Carrello 0

Scheda Normativa

Delibera/zione 25/10/2013 n. 1989

(Gazzetta regionale 05/11/2013 n. 144)

Regione Puglia - Programma Triennale per l’ambiente, Asse 2 linea di intervento “e”. Realizzazione di Progetti Integrati di Paesaggio nell’ambito del Piano Paesaggistico Territoriale della Regione (PPTR). Azioni di valorizzazione e riqualificazione integrata dei paesaggi costieri della Puglia. Indirizzi per l’attuazione

L’Assessore Regionale alla Qualità del Territorio Prof.ssa Angela Barbanente, sulla base dell’istruttoria espletata dal Servizio Assetto del Territorio, riferisce quanto segue.

PREMESSA
- con Deliberazione della Giunta Regionale 11 gennaio 2010, n. 1 è stata approvata la PROPOSTA DI PIANO PAESAGGISTICO TERRITORIALE DELLA REGIONE PUGLIA, di seguito PPTR, poi adottato con Deliberazione della Giunta Regionale n. 1435 del 2 agosto 2013;
- con Deliberazione della Giunta Regionale 26 settembre 2003, n. 1440 è stato approvato, ai sensi dell’art. 4 della l.r. n. 17/2000, il Programma Regionale per la Tutela dell’Ambiente denominato “PROGRAMMA DI AZIONI PER L’AMBIENTE”;
- con Deliberazione della Giunta Regionale 30 novembre 2010, n. 2645 è stato aggiornato il Programma regionale per la Tutela dell’Ambiente, ed in particolare la Sezione C “Programma di Azioni per l’Ambiente” che prevede I’ “Attivazione di Progetti integrati nell’ambito dei Progetti Territoriali Integrati del Paesaggio regionale costituenti forme permanenti di attuazione del PPTR da definire di concerto con il Servizio Assetto del Territorio” - Asse 2 Linea di intervento “e”;
- con Deliberazione della Giunta Regionale n. 2420 del 2.11.2011 la Dirigente del Servizio Assetto del Territorio è stata autorizzata a curare l’attuazione del Programma Regionale per la Tutela dell’Ambiente, limitatamente alle risorse dell’Asse 2 - linee di intervento a, b, d, e; e a porre in essere, relativamente ad esse, le iniziative tecnico/amministrative e di natura contabile secondo le necessità e con gli indirizzi di attuazione previsti dal Programma Regionale di Tutela dell’Ambiente;
- L’analisi patrimoniale del sistema costiero operata nell’ambito del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (fronti urbani, aree agricole aree ad alta valenza naturalistica, sistemi dunali, aree periferiche, piattaforme turistiche, sistemi urbano- rurali e infrastrutturali dell’entroterra, ecc.) ha articolato il sistema in unità costiere paesaggisticamente omogenee, mettendo a fuoco le peculiarità di questo patrimonio che, sebbene intaccato da abusivismi e urbanizzazioni legati all’avvio di un ciclo storico recente di turismo balneare, conserva ancora, rispetto alla saturazione e decadimento patrimoniale dei sistemi costieri di altre regioni, un notevole valore di esistenza dal punto di vista naturalistico, paesaggistico, urbano e rurale;
- con Deliberazione della Giunta Regionale n. 2486 del 27 novembre 2012 è stato dato mandato al Servizio Assetto del Territorio di:
- selezionare gli interventi per l’attuazione dei progetti territoriali integrati del paesaggio regionale coerenti con gli Scenari Strategici del PPTR individuando le sedici aree da sottoporre ad interventi di “valorizzazione e riqualificazione integrata dei paesaggi costieri ad alta valenza naturalistica da sottoporre a riqualificazione e valorizzazione”, e individuando altresì obiettivi e criteri di intervento;
- effettuare una ricognizione delle situazioni di maggiore criticità ambientale fra i comuni ricadenti nei sedici Paesaggi costieri ad Alta Valenza Naturalistica individuati dal PPTR che, nel contempo, avessero inserito in politiche e programmi di rigenerazione urbana territoriale approvati (Documento Programmatico e/o Programma di rigenerazione ai sensi della LR 21/2008) interventi ed aree inerenti la riqualificazione dei paesaggi costieri nel senso prima indicato;
- individuare le amministrazioni territorialmente competenti interessate alla realizzazione dei progetti integrati di paesaggio.

