Carrello 0

Scheda Normativa

Delibera/zione 29/10/2013 n. 2021

(Gazzetta regionale 22/11/2013 n. 153)

Regione Puglia - P.O. FESR 2007-2013 - Asse VII. Programmi Integrati di Riqualificazione delle Periferie. Riprogrammazione delle economie rivenienti dai P.I.R.P. ex D.D. Area Programmazione e Finanza n. 5/2009 e definizione requisiti di ammissibilità interventi di completamento

L’Assessore alla Qualità del Territorio, prof.ssa Angela Barbanente, sulla base dell’istruttoria espletata dal Servizio Assetto del Territorio, riferisce quanto segue.

Visti:
- il Programma Operativo FESR 2007-2013 della Regione Puglia, approvato con Decisione (CE) n. C/2007/5726 del 20 novembre 2007 e con Deliberazione della Giunta Regionale 12 febbraio 2008, n. 146 pubblicata sul B.U.R.P. n. 31 del 26-2-2008;
- il Programma Pluriennale Asse VII PO Fesr 2007-2013 “Competitività e attrattività delle città e dei sistemi urbani”, approvato con Deliberazione di Giunta Regionale n. 1445 del 4 agosto 2009;
- la D.G.R. n. 870 del 19/06/2006, che approvava il bando di gara per i Programmi Integrati di Riqualificazione delle Periferie (PIRP);
- la D.G.R. n. 641 del 23/04/09, che approvava la graduatoria definitiva delle 76 proposte PIRP ritenute ammissibili al finanziamento sino ad esaurimento della dotazione finanziaria disponibile nell’ambito del cosiddetto “Finanziamento straordinario Piano casa” ex art. 13 della L.R. n.20 del 30 dicembre 2005, e successivamente incrementata di una ulteriore quota di € 10.000.000,00 con D.G.R. n.2192 del 18/11/2008, consentendo il finanziamento solo dei primi 31 Programmi classificati in graduatoria;
- la D.G.R. n. 1510 del 5 agosto 2008 con cui si dava mandato all’Autorità di Gestione del P.O. FESR 2007-2013 di valutare le istanze pervenute nell’ambito del Bando PIRP (approvato con D.G.R. n. 870 del 19/06/2006) e non ammesse in prima istanza, ai fini del loro possibile finanziamento a valere sulle risorse attribuite all’Asse VII del P.O. FESR 2007-2013 ovvero a valere sui fondi FAS regionali 2007-2013;
- la DGR n. 165 del 17 febbraio 2009, che approvava la “Presa d’atto dei Criteri di selezione delle operazioni definite in sede di Comitato di Sorveglianza e la approvazione delle Direttive concernenti le procedure di gestione del PO FESR 2007-13”;
- la D.G.R. n. 463 del 24 marzo 2009, che approvava la proposta di Programma di Attuazione Regionale per l’utilizzo dei fondi FAS 2007-2013, nell’ambito della quale è stata destinata una specifica quota di risorse finanziarie per gli interventi di edilizia residenziale pubblica compresa nei PIRP, e finalizzata ad integrare la dotazione finanziaria proveniente dal P.O. FESR;
- la Determinazione del Direttore dell’Area Programmazione e Finanza n. 5 del 15 luglio 2009 (pubblicata sul BURP n. 122 del 6/08/2009, rettificata con Determinazione n. 9 del 25 settembre 2009 pubblicata sul BURP n. 157 del­l’08/10/2009), con cui si approvava la graduatoria costituita da n. 98 PIRP (per n. 98 Comuni), rinviando l’eventuale ammissione a finanziamento degli interventi infrastrutturali proposti con i PIRP in graduatoria alle attività ordinarie di attuazione dell’Asse VII del P.O. FESR 2007-2013, di competenza del relativo Responsabile di Asse e dei Responsabili delle Linee di Intervento 7.1. e 7.2., chiarendo, inoltre, la necessità di stipulare specifici Accordi di Programma con i soggetti proponenti, per l’accettazione delle eventuali prescrizioni di carattere urbanistico, nonché per l’ottimizzazione delle proposte PIRP rispetto alle finalità perseguite dall’Asse VII del P.O. FESR;
- la D.G.R. n. 1445 del 4 agosto 2009, che approvava il Programma Pluriennale di Attuazione 2007-2013 dell’Asse VII del PO FESR, confermando la disponibilità di risorse finanziarie per la realizzazione delle opere infrastrutturali dei citati PIRP, specificatamente per le Azioni 7.1.2 Programmi integrati di riqualificazione delle periferie (PIRP) e 7.2.2 Programmi integrati di riqualificazione delle periferie (PIRP) dei Comuni delle Aree vaste Salento 2020 e Monti Dauni;
- la D.G.R n. 2245 del 17 novembre 2009, che ai fini della realizzazione dei Programmi PIRP approvava lo Schema di Accordo ex art. 34 del D.Lgs 267/2000 per usufruire dei finanziamenti previsti dall’Asse VII del PO FESR 2007/2013, adeguandosi alla indicazioni contenute nelle “Direttive concernenti le Procedure di gestione del P.O. FESR Puglia 2007-2013” contenenti, tra l’altro, lo schema di Disciplinare regolante i rapporti tra la Regione e i soggetti beneficiari dei contributi FESR;
- la Deliberazione n. 328 del 10 febbraio 2010 con la quale la Giunta Regionale ha conferito la nomina di Responsabile delle Linee di Intervento 7.1 e 7.2 del P.O. FESR 2007 - 2013 all’attuale Dirigente del Servizio Assetto del Territorio;
- la Determinazione n. 13 del 15 febbraio 2010 con la quale il Dirigente del Servizio Assetto del Territorio ha provveduto a rimodulare la dotazione finanziaria dell’Asse VII; la Determinazione dirigenziale del Servizio Assetto del Territorio n. 159 del 07.03.2012, con la quale si è provveduto a nominare il Responsabile di Azione 7.1.2 del P.O. FESR 2007-2013;
- la D.G.R. n. 28 del 29.01.2013 (pubblicata sul B.U.R.P. n.32 del 27 febbraio 2013),con la quale la Giunta regionale ha preso atto della Decisione della Commissione C(2012) 9313 del 06.12.2012 recante modifica della Decisione C(2007) 5726 che adotta il Programma Operativo Puglia per l’intervento comunitario del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale”;
- il predetto PO FESR 2007/2013 che ha rimodulato la dotazione finanziaria per l’Asse VII definendo l’importo di € 150.000.000,00;
- la D.G.R. n. 938 del 13.05.2013 con la quale la Giunta regionale ha approvato l’adesione al Piano di Azione per la Coesione (PAC);

