Carrello 0

Scheda Normativa

Decreto 20/11/2013 n. 10633

(Gazzetta regionale 25/11/2013 n. 48)

Regione Lombardia - Individuazione dei soggetti competenti in materia ambientale e degli enti territorialmente interessati chiamati a partecipare alla conferenza di valutazione - VAS del programma operativo regionale FESR 2014-2020 e definizione delle modalità di informazione e comunicazione

IL DIRIGENTE DELLA STRUTTURA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014-2020

Viste:
• la direttiva 2001/42/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 27 giugno 2001, concernente la valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente;

• la direttiva 2003/4/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 28 gennaio 2003 sull’accesso del pubblico all’informazione ambientale;

• la direttiva 2003/35/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 26 maggio 2003 che prevede la partecipazione del pubblico nell’elaborazione di taluni piani e
programmi in materia ambientale e modifica le direttive del Consiglio

• le direttive 85/337/CEE e 96/61/CE relativamente alla partecipazione del pubblico e all’accesso alla giustizia;

• la direttiva 1992/43/CEE relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche;

• il decreto del Presidente della Repubblica 12 marzo 2003, n. 120 che introduce modifiche ed integra il d.p.r. 357/97 concernente l’applicazione della direttiva 92/43/CEE;

Richiamato il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 «Norme in materia ambientale» e s.m.i., e in particolare l’art. 6, commi 1 e 2, che assoggetta a Valutazione Ambientale Strategica (VAS) tutti i piani e i programmi che possono avere impatti significativi sull’ambiente e sul patrimonio culturale, tra cui quelli relativi ai settori energetico e industriale che possono essere quadro di riferimento per i progetti di cui agli allegati I e II della Direttiva 85/337/CEE, così come specifica nel d.lgs. 152/2006 e s.m.i., e per i quali, in considerazione dei possibili impatti sulle finalità di conservazione dei siti designati come zone di protezione speciale (ZPS) e quelli classificati come siti di importanza comunitaria (SIC), si ritiene necessaria una valutazione d’incidenza ai sensi dell’art. 5 del d.p.r. 8 settembre 1997, n. 357 e ss.mm.;

Vista la legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 «Legge per il Governo del Territorio» e s.m.i. e in particolare l’art.4, che introduce la Valutazione Ambientale Strategica (VAS) dei piani/programmi dando attuazione alla Direttiva 2001/42/ CE.

Visti:

• la proposta modificata di Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio (COM(2013) 246 finale) recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca compresi nel Quadro Strategico Comune (QSC) e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

• la proposta di [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Fibrotubi
Gen2 Home

NEWS NORMATIVA

25/9 - IVA agevolata al 10%, si applica per la costruzione di edifici ‘Tupini’

Agenzia delle Entrate: per la detrazione dell’imposta le spese vanno ripartite in base alla destinazione di ogni singola unità immobiliare

25/9 - Fondo Infrastrutture, nel Milleproroghe la soluzione allo stop della Consulta

Le intese con le Regioni si potranno sancire a posteriori. Slitta al 31 dicembre 2018 l'adeguamento antisismico e antincendio nelle scuole


HPU Hybrid
Gewiss