Carrello 0

Scheda Normativa

Delibera/zione 06/05/2013 n. 542

(Gazzetta regionale 31/05/2013 n. 147)

Regione Emilia-Romagna - Modifica e integrazione all'Invito di cui alla propria deliberazione 362/13"Integrazione all'Invito approvato con delibera di Giunta regionale 1933/12 "Invito a presentare operazioni a sostegno dei territori e della popolazione colpita dagli eventi sismici - Primo provvedimento"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 1933 del 10/12/2012 “Invito a presentare operazioni a sostegno dei territori e della popolazione colpita dagli eventi sismici - primo provvedimento” con la quale sono state attivate le procedure di evidenza pubblica di chiamata di operazioni che permettono di far fronte all’emergenza ancora in atto a seguito del terremoto del mese di maggio 2012 rendendo disponibili opportunità per le persone e per le imprese, e più in generale per il sistema economico e per le comunità cofinanziate attraverso le risorse derivanti dal contributo di solidarietà;

- n. 362 del 2/4/2013 “Integrazione all’Invito approvato con Delibera di Giunta Regionale n. 1933/2012 "Invito a presentare operazioni a sostegno dei territori e della popolazione colpita dagli eventi sismici - primo provvedimento";

- n. 497 del 22/4/2013 “Rete Politecnica Regionale. Approvazione del piano triennale regionale della formazione superiore 2013/2015 e delle procedure di attuazione”;

Tenuto conto che l’”Invito a presentare operazioni a sostegno dei territori e della popolazione colpita dagli eventi sismici - Primo provvedimento”, di cui all’Allegato 1), parte integrante e sostanziale della sopra citata propria deliberazione n. 362 del 2/4/2013 prevede una procedura aperta per la candidatura di operazioni a partire dal 24 gennaio 2013 ed entro e non oltre le ore 13.00 del 12 giugno 2013 salvo esaurimento delle risorse disponibili;

Dato atto che l’Invito sopracitato individua, tra le azioni finanziabili, l’Azione 4) “Sportello aperto per il finanziamento di piani volti a supportare le strategie di innovazione dei territori colpiti dal sisma” e prevede che, nell’ambito di tale Azione, possano essere candidate operazioni riconducibili alle seguenti linee:

- 4A) interventi formativi caratterizzati da sistemi di partenariato e rete tra soggetti, finalizzati all’adeguamento delle risorse umane alla domanda di competenze tecniche e tecnologiche riconducibili ad attività corsuali (tip. 09.2 Persone, Formazione iniziale per adulti, 09.3 Persone, Formazione superiore Persone; 10 IFTS Istruzione e Formazione Tecnica Superiore; 13.2 Persone, formazione superiore post-laurea; 14 Persone, Formazione permanente);

- 4B) interventi formativi caratterizzati da sistemi di partenariato e rete tra soggetti, in coerenza con le strategie individuate dalle iniziative faro di Europa 2020 e con le logiche di Horizon 2020 riconducibili ad attività corsuali (tip. 09.2 Persone, Formazione iniziale per adulti, 09.3 Persone, Formazione superiore Persone; 10 IFTS Istruzione e Formazione Tecnica Superiore; 13.2 Persone, formazione superiore post-laurea; 14 Persone, Formazione permanente);

Visto in particolare che, per entrambe le linee sopra citate:

- è prevista la possibilità di candidare percorsi di cui alla tipologia 10 “Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, di seguito IFTS”;

- non sono state candidate alla data del 6 maggio 2013 operazioni contenenti progetti IFTS;

Dato atto che con Decreto 7 febbraio 2013 del Ministro dell'Istruzione, dell'Università' e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali “Definizione dei percorsi di specializzazione tecnica superiore di cui al Capo III del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 25 gennaio 2008” sono state determinate le specializzazioni tecniche superiori che costituiscono le nuove figure di riferimento dei percorsi IFTS a livello nazionale;

Dato atto altresì che il Decreto sopra citato prevede, nelle disposizioni finali, che con l'anno formativo 2013-2014, sia avviato il primo ciclo delle attività formative con riferimento alle nuove specializzazioni tecniche superiori;

Valutato pertanto necessario modificare e aggiornare i riferimenti normativi di cui al sopra citato Invito allegato alla propria deliberazione n. 362 del 2/4/2013 che indirizzano la progettazione dei percorsi candidabili a valere sull’azione 4), linee 4A) e 4B) al fine di rendere disponibile un’offerta formativa di percorsi IFTS:

coerente con le previsione del Decreto 7 febbraio 2013 per quanto concerne le specializzazioni tecniche superiori che costituiscono le nuove figure di riferimento dei percorsi IFTS a livello nazionale;
omogenea con l’offerta che sarà finanziata in attuazione delle procedure previste dall’ Allegato C) “Invito a presentare percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore e di Formazione Superiore da realizzare con il contributo del Fondo sociale europeo - Asse Capitale Umano - in attuazione del Piano triennale regionale della formazione superiore - Rete Politecnica 2013-2015” della propria deliberazione n. 497 del 22/4/2013;
Richiamate le Leggi Regionali:

- 40/01 "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4";

- 43/01 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" ss.mm;

- 19/12 "Legge finanziaria regionale adottata, a norma dell'art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40, in coincidenza con l'approvazione del Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2013 e del Bilancio pluriennale 2013-2015";

- 20/12 "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2013 e del Bilancio pluriennale 2013-2015";

Visti:

- la legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione” in particolare l’art. 11;

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e succ.mod.;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011 n. 4 in materia di tracciabilità finanziaria ex art.3, legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche;

- il DLgs 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- 1057/06 "Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali";

-1663/06 "Modifiche all'assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente";

- 2416/08 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e ss.mm;

- 1377/10 “Revisi [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


download
Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
HPU Hybrid
Fibrotubi

NEWS NORMATIVA

26/9 - Abusi edilizi, in attesa del condono sono vietati ulteriori interventi

Tar Campania: se si realizzano altri lavori, anche minori, il Comune deve sospendere l'esame dell'istanza e ordinare la demolizione

26/9 - Indici affidabilità fiscale, Ance: bene ma criticità da correggere

I costruttori: considerare la differenza tra imprese di costruzione e di ristrutturazione e i maggiori oneri del settore


Gen2 Home
Cronosonic