Verificato che:
- a seguito delle istruttorie tecnico-finanziarie effettuate dal Servizio Assetto del Territorio con ciascuno dei Comuni di cui alla citata Determinazione n. 5 del 15 luglio 2009 s. m. e i sono stati stipulati n. 95 Accordi di Programmi a valere sulle risorse finanziarie del Po Fesr 2007/2013 di cui alle azioni 7.1.2 e 7.2.2, per un valore complessivo di € 92.449.469,70 quale finanziamento provvisoriamente concesso ai fini della realizzazione degli interventi infrastrutturali PIRP ammessi a finanziamento;
- successivamente, l’espletamento da parte dei soggetti beneficiari delle prescritte procedure di gara per l’affidamento dei lavori relativi ai programmi PIRP, nonché l’attuazione fisica e contabile degli stessi, ha generato economie di gara, derivanti dalla determinazione del contributo finanziario definitivo, a fronte del contributo provvisoriamente concesso a valere sul PO FESR 2007-2013, ed, in alcuni casi, economie di spesa, a conclusione dei lavori, in sede di omologazione delle spese complessivamente sostenute dai soggetti beneficiari;
- i P.I.R.P. hanno rappresentato una componente importante della pianificazione urbanistica concertata della Regione orientata a migliorare la qualità della vita nelle aree periferiche degradate intervenendo in particolare sul riuso del patrimonio edilizio, sull’incremento delle funzioni residenziali, sul miglioramento del grado di sicurezza dei residenti, sull’integrazione fra risorse e interventi pubblici e privati, sulla predisposizione di progetti innovativi volti a prevenire fenomeni di degrado e interventi sistematici di manutenzione ed adeguamento tecnologico;
- risulta proficuo in termini di efficacia e incisività dell’azione intrapresa rispetto agli obiettivi dell’Asse VII proseguire e completare gli interventi di riqualificazione delle aree periferiche già oggetto di programmazione nell’ambito dei citati PIRP di cui alla Determinazione del Direttore dell’Area Programmazione e Finanza n. 5 del 15 luglio 2009 s.m. e i.;
- ai fini della trasparenza e pubblicità degli atti, nel rispetto delle “Direttive concernenti le Procedure di gestione del P.O. FESR Puglia 2007-2013”, risulta utile attivare una procedura di selezione di interventi di completamento che assicuri tempi celeri ed efficacia dei risultati, anche in vista del raggiungimento degli obiettivi di spesa di cui al Po Fesr 2007/2013.

