Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Bando di gara 02/10/ 2012 n. 632

Regione Abruzzo - Attuazione PAR FAS Abruzzo 2007/2013 - Linea di Azione II.1.1.a - Approvazione dell’Avviso Pubblico per la concessione dei contributi in c/capitale per Interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici di proprietà degli Enti Locali abruzzesi

Delibera/zione 15/04/2013 n. 273

(Gazzetta regionale 15/05/2013 n. 18)

Regione Abruzzo - Attuazione PAR FAS Abruzzo 2007/2013 - Linea di Azione II.1.1.a – Rettifica e integrazione dell’Avviso Pubblico per la concessione dei contributi in c/capitale per interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici di proprietà degli Enti Locali abruzzesi approvato con propria deliberazione n. 632 del 2/10/2012 e riapertura dei termini per la presentazione delle istanze

LA GIUNTA REGIONALE

Omissis



PREMESSO CHE

- con propria Deliberazione n. 632 del 2/10/2012 pubblicata sul B.U.R.A. n. 58 ordinario del 7/11/2012 è stato approvato l’Avviso Pubblico per la concessione dei contributi in c/capitale per interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici di proprietà degli Enti Locali abruzzesi, sulla cui base formulare le graduatorie regionali per il riparto dei fondi, quale SAD per l’impiego dei fondi di cui alla Linea di Azione II.1.1a. del PAR FAS Abruzzo 2007/2013: “Interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici di proprietà degli Enti Locali abruzzesi”;

- il Servizio Politiche Nazionali per lo Sviluppo, in sede dei controlli sulla conformità dei Provvedimenti attuativi del PAR FAS alle corrispondenti Linee di Azione, ha segnalato al competente Servizio Opere Pubbliche, una discordanza in merito alle risorse finanziarie previste in detto Avviso Pubblico e le risorse riportate nel PAR FAS – Linea di Azione 2.1.1.a., a seguito della riduzione operata con delibera G.R. n. 500 del 3 agosto 2012;

- in particolare sulla predetta Linea di Azione le risorse a carico del PAR FAS sono passate da € 19.000.000,00 iniziali a € 18.620.000,00 mentre il cofinanziamento obbligatorio a carico degli Enti è rimasto pari a € 6.500.000,00, con un investimento totale ridotto a € 25.120.000,00 a fronte dei 25,5 milioni inizialmente previsti;

- nell’art 3 di detto Avviso Pubblico, invece, vengono indicate risorse pari a € 18.620.000,00 a carico del PAR FAS ed, erroneamente, ad € 6.880.000,00 a carico degli Enti Locali attuatori, quale cofinanziamento minimo obbligatorio, per un investimento complessivo non inferiore a 25,5 milioni di euro;

- inoltre, sulla base delle risorse sopra specificate, nell’Avviso vengono stabilite le seguenti ripartizioni di spesa obbligatorie per singolo intervento:

a) una quota non superiore al 73% del progetto a carico del FAS;

b) una quota non inferiore al 27% del progetto da porsi a carico degli Enti Locali;

- il Servizio Opere Pubbliche ha proposto la presente Deliberazione a rettifica della precedente Deliberazione n. 632/2012 e dell’allegato Avviso Pubblico, al fine di procedere al riallineamento degli stessi provvedimenti alle previsioni finanziarie del PAR FAS Abruzzo vigente;



RITENUTO opportuno procedere alle rettifiche proposte, dirette al riallineamento delle risorse finanziarie previste nell’art. 3 dell’Avviso Pubblico citato e alle conseguenti modifiche in ordine alle quote di ripartizione di spesa degli interventi ammessi a finanziamento in virtù di detto Avviso, nonché ai punteggi spettanti, come sotto specificato:

a) al comma 1 dell’art. 3 “Dotazione finanziaria”, il finanziamento minimo obbligatorio posto a carico degli Enti Locali attuatori viene determinato in € 6.500.000,00, pertanto l’investimento complessivo atteso viene rideterminato in € 25.120.000,00;

b) la percentuale minima di cofinanziamento da porre a carico degli Enti per singolo intervento diventa il 26% e quella massima da porre a carico dei fondi FAS diventa 74% e in questi termini tali percentuali si intendono modificate in ogni punto dell’Avviso Pubblico e dei suoi Allegati;

c) il punteggio massimo previsto al punto f) dell’art. 8 viene elevato a 14 punti per gli Enti che non avranno rimodulato la quota di spesa a loro carico entro il termine concesso dal presente Provvedimento;

RICHIAMATE le proprie Deliberazioni, di seguito riportate:

- n. 323 del 28 maggio 2012, con la quale è stato nominato “Responsabile di Linea” per la Linea 2.1.1.a. il Dott. Elio IAGNEMMA, Dirigente assegnato alla Direzione Lavori Pubblici;

- n. 500 del 3 agosto 2012, con la quale è stata disposta la rimodulazione del piano finanziario del PAR FAS Abruzzo 2007-2013;

