Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Legge 06/06/ 2012 n. 74

Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012

News Correlate

20/09/2012
Emilia Romagna, dalla UE 670 milioni di euro

Stanziamento del Fondo di solidarietà per riparare i danni del terremoto

Decreto 28/05/2013

(Gazzetta ufficiale 11/09/2013 n. 213)

Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Protezione Civile - Ripartizione delle somme di cui al Fondo di solidarietà dell'Unione Europea per il finanziamento degli interventi di ricostruzione delle zone colpite dal sisma del 20 e 29 maggio 2012

IL CAPO DEL DIPARTIMENTO
DELLA PROTEZIONE CIVILE

Vista la legge 24 febbraio 1992, n. 225 e successive modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, e successive modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legge 7 settembre 200l, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Visto il decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° agosto 2012, n. 122, con il quale sono stati dettati interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012;
Visto l'art. 2 del predetto decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, con il quale e' stato istituito il Fondo per la ricostruzione della aree colpite dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 ed in particolare il comma 5 del medesimo articolo che alla lettera a) stabilisce che nel fondo citato confluiscano anche le risorse eventualmente rivenienti dal Fondo di solidarieta' dell'Unione Europea di cui al regolamento (CE) n. 2012/2002 del Consiglio dell'11 novembre 2002, nei limiti delle finalita' stabilite;
Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 22 maggio 2012 con la quale e' stato dichiarato lo stato di emergenza in ordine agli eventi sismici che il 20 maggio 2012 hanno colpito il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo;
Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 30 maggio 2012 con la quale e' stato dichiarato lo stato di emergenza in ordine agli eventi sismici che il 29 maggio 2012 hanno colpito il territorio
delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo;
Visto il Regolamento del Consiglio (CE) n. 2012/2002 dell'11 novembre 2002 con il quale e' stato istituito il Fondo di solidarieta' dell'Unione Europea con l'obiettivo di concedere sovvenzioni per integrare gli sforzi degli Stati interessati e coprire una parte delle spese pubbliche sostenute per la realizzazione degli interventi di emergenza;
Vista la richiesta di accesso al Fondo di Solidarieta' dell'Unione Europea inoltrata alla Commissione Europea per il tramite della Rappresentanza Italiana presso l'Unione Europea, con nota dal Dipartimento della protezione civile prot. n. DPC/CD/0000199 del 27 luglio 2012;
Vista la Decisione della Commissione Europea del 3 dicembre 2012 con la quale e' stata concessa una sovvenzione del Fondo di solidarieta' dell'Unione europea per un importo pari ad € 670.192.359,00, per il finanziamento di interventi d'emergenza conseguenti al sisma che il 20 e 29 maggio 2012 ha colpito le province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo;
Visto l'Accordo sottoscritto in data 12 dicembre 2012 tra l'Unione Europea e la Repubblica Italiana con il quale e' stata data attuazione alla decisione della Commissione del 3 dicembre 2012;
Tenuto conto del disposto dell'art. 4 del citato Accordo, ove e' individuato, quale organismo responsabile del coordinamento dell'attuazione della sovvenzione in rassegna, il Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri;
Tenuto conto, altresi', delle determinazioni riportate nell'allegato I del citato Accordo, in base alle quali si dispone che le Amministrazioni responsabili dell'attuazione della sovvenzione siano il Dipartimento della protezione civile e le regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto;
Vista la nota 24 dicembre 2012 del Capo del Dipartimento, prot. DPC/REI 85906, indirizzata al Ministero dell'economia e delle finanze, con la quale si richiede il trasferimento, sulle contabilita' speciali intestate ai Commissari delegati ai sensi dell'art. 1, comma 2 del decreto-legge 74 citato, delle risorse di cui al presente decreto;
Considerata la necessita' di procedere alla ripartizione, in favore delle Amministrazioni individuate, delle risorse assegnate a valere sul Fondo di solidarieta' dell'Unione Europea, nei limiti delle spese dichiarate da ciascuna dalle citate Amministrazioni nella richiesta di accesso al Fondo di Solidarieta' all'Unione Europea e considerate eleggibili ai sensi del Regolamento del Consiglio (CE) n. 2012/2002 dell'11 novembre 2002;


Decreta:

Art. 1

1. In considerazione di quanto esposto in premessa, le risorse assegnate dalla Commissione Europea con la Decisione della Commissione del 3 dicembre 2012 a valere sul Fondo di Solidarieta' dell'Unione Europea pari ad € 670.192.359,00 sono ripartite, nei limiti delle spese considerate eleggibili ai sensi del Regolamento del Consiglio (CE) n. 2012/2002 dell'11 novembre 2002, come segue:

a) e' assegnata alla Regione Emilia Romagna la somma di € 549.560.750,63, versata sulla contabilita' speciale n. 5699, presso la Banca d'Italia Sezione di Tesoreria Provincia [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Living Now
Supporto mosaici

NEWS NORMATIVA

24/9 - Box auto, bonus ristrutturazione solo se realizzato ‘ex-novo’

Agenzia delle Entrate: no alla detrazione se l’impresa ha costruito l’autorimessa riconvertendo un edificio preesistente

21/9 - Antisismica, no alle semplificazioni per le piccole opere

La Cassazione boccia le norme regionali che consentono di non valutare l’opera nel suo complesso


Nurith
Schuco ASE 67 PD