Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Legislativo 11/05/ 2016

Ministero dello Sviluppo Economico - Istituzione del SINFI - Sistema informativo nazionale federato delle infrastrutture

News Correlate

21/06/2019
Catasto nazionale delle infrastrutture, approvato il piano operativo SINFI

L’obiettivo è ampliare le funzionalità del Sistema informativo nazionale per consentire a tutti i Comuni il conferimento dei dati

Decreto Ministeriale 07/05/2019

(Gazzetta ufficiale 19/06/2019 n. 142)

Ministero dello Sviluppo Economico - Approvazione del Piano operativo del Sistema informativo nazionale federato delle infrastrutture - SINFI

IL MINISTRO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Vista la delibera del Comitato interministeriale per la
programmazione economica (CIPE) n. 65 del 6 agosto 2015, recante
«Fondo sviluppo e coesione 2014-2020: piano di investimenti per la
diffusione della banda ultra larga», come integrata dalla delibera
del Comitato interministeriale per la programmazione economica n. 6
del 1° maggio 2016, recante «Fondo per lo sviluppo e la coesione
2014-2020 - Modifica della delibera del Comitato interministeriale
per la programmazione economica n. 65/2015 (Piano diffusione banda
ultra larga)» che al punto 4.1 ha destinato 3,5 miliardi di euro, a
valere sulle risorse FSC 2014-2020, alla realizzazione del piano di
investimenti per la diffusione della banda ultra larga ed ha
assegnato 2,2 miliardi di euro agli interventi di immediata
attivazione nelle aree ivi indicate, individuando al punto 4.4 il
profilo temporale di impiego delle risorse assegnate, e che al punto
4.3 ha rinviato a successiva delibera l'assegnazione di ulteriori
risorse nel limite massimo di 1,3 miliardi di euro;
Vista la delibera del Comitato interministeriale per la
programmazione economica n. 71 del 7 agosto 2017, recante «Piano di
investimenti per la diffusione della banda ultra larga (delibere n.
65/2015 e n. 6/2016) assegnazione di risorse; nuova destinazione di
risorse gia' assegnate; rimodulazione del profilo annuale di impiego
delle risorse», che al paragrafo 3 ha tra l'altro destinato,
nell'ambito dell'assegnazione di 2,2 miliardi di euro di cui al
paragrafo 4.1 della delibera n. 65 del 2015, come modificato dalla
delibera n. 6 del 2016, un importo complessivo di 100 milioni di euro
per sostenere lo sviluppo di beni e servizi di nuova generazione;
Vista la delibera del Comitato interministeriale per la
programmazione economica n. 105 del 22 dicembre 2017, recante «Fondo
sviluppo e coesione 2014-2020: piano di investimenti per la
diffusione della banda ultra larga (delibere n. 65 del 2015, n. 6 del
2016 e n. 71 del 2017). Individuazione misure e modalita' attuative
per sostenere lo sviluppo di beni e servizi di nuova generazione»,
che, con particolare riferimento alle sopracitate misure per il
sostegno allo sviluppo di beni e servizi di nuova generazione, ha
individuato le seguenti tre linee di intervento: a) progetti di
ricerca, sperimentazione, realizzazione e trasferimento tecnologico
aventi ad oggetto l'applicazione della tecnologia 5G a beni e servizi
di nuova generazione promossi dalle regioni coinvolte nel progetto di
sperimentazione pre-commerciale del 5G posto in essere dal Ministero
per lo sviluppo economico (assegnazione per un importo complessivo
fino a 60 milioni di euro); b) progetti promossi dalle regioni, da
altri dicasteri o enti pubblici di ricerca, per lo sviluppo di
servizi di nuova generazione (assegnazione per un importo complessivo
fino a 35 milioni di euro); c) sviluppo della fase II del Progetto
wifi.italia.it - ampliamento della rete wifi federata nei luoghi
dell'arte, della cultura e del turismo (assegnazione per un importo
complessivo di 5 milioni di euro);
