Penetron
Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Bando di gara 25/11/ 2013 n. 15570

Regione Emilia-Romagna - POR FESR 2007-2013 - Asse 2 - Attività II 1.2 - Bando per gli investimenti produttivi delle imprese nell'area colpita dal sisma. Anno 2013

Delibera/zione 06/05/2013 n. 545

(Gazzetta regionale 20/05/2013 n. 132)

Regione Emilia-Romagna - Disposizioni per l'attuazione nell'anno 2013 della misura di agevolazione finanziaria alle imprese ubicate nei comuni colpiti dal sisma 2012 per l'assunzione di disoccupati/inoccupati

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la L.R. n. 17 del 1 agosto 2005 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro” e in particolare il Capo III “Politiche attive per il lavoro;

Dato atto che ai sensi di quanto stabilito dalla sopra citata L.R. n. 17/05 e in particolare dagli artt. 11, 12 e 13 la Regione esercita le funzioni di indirizzo e coordinamento degli interventi di politica attiva del lavoro e definisce altresì gli indirizzi e i criteri in base ai quali le Province programmano ed erogano gli incentivi per l’assunzione di persone rientranti nelle priorità stabilite;

Richiamate:

la propria deliberazione n. 1681/2007 recante “POR FSE Emilia-Romagna obiettivo 2 Competitività regionale e occupazione 2007 - 2013. Presa d’atto della decisione di approvazione di approvazione della Commissione europea e individuazione dell’Autorità di gestione e delle relative funzioni e degli Organismi Intermedi”;
la propria deliberazione n. 105/2010 recante “Revisione alle Disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 11/2/2008 n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla deliberazione della Giunta regionale 14/2/2005 n. 265 e s.i.” e successiva modifica;
la deliberazione dell’Assembla legislativa della Regione Emilia-Romagna n. 38 del 29/3/2011 recante “Linee di programmazione e indirizzi per il sistema formativo e per il lavoro 2011/2013 (Proposta della Giunta regionale in data 7 marzo 2011 n. 296)”;
la propria deliberazione n. 532 del 18/4/2011 recante “Accordo fra Regione e Province dell’Emilia-Romagna per il coordinamento della programmazione 2011/2013 per il sistema formativo e per il lavoro (L.R. 12/03 - L.R. 17/05)”;
Visto il “Patto per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva” siglato il 30/11/2011 fra Regione Emilia-Romagna, l’UPI, l’ANCI, l’UNCEM e la Lega Autonomie regionali, Unioncamere, le Associazioni imprenditoriali e le Organizzazioni sindacali regionali, ABI e il Forum del Terzo settore, che prevedeva per l’anno 2012 una misura di agevolazione finanziaria alle imprese che assumeranno con contratto a tempo indeterminato i giovani, anche come trasformazione di altre forme contrattuali, compreso l’apprendistato;

Vista altresì la propria deliberazione n. 413/2012 recante “Piano per l’accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa in attuazione del ‘Patto per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva’ del 30/11/2011 - Approvazione di un Piano di intervento e dei dispositivi di prima attuazione” che nell’Allegato 1 parte integrante approva gli interventi per l’occupazione dei giovani in attuazione del succitato Patto;

Evidenziato che nell’anno 2012 la suddetta deliberazione n. 413 ha trovato attuazione con l’approvazione delle Disposizioni contenute nella propria deliberazione n. 510/2012 e nella successiva propria deliberazione n. 1149/2012 per quanto riguarda l’incentivazione di assunzioni/stabilizzazioni di giovani dai 18 ai 34 anni appartenenti alle tipologie dei disoccupati e dei discontinui;

Vista altresì la propria deliberazione n. 1933/2012 “Invito a presentare operazioni a sostegno dei territori e della popolazione colpita dagli eventi sismici - Primo provvedimento”;

Considerato che, in coerenza e integrazione con la misura di agevolazione finanziaria alle imprese per l’assunzione e la stabilizzazione di giovani attuata nel 2012 ai sensi della succitata deliberazione n. 413/2012:

si ritiene necessario intervenire con una misura di agevolazione finanziaria nei confronti delle imprese e di altri soggetti ubicati nei comuni interessati dagli eventi sismici del maggio 2012 delle Province di Reggio Emilia, Modena, Bologna e Ferrara finalizzata all’assunzione di disoccupati/
inoccupati;
tale misura rientra nell’ambito delle azioni promosse con la succitata deliberazione n. 1933/2012;
Evidenziato che la copertura finanziaria della nuova misura viene assicurata con risorse del Programma operativo 2007/2013 del Fondo sociale europeo che, a seguito delle diverse iniziative di solidarietà con le popolazioni colpite dagli eventi sismici che sono state promosse a livello nazionale, ha visto:

l’attivazione di un percorso di riprogrammazione, da attuarsi attraverso la riduzione delle risorse assegnate a ciascun Programma Operativo delle Regioni del Centro Nord e che ha consentito una disponibilità di 50 milioni di euro da devolvere ai territori fortemente colpiti dal punto di vista strutturale, sociale e occupazionale;
la condivisione e approvazione da parte della Conferenza delle Regioni del 5 luglio 2012 delle ipotesi di calcolo delle quote dei singoli POR da destinare alle Regioni colpite dal terremoto proposte dai Ministeri nazionali;
la costituzione da parte delle Regioni italiane, in attuazione di quanto sopra, di un “contributo di solidarietà” a carico dei Programmi Operativi FSE dell’Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione pari a 50 milioni di euro da ripartire tra le Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto;
Rilevato che la quota di competenza netta della Regione Emilia-Romagna è pari a € 40.714.085,00;

Dato atto che per quanto sopra citato il 23/10/2012 è stata avviata la procedura scritta ai sensi dell’art. 4 del Regolamento interno del Comitato di Sorveglianza per l’approvazione della riprogrammazione del Programma Operativo FSE Regione Emilia-Romagna 2007/2013 e che tale procedura si è chiusa il 16/11/2012 con l’approvazione di detta proposta di Riprogrammazione come da lettera prot. PG/2012/0270147. dell’Assessore Patrizio Bianchi ai membri del Comitato;

Viste le leggi regionali:

n. 40/2001 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977 n. 31 e 27 marzo 1972 n. 4”;
n. 43/2001 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm;
Richiamate inoltre le proprie deliberazioni:

n. 1057/2006 "Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali";
n. 1663/2006 "Modifiche all'assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente";
n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


download
Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Orchidea
Living Now

NEWS NORMATIVA

13/12 - Progettazione, 90 milioni di euro agli enti locali

Le risorse finanzieranno i progetti di messa in sicurezza degli edifici pubblici. Priorità alle scuole

13/12 - Pavimentazioni industriali, le regole per progettarle

La Regione Toscana spiega in quali casi, ai sensi delle NTC2018, sono considerate strutture e vanno progettate da tecnici abilitati


Vetrite
Penetron