Testo 300
Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto 15/11/ 2018 n. 5

Presidenza del Consiglio dei Ministri - Il Commissario Straordinario per la ricostruzione del viadotto Polcevera - Approvazione delle specifiche tecniche propedeutiche all'avvio di una consultazione di mercato finalizzata all'instaurazione di una procedura negoziata senza pubblicazione di bando avente ad oggetto l'appalto dei lavori di demolizione del ponte Morandi e di ricostruzione del nuovo ponte sul Polcevera

Decreto 13/11/2018 n. 3

(Gazzetta ufficiale 22/11/2018 n. 272)

Presidenza del Consiglio dei Ministri - Il Commissario Straordinario per la ricostruzione del viadotto Polcevera

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
per la ricostruzione del viadotto Polcevera
dell'autostrada A10
(D.P.C.M. 4 ottobre 2018)

Visto il decreto-legge 28 settembre 2008, n. 109, recante
«Disposizioni urgenti per la citta' di Genova, la sicurezza della
rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi
sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze», pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana il 28 settembre
2018, n. 226;
Visto l'art. 1, comma 1 del citato decreto-legge n. 109/2018 che
prevede la nomina di un Commissario straordinario al fine di
garantire, in via d'urgenza, le attivita' per la demolizione, la
rimozione, lo smaltimento e il conferimento in discarica dei
materiali di risulta, nonche' per la progettazione, l'affidamento e
la ricostruzione dell'infrastruttura ed il ripristino del connesso
sistema viario;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4
ottobre 2018 con il quale, in applicazione dell'art. 1, comma 1, del
predetto decreto-legge, il sindaco di Genova, dott. Marco Bucci, e'
stato nominato quale Commissario straordinario;
Visto l'art. 1, comma 5 del decreto-legge n. 109/2018 il quale
dispone che, in relazione alle predette attivita', il Commissario
straordinario operi in deroga ad ogni disposizione di legge
extrapenale, fatto salvo il rispetto dei vincoli inderogabili
derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea;
Visto l'art. 1, comma 7 del medesimo decreto-legge il quale prevede
che il Commissario straordinario affidi, ai sensi dell'art. 32 della
direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26
febbraio 2014, la realizzazione delle attivita' concernenti il
ripristino del sistema viario, nonche' quelle propedeutiche e
connesse, ad uno o piu' operatori economici, ad esclusione di quelli
specificatamente menzionati nella disposizione di legge in esame;
Visto l'art. 32 della direttiva 2004/24/UE, rubricato «Uso della
procedura negoziata senza previa pubblicazione», il quale dispone che
le amministrazioni aggiudicatrici possono aggiudicare appalti
pubblici mediante una procedura negoziata senza previa pubblicazione
di un bando in presenza di casi tassativamente identificati, fra cui
sono contemplate - al comma 2, lettera c) - le ragioni di estrema
urgenza derivanti da eventi imprevedibili dall'amministrazione
aggiudicatrice che non consentono di rispettare i termini per le
procedure aperte o per le procedure ristrette o per le procedure
competitive con negoziazione;
Atteso che il crollo di un tratto del viadotto Polcevera
dell'autostrada A10 avvenuto in data 14 agosto 2018 ha determinato la
morte di 43 persone e che si e' trattato di un evento del tutto
straordinario, totalmente imprevisto e di eccezionale gravita';
Atteso che le conseguenze del crollo hanno determinato una
situazione di gravissima criticita', imponendo l'evacuazione e la
ricollocazione di 281 nuclei familiari dalle proprie abitazioni poste
nella zona sottostante il ponte, nonche' determinando il collasso del
sistema trasportistico della citta' di Genova;
Atteso che il crollo ha altresi' comportato l'interruzione delle
attivita' economiche e produttive che avevano sede nelle zone colpite
dall'evento e minaccia concretamente di estendersi alle zone contigue
in conseguenza dell'aumento insostenibile del traffico cittadino in
tutte le zone circostanti;
Atteso che la vicinanza dell'area interessata dal crollo al porto
di Genova, di primaria importanza per dimensioni e mole di traffici
nel panorama nazionale, ha altresi' comportato immediate gravi
ripercussioni su tutta la funzionalita' e la logistica dell'area
portuale, con negative conseguenze sul volume dei traffici
commerciali del porto e con correlate gravi ripercussioni in tutte le
attivita' economiche dell'intero territorio della Regione Liguria;
Atteso che tale situazione sta anche comportando gravissimi disagi
a tutto il traffico pubblico e privato e di conseguenza a tutta la
popolazione per i maggiori tempi necessari per compiere le normali
attivita' della vita, e in particolare i tragitti casa lavoro e casa
scuola, comprimendo lo spazio in precedenza dedicato dalle persone al
riposo, nonche' al tempo libero ed alle normali attivita' di
relazione sociale ed economica;
Atteso che, in ragione di quanto verificatosi, tutte le attivita'
economiche e commerciali della citta', anche posizionate in aree non
adiacenti al ponte, hanno lamentato danni diretti ed indiretti
quantificati, in base ai dati raccolti e di recente anticipati dalla
Camera di commercio industria ed artigianato di Genova, per oltre
400.000.000,00 euro;
Attesa, pertanto, la necessita' di avviare immediatamente le
procedure finalizzate al superamento dello stato di emergenza, pur in
pendenza del termine per la conversione in legge del decreto-legge n.
109/2018 e con riserva di adottare in seguito gli eventuali
[ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Stuv
Knauf manuale antincendio

NEWS NORMATIVA

18/12 - Fattura elettronica, i commercialisti fanno ricorso contro l’Agenzia delle Entrate

Chiesto il differimento fino a quando il sistema non sarà sanato dai vizi che mettono a rischio privacy e sistema economico

18/12 - Codice Appalti, semplificati i meccanismi di esclusione dalle gare

Schematizzati in modo più chiaro gli illeciti professionali. Annunciati emendamenti sui limiti 80-20 e 60-40 delle concessionarie


Metal Deploye
Dakota