Carrello 0

Scheda Normativa

Delibera/zione 04/10/2013 n. 648

(Gazzetta regionale 17/10/2013 n. 136)

Regione Puglia - Organizzazione dei Servizi dell’Area Politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale e per l’attuazione delle opere pubbliche

IL PRESIDENTE DELLA REGIONE

VISTO l’articolo 42, comma 2, lettera h), dello Statuto della Regione Puglia(legge Regionale 12 maggio 2004, n. 7);

VISTA la deliberazione della Giunta Regionale n. 864 del 3/05/2013, esecutiva, di modifiche e integrazioni organizzative della deliberazione di Giunta regionale n. 1112/2011;
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 422 del 19/06/2013 di “Razionalizzazione organizzativa dei Servizi dell’Area Politiche per la mobilità e qualità urbana e dei Servizi dell’dall’Area Politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale e l’attuazione delle opere pubbliche”;

VISTA la deliberazione della Giunta Regionale n.1703 del 17/09/2013, esecutiva, di organizzazione degli uffici della Presidenza e della Giunta regionale nell’ambito del modello GAIA - dgr n. 1112 del 19/05/2012 - modifiche e integrazioni.


DECRETA

E’ adottato il seguente atto di organizzazione dei Servizi ricadenti nell’Area Politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale e l’attuazione delle opere pubbliche.

Art. 1
Cessazione del
Servizio Tutela Idrico-Naturale
Il “ Servizio Tutela Idrico - Naturale”, dipendente dall’Area Politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale e l’attuazione delle opere pubbliche, cessa con l’istituzione del “Servizio Risorse Idriche” e del “Servizio Difesa del suolo e rischio sismico”.

Art. 2
Istituzione del “Servizio Risorse Idriche”
1. E’ istituito il “Servizio Risorse Idriche”, dipendente dall’Area Politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale e l’attuazione delle opere pubbliche, con le funzioni e i compiti attribuiti alla Regione dalle leggi dello Stato che richiedono l’unitario esercizio a livello regionale, in particolare in attuazione della Parte III, Sezioni I, II e III, del d.lgs. 3 aprile 2006 n.152 “Norme in materia ambientale”, e della legge regionale 6 settembre 1999, n.28 “Delimitazione degli ambiti territoriali ottimali e disciplina delle forme e dei modi di cooperazione tra gli enti locali, in attuazione della legge 5 gennaio 1994, n. 36”;
2. Ferme restando le attribuzioni riservate alle Autorità di Bacino e all’Autorità d’Ambito, il Servizio esercita le funzioni e i compiti spettanti alla Regione in materia, nel quadro delle competenze costituzionalmente determinate e nel rispetto delle attribuzioni statali.
In particolare:
- Pianificazione e programmazione in materia di gestione delle risorse idriche;
- competenze regionali in materia di servizio idrico integrato;
- gestione ottimale delle risorse idriche, anche attraverso la programmazione dell’utilizzo delle stesse,
- la ripartizione tra i diversi usi e l’integrazione delle fonti di approvvigionamento;
- definizione e gestione degli accordi di programma con altre regioni in relazione all’approvvigionamento di risorse idriche;
- definizione, ai sensi dell’art. 114 del Dlgs 152/06, dei procedimenti connessi all’approvazione regionale dei progetti di gestione degli invasi;
- pianificazione e programmazione in materia di tutela delle acque;
- adozione di norme regionali in materia di tutela delle acque in adempimento delle norme comunitarie e statali;
- competenze regionali in materia di tutela dei corpi idrici, tutela quantitativa e qualitativa della risorsa idrica;
- adozione degli strumenti di tutela, ed in particolare approvazione e aggiornamento del Piano regionale di tutela delle acque;
- rilascio, ai sensi dell’art. 22 della L.R. n. 18/2012, delle autorizzazioni allo scarico nei corpi idrici degli impianti di depurazione a servizio degli agglomerati di cui al Piano regionale di Tutela delle Acque.

Art. 3
Istituzione del
“Servizio Difesa del suolo e rischio sismico”
1.E’ istituito il “Servizio Difesa del suolo e rischio sismico”, dipendente dall’Area Politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale e l’attuazione delle opere pubbliche, con le seguenti funzioni:
- Contribuisce alla pianificazione e alla programmazione di interventi per la salvaguardia del territorio in materia di difesa del suolo;
- attua gli interventi finanziati con fondi comunitari, fondi FAS, fondi statali e regionali in materia di difesa del suolo; cura, in particolare, l’attuazione degli interventi necessari alla prevenzione delle frane, alla sistemazione dei versanti, all’efficienza del reticolo idrografico ed alla protezione delle coste dal degrado e dai processi erosivi;
- assicura la definizione dei procedimenti di attuazione degli interventi finalizzati alla prevenzione e mitigazione del rischio idraulico, idrogeologico, geomorfologico e per la difesa delle coste, garantendo il trasferimento agli Enti attuatori delle relative risorse finanziarie;
- cura il monitoraggio ed il controllo dell’esecuzione degli interventi da parte degli Enti attuatori;
- partecipa alla definizione dei Piani di Assetto Idrogeologico;
- sovrintende all’applicazione della normativa sismica in edilizia;
- proposizione di strumenti normativi e regolamentari nell’ambito delle competenze regionali nelle materie indicate.

Art. 4
Rimodulazione competenze
Servizio Lavori Pubblici
Il Servizio Lavori Pubblici, a seguito della rimodulazione delle competenze, esercita le seguenti funzioni:
- Progettazione delle opere, dei lavori pubblici e delle infrastrutture di interesse regionale. Contribuisce alla programmazione delle suddette opere, contribuendo anche alla definizione, al reperimento ed alla attribuzione delle risorse necessarie alla loro esecuzione.
- Svolge attività consultiva, mediante il Consiglio regionale dei lavori Pubblici (C.R.LL.PP.), su progettazione e realizzazione di opere pubbliche di interesse regionale (art. 11, l.r. 13/01), con particolare riferimento ad edilizia ospedaliera, edilizia scolastica, strade ed altre infrastrutture.
- Svolge le funzioni di Datore di Lavoro, ex d.lgs 81/2008. Assicura la vigilanza dei luoghi di lavoro dell’amministrazione regionale, la predisposizione dei Documenti di Valutazione dei Rischi, la Sorveglianza sanitaria.
- Svolge le funzioni di Autorità Espropriante previste dal DPR n. 327/2001 e della l.r. 3/2005. Dichiara la pubblica ut [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Fibrotubi
Living Now

NEWS NORMATIVA

25/9 - IVA agevolata al 10%, si applica per la costruzione di edifici ‘Tupini’

Agenzia delle Entrate: per la detrazione dell’imposta le spese vanno ripartite in base alla destinazione di ogni singola unità immobiliare

25/9 - Fondo Infrastrutture, nel Milleproroghe la soluzione allo stop della Consulta

Le intese con le Regioni si potranno sancire a posteriori. Slitta al 31 dicembre 2018 l'adeguamento antisismico e antincendio nelle scuole


Gen2 Home
Cronosonic