Visto che:
- con D.D. n. 781 del 4/12/2012 “Attuazione Programma Triennale per l’Ambiente, Asse 2 linea di intervento “e”. Realizzazione di progetti Integrati di Paesaggio nell’ambito del Piano Paesaggistico Territoriale della Regione Puglia (PPTR). Impegno di spesa” si è provveduto all’impegno, tra l’altro, di € 1.453.324,40 per “progetti di valorizzazione e riqualificazione integrata dei paesaggi costieri della Puglia” i cui soggetti beneficiari finali sono Comuni ed Enti Locali;
- con D.D. n. 193 del 23/04/2013 è stato approvato l’Avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse per la realizzazione dei Progetti Integrati di Paesaggio nell’ambito del Piano Paesaggistico Tematico della Regione Puglia (PPTR) in attuazione del Programma Regionale di Azioni per l’Ambiente”, il quale indicava quali requisiti per la presentazione delle candidature:
- appartenenza territoriale ad uno o più Paesaggi Costieri ad Alta Valenza Naturalistica, da sottoporre ad azioni di riqualificazione e valorizzazione, così come individuati dal PPTR;
- presenza di un quadro di pianificazione/programmazione di politiche/interventi di rigenerazione urbana e territoriale inerenti i territori costieri ricadenti nell’ambito dei Paesaggi Costieri ad Alta Valenza Naturalistica del PPTR, coerente con le finalità, gli obiettivi, le tipologie di intervento previsti dalla LR 29 luglio 2008, n. 21 e con gli obiettivi strategici del Progetto Territoriale per il Paesaggio di “valorizzazione e riqualificazione integrata dei paesaggi costieri” di PPTR;
- inclusione in ambiti di rigenerazione approvati ai sensi della LR 29 luglio 2008, n. 21 delle aree e degli interventi di “valorizzazione e riqualificazione integrata dei paesaggi costieri” proposti nella candidatura;

CONSIDERATO che:
- sono pervenute al Servizio Assetto del Territorio n. 27 manifestazioni di interesse da parte di Comuni o raggruppamenti di Comuni, ciò dimostrando l’interesse da parte degli enti locali alla realizzazione di interventi di riqualificazione dei paesaggi costieri così come indicato;
- il PPTR adottato il 2 agosto 2013 si caratterizza per la sua natura propositiva e progettuale e nello Scenario Strategico individua cinque Progetti di Paesaggio Regionali tra cui il Progetto territoriale per il paesaggio di valorizzazione e riqualificazione integrata dei paesaggi costieri e prevede tra gli Strumenti di governance, all’ art. 21 delle NTA, anche la attivazione di “progetti integrati di paesaggio”; finalità dell’Avviso è proprio quella di promuovere e realizzare progetti integrati di paesaggio di elevata qualità progettuale e realizzativi, aventi grande valenza esemplare e dimostrativa di nuove modalità di intervento nelle aree costiere finalizzate alla valorizzazione e riqualificazione di tali paesaggi, quali interventi pilota in attuazione degli obiettivi e degli indirizzi dello scenario strategico del PPTR;
- il sistema costiero è stato oggetto nel tempo di forti aggressioni insediative e antropiche e, al contempo, presenta elevati valori ambientali e alte valenze ecologiche con attuali dinamiche di forte modificazione, si rende necessario promuovere la redazione di progetti di qualità in grado di preservarne gli equilibri e favorirne una più adeguata fruizione;
- la Regione Puglia incentiva il ricorso ai Concorsi di progettazione per conseguire le finalità di una maggiore qualità delle opere di architettura e trasformazione del territorio, così come indicato nella LR 14/2008 “Misure a sostegno della qualità delle opere di architettura e di trasformazione del territorio”.

Tutto ciò premesso, ad integrazione e maggiore specificazione di quanto contenuto nella DGR n. 2486 del 27 novembre 2012, si ritiene utile e opportuno dare attuazione alla proposta che otterrà il maggiore punteggio fra quelle pervenute a seguito di Avviso pubblico di cui alla D.D. del 23 aprile 2013, n.193 destinando una somma non superiore a euro 1.000.000,00 per la definizione dei successi livelli di progettazione e per la realizzazione de [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Nurith
FacTus

NEWS NORMATIVA

26/9 - Abusi edilizi, in attesa del condono sono vietati ulteriori interventi

Tar Campania: se si realizzano altri lavori, anche minori, il Comune deve sospendere l'esame dell'istanza e ordinare la demolizione

26/9 - Indici affidabilità fiscale, Ance: bene ma criticità da correggere

I costruttori: considerare la differenza tra imprese di costruzione e di ristrutturazione e i maggiori oneri del settore


Fibrotubi
Airfloor