.
74 recante definizione dei criteri generali in materia di esercizio,
conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n.
75 recante la disciplina dei criteri di accreditamento per assicurare
la qualificazione e l'indipendenza degli esperti e degli organismi a
cui affidare l'attestazione della prestazione energetica degli
edifici;
Visto il decreto di cui all'art. 4, comma 1 del decreto legislativo
19 agosto 2005, n. 192 e successive modificazioni, concernente il
calcolo della prestazione energetica negli edifici e i nuovi
requisiti minimi di efficienza energetica;
Considerato l'esito positivo delle consultazioni con le principali
associazioni di categoria interessate;
Considerato che il presente decreto costituisce uno strumento
indispensabile per la promozione degli edifici a energia quasi zero,
fissata dalla direttiva 2010/31/UE;
Sentito il parere della Conferenza unificata nella seduta del 18
giugno 2015;

Decreta:

Art. 1


Ambito di intervento e finalita'

1. Ai sensi dell'art. 8, comma 1 del decreto legislativo, il
presente decreto definisce gli schemi e le modalita' di riferimento
per la compilazione della relazione tecnica di progetto, in funzione
delle diverse tipologi [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Rasagesso
Attraversamenti Antincendio

NEWS NORMATIVA

14/08 - Appalti gratuiti, se c’è ritorno di immagine sono legittimi

Tar Calabria: conta l’utilità economica in senso lato, anche se diversa da quella finanziaria

10/08 - Distanze, norme ad hoc per gli edifici al confine con piazze e vie pubbliche

Consiglio di Stato: necessario osservare le leggi e i regolamenti edilizi appositamente scritti, non le disposizioni generali


Unico Air Inverter 10 HP
summer sales 2018