Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Legge regionale 07/10/ 2009 n. 20

Regione Puglia - Norme per la Pianificazione Paesaggistica

Delibera/zione 20/12/2012 n. 2905

(Gazzetta regionale 22/01/2013 n. 11)

Regione Puglia - Esercizio funzioni delegate in materia di paesaggio. Modalità di trasmissione delle autorizzazioni paesaggistiche prevista dal comma 11 dell’art. 146 del D.Lgs. 42/2004 e trasmissione della documentazione inerente le modalità di esercizio della funzione delegata, prevista dall’art. 8 comma 5 della Lr 20/2009

L’Assessore Regionale alla Qualità del Territorio Prof.ssa Angela Barbanente sulla base dell’istruttoria espletata dall’Ufficio Attuazione Pianificazione Paesaggistica e confermata dal Dirigente del Servizio Assetto del Territorio riferisce quanto segue.

CONSIDERATO CHE:
Il Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio), e le successive modifiche e integrazioni, hanno innovato la materia paesaggistica, obbligando alla revisione delle leggi regionali in materia.
In ottemperanza al nuovo quadro normativo, la Regione Puglia ha approvato la Legge regionale n. 20 del 7 ottobre 2009 e ss.mm.ii., , con la quale è stato ridisciplinato, tra l’altro, il procedimento di rilascio dell’autorizzazione paesaggistica, ed in particolare, con gli artt. 7sgg. sono state definite le norme per il trasferimento ai Comuni delle sub-deleghe al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica.
La menzionata Legge regionale n. 20/2009 e ss.mm.ii., pertanto, modificando il procedimento di rilascio dell’autorizzazione paesaggistica relativamente agli immobili sottoposti a tutela da parte del D.Lgs. 42/2004 e del PUTT/P, impone alcune precisazioni circa le modalità attraverso le quali si esplica la trasmissione delle Autorizzazioni Paesaggistiche per il controllo da parte del Ministero sulle autorizzazioni paesaggistiche ex art. 146 del D.Lgs. 42/2004 e da parte della Regione sulle autorizzazioni paesaggistiche ex art. 5.01 delle NTA del PUTT/p rilasciate dagli enti delegati.
Con Deliberazione della Giunta Regionale n. 2961 del 28 12 2010, in coerenza con il Codice dell’Amministrazione Digitale che promuove l’utilizzo delle tecnologie informatiche e per adottare standard comuni e azioni coordinate con gli Enti Locali, la Regione ha stabilito che la trasmissione delle autorizzazioni paesaggistiche rilasciate a partire dal 1 gennaio 2011 dagli enti delegati, prevista dal comma 7 dell’art. 5.01 delle NTA del PUTT/p, debba avvenire in maniera telematica, attraverso il Sistema Informativo Territoriale in una sezione dedicata alla raccolta e gestione delle informazioni relative alle autorizzazioni (accessibile sia dal sito istituzionale www.regione.puglia.it che all’indirizzo www.sit.puglia.it). Detta deliberazione aggiunge che possono essere trasmesse secondo la stessa procedura anche le autorizzazioni paesaggistiche ex art. 146 del D.Lgs. 42/2004 (relative ai territori sottoposti a tutela ai sensi della Parte III del D.Lgs. 42/2004), assolvendo così agli obblighi previsti dall’art. 146, comma 13 del D.Lgs. 42/2004 in capo all’Amministrazione delegata (istituzione dell’elenco delle autorizzazioni rilasciate aggiornato almeno ogni 30 giorni e liberamente consultabile, anche per via telematica e trasmissione trimestrale alla regione), ma non all’obbligo di trasmissione delle autorizzazioni rilasciate alla Soprintendenza previsto dal comma 11 dell’art. 146, del D.Lgs. 42/2004.
Le funzionalità previste dalla DGR n. 2961 del 28 12 2010 sono attualmente in uso da soggetti operanti in qualità di enti delegati al rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche ai sensi della L.R. 20/2009, e l’analisi di quanto trasmesso ha permesso di constatare che è prassi ormai diffusa, accanto alla trasmissione obbligatoria delle autorizzazioni ex art 5.01 delle NTA del PUTT/p, la trasmissione delle autorizzazioni paesaggistiche ex. art. 146 del D.Lgs. 42/2004, ad oggi facoltativa.