Vista la delibera del Comitato interministeriale per la
programmazione economica n. 61 del 25 ottobre 2018, recante «Fondo
sviluppo e coesione 2014-2020: piano di investimenti per la
diffusione della banda ultra larga (delibere n. 65 del 2015, n. 6 del
2016, n. 71 del 2017 e n. 105 del 2017)» (pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale n. 29 del 4 febbraio 2019) che sostituisce le linee
d'intervento e le relative assegnazioni, di cui al punto 1 della
citata delibera del Comitato interministeriale per la programmazione
economica n. 105 del 2017, con le seguenti: a) un importo complessivo
fino a 45 milioni di euro per il completamento del progetto
wifi.Italia.it con particolare attenzione alla copertura dei piccoli
comuni e delle zone periferiche delle comunita' piccole, medie e
grandi, ivi comprese le azioni di comunicazione volte ad informare i
cittadini e le comunita' locali coinvolte; b) un importo complessivo
fino a 5 milioni di euro per azioni di rafforzamento amministrativo
volte al popolamento del Sistema informativo nazionale federato delle
infrastrutture - SINFI, di cui all'art. 4 del decreto legislativo 15
febbraio 2016, n. 33; c) un importo complessivo fino a 45 milioni di
euro per progetti di sperimentazione, ricerca applicata e
trasferimento tecnologico, anche in collaborazione con gli enti
territoriali, relativi alle tecnologie emergenti, quali Blockchain,
intelligenza artificiale, internet delle cose, collegate allo
sviluppo delle reti di nuova generazione; d) un importo complessivo
di 5 milioni di euro destinato allo sviluppo della fase II del
Progetto wifi.italia.it - ampliamento della rete wifi federata nei
luoghi dell'arte, della cultura e del turismo;
Considerato che la stessa delibera del Comitato interministeriale
per la programmazione economica n. 61 del 2018 individua Infratel
Italia Infrastrutture e telecomunicazioni per l'Italia S.p.a. quale
soggetto attuatore per l'attuazione della linea di intervento
contrassegnata dalla lettera b), di cui al paragrafo precedente,
riconoscendo per le relative attivita' di coordinamento, monitoraggio
e certificazione della spesa un importo entro il limite di spesa del
4% del valore complessivo del suddetto stanziamento;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 11 maggio
2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 139 del 16 giugno 2016,
avente ad oggetto «Istituzione del SINFI - sistema informativo
nazionale federato delle infrastrutture», con il quale e' stato
affidato ad Infratel Italia S.p.a. l'incarico di realizzare le
attivita' tecnico-operative e il coordinamento, per le medesime
attivita', di tutti i soggetti pubblici e privati destinatari
dell'obbligo di conferimento di dati al SINFI di cui all'art. 3 del
medesimo decreto;
Considerato che ai fini della realizzazione delle attivita' volte
al popolamento del SINFI, ai sensi di quanto previsto dall'art. 4,
comma 2 del suddetto decreto ministeriale, in data 16 giugno 2016 e'
stata stipulata una apposita convenzione operativa tra la Direzione
generale per i servizi di comunicazione elettronica, di
radiodiffusione e postali del Ministero dello sviluppo economico ed
Infratel Italia S.p.a. (registrata alla Corte dei conti il 4 agosto
2016 al n. 2142) e che, ai sensi dell'art. 9, comma 1, di tale
convenzione operativa le suddette [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Isotec
Summer Sales 2019

NEWS NORMATIVA

16/07 - Micromobilità elettrica, al via le sperimentazioni

In Gazzetta il decreto che regola la circolazione di monopattini elettrici, hoverboard, segway e monowheel

12/07 - Piano Casa Puglia, sarà modificato e inserito nella Legge sulla Bellezza

In arrivo a breve anche una circolare esplicativa sul Regolamento edilizio tipo


Safety Expo 2019
Gaeni