Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Pres. Cons. Min. 16/06/ 2017

Integrazioni delle disposizioni contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 16 febbraio 2017 in materia di riqualificazione e sicurezza delle periferie

Decreto Pres. Cons. Min. 29/05/ 2017

Riparto del fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese di cui all'articolo 1, comma 140 della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Fondo Investimenti - 800 milioni di euro al Bando Periferie)

Decreto Pres. Cons. Min. 16/02/ 2017

Modifica dei decreti del Presidente del Consiglio dei ministri 25 maggio 2016 e 6 dicembre 2016 in materia di riqualificazione e sicurezza delle periferie

Decreto Pres. Cons. Min. 06/12/ 2016

Approvazione della graduatoria del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 maggio 2016 (Graduatoria Bando Periferie)

Decreto Pres. Cons. Min. 25/05/ 2016

Approvazione del bando con il quale sono definiti le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta (Bando Periferie)

Decreto Pres. Cons. Min. 16/06/2017

(Gazzetta ufficiale 27/06/2017 n. 148)

Integrazioni delle disposizioni contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 16 febbraio 2017 in materia di riqualificazione e sicurezza delle periferie

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni,
recante «Disciplina dell'attivita' di Governo e ordinamento della
Presidenza del Consiglio dei ministri»;
Vista la legge 28 dicembre 2015, n. 208, recante «Disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge
di stabilita' 2016)», e, in particolare, l'art. 1, commi da 974 a
978;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25
maggio 2016 ed il bando allegato, che ha disciplinato le modalita' e
le procedure di presentazione dei progetti, i requisiti di
ammissibilita', nonche' i criteri di valutazione dei progetti;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 6
dicembre 2016 con il quale sono stati individuati i progetti da
inserire nel Programma straordinario di intervento per la
riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie;
Visti in particolare, l'art. 4, commi 3 e 4, del decreto del
Presidente del Consiglio dei ministri 25 maggio 2016 e l'art. 5,
commi 3, 4 e 5, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri
6 dicembre 2016, con i quali sono state individuate le modalita' di
erogazione dei finanziamenti;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 16
febbraio 2017 e in particolare, l'art. 1 con cui sono state
rimodulate le percentuali di finanziamento previste dai citati
articoli 4, commi 3 e 4 del decreto del Presidente del Consiglio dei
ministri 25 maggio 2016 e 5, commi 3, 4 e 5 del decreto del
Presidente del Consiglio dei ministri 6 dicembre 2016, prevedendo
che: «la quota di finanziamento anticipato non superiore al 20% e'
erogata soltanto in esito alla verifica dell'effettiva approvazione,
da parte degli Enti beneficiari, dei progetti definitivi o esecutivi
degli interventi proposti e del rilascio da parte delle autorita'
competenti di tutte le autorizzazioni e/o i nulla osta necessari per
realizzare gli interventi (...). La quota di finanziamento, pari al
30%, e' erogata previa verifica della implementazione dei dati nel
sistema informativo predisposto dalla Presidenza del Consiglio dei
ministri e della attestazione trasmessa dal responsabile unico del
procedimento tramite una relazione tecnica di monitoraggio,
comprovante lo stato di avanzamento dei lavori e dei servizi pari al
40% del Progetto, anche per singolo intervento, ed attestante le
opere e i servizi realizzati, le voci di spesa sostenute e il
rispetto del cronoprogramma. (...) La quota di finanziamento, pari al
30%, e' erogata previa verifica della implementazione dei dati nel
sistema informativo sopracitato e della attestazione trasmessa dal
responsabile unico del procedimento tramite una relazione tecnica di
monitoraggio, comprovante lo stato di avanzamento dei lavori e dei
servizi pari al 70% del Progetto, anche per singolo intervento, ed
attestante le opere e i servizi realizzati, le voci di spesa
sostenute e il rispetto del cronoprogramma. (...) La quota di
finanziamento, pari al 15%, e' erogata previa verifica della
implementazione dei dati nel sistema informativo di cui al precedente
comma e della attestazione trasmessa dal responsabile unico del
procedimento tramite una relazione tecnica di monitoraggio,
comprovante lo stato di avanzamento dei lavori e dei servizi pari al
100% del Progetto, anche per singolo intervento, ed attestante le
opere e i servizi realizzati, le voci di spesa sostenute e il
rispetto del cronoprogramma. (...) La restante quota di
finanziamento, pari al 5%, e' erogata soltanto in seguito alla
implementazione dei dati nel sistema informativo predetto ed alla
verifica della conclusione, nel rispetto del cronoprogramma, di tutti
gli interventi realizzati e delle spese effettivamente sostenute e
della certificazione della corretta esecuzione delle opere e dei
servizi, nonche' della effettiva approvazione degli atti di collaudo
delle opere realizzate e della certificazione della corretta
esecuzione dei servizi (...);
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 16
dicembre 2016, con il quale alla Sottosegretaria di Stato alla
Presidenza del Consiglio dei ministri onorevole avv. Maria Elena
Boschi e' stata delegata la firma dei decreti, degli atti e dei
provvedimenti di competenza del Presidente del Consiglio dei
ministri, ad esclusione di quelli che richiedono una preventiva
deliberazione del Consiglio dei ministri e di quelli relativi alle
attribuzioni di cui all'art. 5 della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Ritenuto opportuno, ferme restando le modalita' di erogazione dei
finanziamenti di cui all'art. 1 del decreto del Presidente del
Consiglio dei ministri 16 febbraio 2017, prevedere l'erogazione di
contributi annuali a fronte dell'avanzamento dei lavori e dei servizi
che non sono gia' stati finanziati, fino al limite del 95 per cento
di avanzamento dei lavori stessi, al fine di garantire il rispetto
dei principi contabili generali e, in particolare, il principio
dell'equilibrio di bilancio e della competenza finanziaria rafforzata
da parte degli enti locali aggiudicatari del finanziamento del
Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana
e la sicurezza delle periferie delle citta' metropolitane e dei
comuni capoluogo di provincia;

Decreta:

Art. 1

1. Ferme restan [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
FacTus
Fibrotubi

NEWS NORMATIVA

26/9 - Abusi edilizi, in attesa del condono sono vietati ulteriori interventi

Tar Campania: se si realizzano altri lavori, anche minori, il Comune deve sospendere l'esame dell'istanza e ordinare la demolizione

26/9 - Indici affidabilità fiscale, Ance: bene ma criticità da correggere

I costruttori: considerare la differenza tra imprese di costruzione e di ristrutturazione e i maggiori oneri del settore


Living Now
Jansen ad Architect@work