PRESO ATTO CHE:
In data 5 Luglio 2012 è stato sottoscritto il tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia, Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Bari, Barletta-Andria-Trani e Foggia, Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto, Regione Puglia e InnovaPuglia (repertoriato al n. 14016 del 30 agosto 2012);
Con il succitato Protocollo si è inteso stabilire un rapporto di collaborazione finalizzato all’attuazione di quanto disposto dall’art. 146 “autorizzazioni paesaggistiche” del D.Lgs. n. 42 del 22/02/2004 con l’obiettivo di:
- realizzare un sistema stabile e permanente di relazioni e collaborazioni tra i diversi livelli istituzionali, con funzioni di orientamento ai fini dell’esercizio della funzione delegata;
- condividere procedure, anche ai fini della semplificazione ed informatizzazione delle procedure autorizzative;
- attuare progetti ed iniziative congiunte;
- utilizzare banche dati e strumenti informatici comuni ai fini del controllo della funzione delegata;
- utilizzare banche dati e strumenti informatici comuni sia per la gestione della procedura che per la pubblicazione dei dati, anche ai fini del controllo della funzione delegata.

Contestualmente a detto Protocollo è stato sottoscritto in data 5 Luglio 2012, il I ATTO ESECUTIVO recante (repertoriato al n. 14017 del 30 agosto 2012) nell’ambito del quale è stato nominato un Tavolo tecnico che ha visto coinvolti referenti della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia, delle Soprintendenze per i Beni Architettonici e Paesaggistici, della Regione, di InnovaPuglia e di alcuni enti delegati all’esercizio delle funzioni Paesaggistiche (Provincia di Foggia, Unione dei Comuni Jonica-salentina, comune di Altamura). A partire dal 1 settembre 2012, ha avuto luogo la sperimentazione, finalizzata a valutare la possibilità di estendere anche alla trasmissione delle autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dalle autorità competenti, prevista dal comma 11 dell’art. 146 del D.Lgs. 42/2004, le modalità in esercizio per le autorizzazioni paesaggistiche ex art. 5.01 delle NTA del PUTT/p giusta DGR 2961/2010.
Ai fini della sperimentazione InnovaPuglia ha provveduto ad estendere le funzionalità del Sistema Informativo Territoriale, già disponibili per le trasmissioni telematiche dell’autorizzazione paesaggistica ex art. 5.01 delle NTA del PUTT/P, alle autorizzazioni ex art. 146 del D.Lgs. 42/2004 prevedendo un apposito modulo rivolto alle Soprintendenze per permettere l’esercizio delle funzioni di controllo.
In data 15 novembre 2012 è stato sottoscritto un primo resoconto delle attività svolte e dei risultati raggiunti dal tavolo tecnico nell’ambito della sperimentazione, nel quale si è unanimemente concordato che ci sono le condizioni perché dal 1 gennaio 2013 si possa estendere anche alla trasmissione delle autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dalle autorità competenti, prevista dal comma 11 dell’art. 146 del D.Lgs. 42/2004, la modalità di trasmissione telematica delle autorizzazioni già prevista per le autorizzazioni paesaggistiche ex art.5.01 delle NTA del PUTT/p, dalla DGR 2961/2010.
InnovaPuglia nell’ambito della sperimentazione ha sviluppato apposite funzionalità del Sistema Informativo Territoriale per consentire la trasmissione telematica delle autorizzazioni paesaggistiche (ex art. 146 del D.Lgs. 42/2004 ed ex art. 5.01 delle NTA del PUTT/p) rilasciate dalle autorità competenti e per il controllo da parte delle Soprintendenze e della Regione.

CONSIDERATO INOLTRE CHE:
La Lr 20/2009 all’art 8 comma 5 prevede che i comuni trasmettano alla Regione copia del provvedimento istitutivo della commissione locale per il paesaggio, delle nomine dei singoli componenti e dei rispettivi curricula, e che DGR 24 novembre 2009, n. 2273 (Allegato1, punto 8) prevede che i comuni trasmettano alla Regione l’atto o provvedimento del comune titolare delle funzioni paesaggistiche di istituzione e nomina della Commissione Locale per il Paesaggio con i curricula dei singoli membri della commissione stessa, nonché gli atti dai quali risulti l’individuazione del responsabile del provvedimento a cui è demandato il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica.
Su indicazione dell’Ufficio Attuazione Pianificazione Paesaggistica, InnovaPuglia ha sviluppato, sempre all’interno del Sistema Informativo Territoriale, apposite funzionalità per la trasmissione e consultazione telematica della documentazione prevista dall’art. 8 comma 5 della Lr 20/2009 nonché dalla DGR 24 novembre 2009, n. 2273, in merito all’organizzazione dell’esercizio delle funzioni paesaggistiche da parte degli enti delegati e per la consultazione delle informazioni ivi contenute da parte di cittadini, enti, imprese e professionisti. Tali funzionalità sono state definite al fine di fornire ad imprese e professionisti un utile strumento di riferimento per il proprio lavoro ed al fine di costituire, per i cittadini, un punto di accesso unitario alle informazioni relative all’esercizio della funzione paesaggistica delegata da parte dei comuni.

