inc

Scheda Normativa

Norme Correlate

Legge dello Stato 24/06/ 2009 n. 77

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile (S.O. 99)

Decreto Legge 28/04/ 2009 n. 39

Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile

Delibera/zione 24/05/2011 n. 201

(Gazzetta regionale 06/06/2011 n. 35)

Regione Campania - Attuazione dell'art.11 del DL 28/04/2009 n.39 convertito, con modificazioni, dalla Legge 24/06/2009 n.77 in materia di contributi per interventi di prevenzione del rischio sismico. Approvazione indirizzi e criteri

Alla stregua dell’istruttoria compiuta dal Settore e delle risultanze e degli atti tutti richiamati nelle
premesse che seguono, costituenti istruttoria a tutti gli effetti di legge, nonché dell’espressa
dichiarazione di regolarità della stessa resa dal Dirigente del Settore a mezzo di sottoscrizione
della presente
PREMESSO che:
a) L’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274/2003 recante “Primi elementi in
materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative
tecniche di costruzioni in zone sismiche”, al comma 3 dell’art. 2, prevede l’obbligo di verifiche sia
di edifici di interesse strategico e delle opere infrastrutturali la cui funzionalità durante gli eventi
sismici assume rilievo fondamentale per le finalità di Protezione Civile, sia degli edifici e delle
opere strutturali che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale
collasso, con priorità con edifici ed opere situate nelle zone sismiche 1 e 2.
b) L’art. 2, comma 4, della medesima Ordinanza, stabilisce che il Dipartimento della Protezione
Civile provvede, tra l’altro, ad individuare le tipologie di edifici e le opere che presentano le
caratteristiche di cui al comma 3, e a fornire ai soggetti competenti le necessarie indicazioni per
le verifiche tecniche che dovranno stabilire il livello di adeguatezza di ciascuno di essi rispetto a
quanto previsto dalle norme.
c) Con il Decreto del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 3685 del 21/10/2003, recante
“Disposizioni attuative dell’art.2, commi 2, 3 e 4, dell’OPCM 3274/2003”, con il quale, tra l’altro,
sono state rispettivamente per quanto di competenza statale le tipologie degli edifici di interesse
strategico e delle opere strutturali la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo
fondamentale per le finalità di Protezione Civile e quelle degli edifici e delle opere strutturali che
possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso, nonché le
indicazioni per le verifiche tecniche da realizzarsi negli edifici e le opere rientranti nelle predette
tipologie.
d) Con deliberazione di Giunta Regionale n. 3573 del 05/12/2003 sono stati approvati due elenchi
definiti rispettivamente:
• Elenco “A”: “Categorie di edifici e di opere infrastrutturali di interesse strategico di
competenza regionale, la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo
fondamentale per le finalità di protezione civile”;
• Elenco “B”: “Categorie di edifici e di opere infrastrutturali di competenza regionale che
possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso”.
e) Con decreto del 14/01/2008 del Ministero delle Infrastrutture, di concerto con il Ministero degli
Interni e con il Capo del dipartimento della Protezione Civile, è stata approvato il testo aggiornato
delle Normative tecniche delle Costruzioni.
f) In Conferenza delle Regioni e delle Province autonome il 13/11/2008 sono stati approvati gli
Indirizzi e i criteri per la microzonazione sismica.
g) L’art. 11 della Legge 24/06/09, n.77, “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge
28 aprile 2009, n. 39, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi
sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione
civile” stabilisce l’istituzione di un Fondo per la prevenzione del rischio sismico dell’importo di
euro 44 milioni per l’anno 2010; di euro 145,1 milioni per l’anno 2011; di euro 195,6 milioni per
ciascuno degli anni 2012, 2013 e 2014; di euro 145,1 milioni per l’anno 2015 e di euro 44 milioni
per l’anno 2016.
h) L’attivazione dell’iniziativa è avvenuta con la pubblicazione, nella G.U. n. 281 del 01/12/2010,
dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3907 in data 13 novembre 2010, con la
quale sono state disciplinate le modalità di ripartizione dei contributi e le specifiche tecniche per
l’acc [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Docce a pavimento_Marketplace
inc
Componenti per impianti idrici Marketplace
inc

NEWS NORMATIVA

Ecobonus, bonus ristrutturazioni, bonus facciate e bonus verde verso la proroga al 2021

21/10 - Ecobonus, bonus ristrutturazioni, bonus facciate e bonus verde verso la proroga al 2021

Le intenzioni del Governo nel Documento programmatico di bilancio inviato all’Ue, nessuna menzione al Superbonus 110%

21/10 - Rating di legalità, in vigore il nuovo regolamento

In Gazzetta le norme aggiornate per l’attribuzione delle stellette alle imprese virtuose


Alba
inc
Happy D.2 Plus
inc

inc