Stone International
Carrello 0

Scheda Normativa

News Correlate

02/09/2013
Abruzzo, solo online l’invio degli attestati di prestazione energetica

Operativo il sistema informativo per la certificazione energetica degli edifici realizzato con l’ENEA

Delibera/zione 05/08/2013 n. 567

(Gazzetta regionale 25/09/2013 n. 34)

Regione Abruzzo - Disposizioni in materia di Certificazione Energetica degli edifici nel territorio della Regione Abruzzo

LA GIUNTA REGIONALE

VISTA la Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19/05/2010 sulla prestazione energetica nell’edilizia (rifusione);

VISTO il Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali";

VISTO il Decreto del Ministero delle Attività Produttive 20 luglio 2004 “Nuova individuazione degli obiettivi quantitativi per l’incremento dell’efficienza energetica negli usi finali di energia;

VISTO il Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192, recante “Attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico in edilizia”;

VISTO il Decreto Legislativo 29 dicembre 2006, n. 311 “Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, recante attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico in edilizia”;

VISTO il Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 115 “"Attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa all'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e abrogazione della direttiva 93/76/CEE";

VISTO il Decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2009, n. 59 “Regolamento di attuazione dell’articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, concernente attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia”;

VISTO il Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del 26 giugno 2009 “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici”;

VISTO il Decreto Legislativo 03/03/2011, n. 28 “Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE”;

VISTO il Decreto Legge 4 giugno 2013, n. 63 “Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla Commissione europea, nonche' altre disposizioni in materia di coesione sociale”;

VISTO il D.P.R. 16 aprile 2013 n. 75 “Regolamento recante disciplina dei criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l’indipendenza degli esperti e degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici, a norma dell’articolo 4, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192”;

DATO ATTO che:

- ai sensi dell’art. 17 del Decreto Legislativo n. 192/2005 e s.m.i., in assenza di normativa regionale, le norme, di cui al suddetto decreto, trovano diretta applicazione anche nella Regione Abruzzo;

- l’Attestato di Prestazione Energetica deve essere redatto secondo le disposizioni stabilite dal decreto legislativo n. 192/05 e s.m.i., nonché in conformità alle disposizioni contenute nelle “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici”, emanate con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 26 giugno 2009 e nel D.P.R. n. 59/2009;

- le metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici e gli elementi essenziali del sistema di certificazione energetica degli edifici sono disciplinati dal D.Lgs. n. 192/2005 e s.m.i., dal D.P.R. n.59/09 e dal D.M. 26/06/2009;

- ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, e successive modificazioni, per l’individuazione dei requisiti professionali e i criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l’indipendenza degli esperti o degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici e l’ispezione degli impianti di climatizzazione, l’attestato di certificazione energetica è redatto dai soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici, così come definiti dal Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 75;

VISTA la D.G.R. n. 149 del 12/03/2012 “Realizzazione di un sistema per la gestione del processo di certificazione energetica degli edifici della Regione Abruzzo – Approvazione schema di convenzione tra Regione Abruzzo ed ENEA (Agenzia per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile)” che prevede la “Realizzazione di un sistema informatico con accesso tramite INTERNET, da mettere a disposizione della Regione Abruzzo, con lo scopo di creare il catasto degli attestati di certificazione per una futura realizzazione del catasto energetico degli edifici e del catasto degli impianti termici in essi installati” da parte di ENEA – Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile;

DATO ATTO che:

- in data 14/06/2013 si è tenuto un evento pubblico (workshop) nel corso del quale è stato illustrato agli iscritti degli Ordini e Collegi professionali dell’Abruzzo il Sistema Informatico della Certificazione Energetica della Regione proposto da ENEA;

- l’ ENEA (Agenzia per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha redatto il “La Guida alla fruizione del Sistema Informativo della Certificazione Energetica della Regione Abruzzo (Allegato A parte integrante e sostanziale del presente provvedimento);

[ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


download
Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Metal Deploye
Knauf manuale antincendio

NEWS NORMATIVA

18/12 - Fattura elettronica, i commercialisti fanno ricorso contro l’Agenzia delle Entrate

Chiesto il differimento fino a quando il sistema non sarà sanato dai vizi che mettono a rischio privacy e sistema economico

18/12 - Codice Appalti, semplificati i meccanismi di esclusione dalle gare

Schematizzati in modo più chiaro gli illeciti professionali. Annunciati emendamenti sui limiti 80-20 e 60-40 delle concessionarie


Sisma
Roca