- n. 612 del 24 settembre 2012, con la quale è stata autorizzata la variazione al Bilancio di previsione per l’esercizio 2012 per l’iscrizione delle risorse relative al PAR FAS Abruzzo 2007-2013 con l’approvazione del relativo piano finanziario;

- n. 679 del 22 ottobre 2012, concernente il Monitoraggio dei progetti finanziati con risorse FAS;

- n. 703 del 29 ottobre 2012, concernente l’approvazione del Manuale delle procedure dell’Organismo di Certificazione;

- n. 710 del 29 ottobre 2012, concernente l’approvazione del Manuale delle procedure dell’Organismo di Programmazione;

PRESO ATTO che con Determinazione direttoriale DC 75 del 14 novembre 2012 è stato individuato il Servizio Difesa del Suolo e della Costa DC/21 quale organismo preposto al controllo di primo livello per la Linea di Azione 2.1.1.a.;

RICHIAMATE inoltre le proprie Deliberazioni:

- n. 632 del 2/10/2012 più volte citata e tutte le disposizioni contenute nei suoi allegati, fra cui l’Avviso Pubblico che con il presente Provvedimento si intende modificare;

- n. 141 del 21 febbraio 2013, ( B.U.R.A. n. 11 ordinario del 20 marzo 2013) che dispone la riapertura dei termini per ulteriori 30 giorni, a decorrere dalla data di pubblicazione, per la presentazione delle richieste di contributo per gli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici pubblici da finanziarsi ai sensi dell’Avviso Pubblico medesimo;



RITENUTO, alla luce delle diposizioni nel Manuale delle procedure dell’Organismo di Programmazione di cui alla citata deliberazione n. 710/2012, che:

- la graduatoria predisposta dal Servizio Opere Pubbliche ai sensi dell’Avviso Pubblico citato, sia sottoposta all’approvazione della Giunta Regionale in quanto SAD attuativo del PAR FAS autorizzando il Dirigente del medesimo Servizio ad adottare tutti gli atti consequenziali;

- in quella sede vadano inseriti gli elementi mancanti al SAD come indicati nel Manuale delle Procedure, Programmazione ancora mancanti al SAD per la Linea di Azione 2.1.1.a, quali:

a) crono programma fisico e finanziario degli interventi ammessi a finanziamento;

b) lo stato delle progettazioni;

c) le modalità di pubblicazione, anche con riferimento a specifici obblighi di cartellonistica in sede di cantiere;

d) quant’altro verrà ritenuto utile e funzionale al corretto impiego dei fondi FAS dai vari Soggetti coinvolti;

VISTA la Legge 7 agosto 1990, n. 241 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e in particolare l’art. 12, comma 1 di detta legge nel quale è stabilito che “la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l'attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati sono subordinate alla predeterminazione ed alla pubblicazione da parte delle amministrazioni procedenti, nelle forme previste dai rispettivi ordinamenti, dei criteri e delle modalità cui le amministrazioni stesse devono attenersi”;

VISTO il D.L. 22-6-2012 n. 83 “Misure urgenti per l'agenda digitale e la trasparenza nella pubblica amministrazione”, convertito in Legge 134/2012, che dispone la pubblicità sulla rete internet degli atti sottoposti agli obblighi di cui al citato comma 12 della legge 241/1990;

CONSIDERATO che le modifiche da apportare all’Avviso Pubblico in oggetto incidono, seppure minimamente, sulla capacità di spesa degli Enti Locali, nel senso che essi sono tenuti a sostenere una quota inferiore di cofinanziamento obbligatorio, nella misura di un punto percentuale rispetto a quanto stabilito originariamente nell’Avviso Pubblico, si ritiene di dover prorogare di ulteriori 20 giorni, a decorrere dalla pubblicazione della presente Deliberazione sul BURA, il termine ultimo per la presentazione di nuove istanze o per la modifica di quelle già inoltrate;

PRESO ATTO dell'attestazione di regolarità tecnico-amministrativa e di legittimità del presente provvedimento, espressa dal Direttore della Direzione Lavori Pubblici Ciclo Idrico Integrato, Difesa Del Suolo e della Costa e Protezione Civile;

A termini delle vigenti norme legislative e regolamentari;

Ad unanimità di voti espressi nelle forme di legge;

DELIBERA

per le motivazioni esposte nella narrativa del presente atto:

1. di apportare all’Avviso Pubblico approvato con propria Deliberazione n. 632 del 2/10/2012 pubblicata sul B.U.R.A. n. 58 ordinario del 7/11/2012, relativo alla concessione di contributi in c/capitale per Interventi di messa in sicurezza degli edifici scola [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Geosec
Sismicad 12

NEWS NORMATIVA

21/9 - Antisismica, no alle semplificazioni per le piccole opere

La Cassazione boccia le norme regionali che consentono di non valutare l’opera nel suo complesso

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea


Cappotto Stiferite Class SK
Edisughero