Pertanto, alla luce di quanto su esposto, si propone alla Giunta Regionale di:
- conferire mandato al Dirigente del Servizio Assetto del Territorio in qualità di Responsabile di Linea 7.1/7.2 di effettuare una ricognizione delle economie rivenienti dalla determinazione del contributo finanziario definitivo dei PIRP di cui alla D.D. Area Programmazione e Finanza n. 5/2009, al fine di procedere alla dichiarazione contabile di economie vincolate ex art. 6 comma 3 delle Direttive concernenti le procedure di gestione del P.O. FESR Puglia 2007-2013, quantificando le risorse oggetto di riprogrammazione;
- approvare i requisiti per l’accesso al finanziamento di interventi di completamento P.I.R.P., cui dovranno attenersi i Comuni candidati:
- raggiungimento di un livello di spesa rendicontata nel sistema MIR, così come da attestazione dell’invio telematico, pari al 90% del costo complessivo definitivo di tutti gli interventi ammessi a finanziamento a valere sul Po Fesr 2007/2013 alla data della presentazione dell’istanza;
- intervento di completamento di opere già ammesse a finanziamento o comunque intervento ricadente nell’ambito P.I.R.P originariamente proposto;
- importo richiesto per l’opera di completamento non superiore al 40% del complessivo finanziamento provvisoriamente concesso a valere sul PO Fesr 2007/2013, così come indicato nell’Accordo di programma P.I.R.P. già sottoscritto da ciascun Comune;
- di dare mandato al Dirigente del Servizio Assetto del territorio in qualità di Responsabile di Linea 7.1/7.2 di predisporre apposito Avviso pubblico per la candidatura a valere sull’azione 7.1.2 e 7.2.2 di interventi di completamento dei Programmi Integrati di Riqualificazione delle Periferie ricompresi nella D.D. 5/2009 e per i quali sia stato già sottoscritto un Accordo Di Programma finanziato a valere sulle risorse Fesr di cui all’ Azioni 7.1.2 e 7.2.2, che recepisca i suddetti requisiti, da approvare con Atto dirigenziale, di cui sia data adeguata pubblicità.

COPERTURA FINANZIARIA AI SENSI DELLA LR. N. 28/2001 e S.M. e I.:
La presente deliberazione non comporta implicazioni di natura finanziaria sia di entrata che di spesa e dalla stessa non deriva alcun onere a carico del bilancio regionale.

L’Assessore relatore propone alla Giunta l’adozione del seguente atto finale.

Il presente provvedimento è di competenza della Giunta Regionale ai dell’art. 4 comma 4 lett. a) ed f) della L.r. 7/97.

LA GIUNTA

Udita la relazione dell’Assessore all’Assett [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Living Now
FacTus

NEWS NORMATIVA

24/9 - Box auto, bonus ristrutturazione solo se realizzato ‘ex-novo’

Agenzia delle Entrate: no alla detrazione se l’impresa ha costruito l’autorimessa riconvertendo un edificio preesistente

21/9 - Antisismica, no alle semplificazioni per le piccole opere

La Cassazione boccia le norme regionali che consentono di non valutare l’opera nel suo complesso


Nurith
Living Now