VALUTATO QUANTO SOPRA

In coerenza con il Codice dell’Amministrazione Digitale che promuove l’utilizzo delle tecnologie informatiche e al fine di adottare standard comuni e azioni coordinate con gli Enti Locali, la Regione stabilisce che per le autorizzazioni paesaggistiche ex art. 146 rilasciate a partire dal 1 gennaio 2013, la trasmissione prevista dal comma 11 dell’art. 146 del D.Lgs. 42/2004 (unitamente alla trasmissione delle Autorizzazioni paesaggistiche ex art. 5.01 delle NTA del PUTT/P prevista dal comma 7 del medesimo articolo), dovrà avvenire in maniera telematica, attraverso il Sistema Informativo Territoriale nella sezione dedicata alla raccolta e gestione delle informazioni relative alle autorizzazioni.
Con tale trasmissione l’Amministrazione competente assolve agli obblighi di cui all’art. 146, comma 11 e comma 13 del D.Lgs. 42/2004, e del comma 7 dell’art. 5.01 delle NTA del PUTT/p nei confronti della Regione, della Soprintendenza, degli altri enti pubblici territoriali interessati e, ove esistente, dell’ente parco nel cui territorio si trova l’immobile o l’area sottoposti al vincolo.
Le informazioni trasmesse telematicamente dovranno contenere gli estremi dell’autorizzazione (data del rilascio, proponente, annotazione sintetica dell’oggetto), la localizzazione dell’intervento (particelle catastali, shapefile georeferenziato) e dovrà essere allegata copia digitale dell’atto di autorizzazione rilasciato, nonché, ove pertinente, copia del parere rilasciato dalla Soprintendenza nel corso del procedimento, il tutto secondo le istruzioni contenute nel sistema stesso, accessibile sia dal sito istituzionale www.regione.puglia.it che all’ indirizzo www.sit.puglia.it
Inoltre la Regione, in coerenza con il D.Lgs. 150/2009 che promuove l’efficienza e la trasparenza per le Pubbliche Amministrazioni, stabilisce che, a partire dal 1 Marzo 2013, gli enti dovranno trasmettere telematicamente, attraverso il Sistema Informativo Territoriale, la documentazione prevista dall’art. 8 comma 5 della Lr 20/2009 nonché dalla DGR 24 novembre 2009, n. 2273, in merito all’organizzazione dell’esercizio delle funzioni paesaggistiche (nomina del responsabile del procedimento per il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche, provvedimenti di istituzione e nomina delle commissioni locali per il paesaggio, regolamento delle commissioni, curricula dei membri delle Commissioni), ai fini del rilascio della delega da arte della Giunta Regionale all’esercizio delle funzioni paesaggistiche.
Dovranno similmente essere trasmessi telematicamente attraverso le apposite funzionalità del Sistema Informativo Territoriale, eventuali provvedimenti di modifica del modello di gestione della funzione delegata (modifiche al regolamento della commissione, nomina nuovi membri della commissione, nomina di nuovo responsabile del procedimento per il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche). Tali informazioni dovranno essere trasmesse secondo le istruzioni contenute nel sistema stesso, accessibile all’ indirizzo www.sit.puglia.it.
Le informazioni alfanumeriche e geografiche raccolte saranno, pertanto, rese consultabili online ad enti, imprese, professionisti e cittadini, sempre attraverso il SIT.

Tutto ciò premesso, si propone alla Giunta la modifica del PUTT/p nel senso sopra indicato.
Il presente provvedimento appartiene alla sfera delle [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Sismicad 12
Drain Beton

NEWS NORMATIVA

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea

19/9 - Ricostruzione con sagoma diversa, è una nuova costruzione?

La Cassazione spiega il concetto di sagoma di ingombro e l’importanza del rispetto delle distanze tra edifici


Thermoslide
Capannoni Kopron