Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Ordinanza 11/10/ 2013 n. 120

Regione Emilia-Romagna - Commissario delegato - Attuazione del Programma, aggiornato al settembre 2013, delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012. Approvazione piani annuali 2013-2014

Ordinanza 27/09/ 2013 n. 111

Regione Emilia-Romagna - Commissario delegato - Approvazione del Programma delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 e autorizzazione della spesa

Legge regionale 21/12/ 2012 n. 16

Regione Emilia-Romagna - Norme per la ricostruzione dei territori interessati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012

News Correlate

11/10/2013
Emilia, 530 milioni per opere pubbliche, scuole e beni culturali

Attuata la prima parte del programma da 1,3 miliardi di euro per la ricostruzione post-sisma 2012

25/06/2013
Emilia, 1,3 miliardi per riparare chiese e opere pubbliche

Previsti interventi di ricostruzione, ripristino e miglioramento sismico per 1500 immobili

Delibera/zione 17/06/2013 n. 801

Regione Emilia-Romagna - Programma delle opere pubbliche e dei beni culturali (articolo 4 del D.L. 74/2012, convertito nella Legge 122/2012 articolo 11 della Legge Regionale 21 dicembre 2012, n. 16)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

....

Su proposta dell’Assessore alla Programmazione territoriale, urbanistica, reti di infrastrutture materiali e immateriali, mobilità, logistica e trasporti

A voti unanimi e palesi

DELIBERA

richiamate integralmente le considerazioni formulate in premessa:

1. di approvare, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, il programma delle opere pubbliche e dei beni culturali predisposto dalla Struttura Tecnica del Commissario Delegato, secondo le indicazioni contenute nell’articolo 4 del Decreto Legge n. 74 del 6 giugno 2012, convertito con modificazioni in legge n. 122 del 01 agosto 2012, e nell’articolo 11 della legge regionale n. 16 del 21 dicembre 2012, che si compone dei seguenti elaborati:

• relazione (allegato “A”);
• elaborato relativo alle opere pubbliche (allegato “B”)
• elaborato relativo ai beni culturali (allegato “C”)

2. di prendere atto che nel programma non sono stati inseriti quegli interventi il cui importo singolarmente risulta inferiore ad € 50.000,00, in quanto di modesta entità e non congruenti con le finalità del programma, descritti nell’elaborato allegato “D”;

3. di stabilire che si provvederà a dare attuazione a quegli interventi il cui importo singolarmente risulta inferiore ad € 50.000,00, descritti nell’elaborato allegato “D”, con successivo provvedimento assunto dal Commissario Delegato;

4. di programmare contestualmente le risorse relative all’annualità 2013 e all’annualità 2014 individuando le opere pubbliche ed i beni culturali che saranno oggetto di finanziamento, in base alla tipologia di finanziamento, con i seguenti piani operativi:

• piano operativo opere pubbliche anni 2013-2014;
• piano operativo beni culturali anni 2013-2014;
• piano operativo scuole anno 2013 con fondi FAS;
• piano operativo scuole anno 2013 con fondi MIUR;

5. di stabilire i seguenti criteri di priorità per la formazione dei piani operativi relativi al biennio 2013 - 2014 che tengono conto dell’articolo 4 del decreto-legge n. 74 del 6 giugno 2012, convertito con modificazioni in legge n. 122 del 01 agosto 2012, e dell’articolo 11 della legge regionale n. 16 del 21 dicembre 2012, nonché dell’illustrazione dei suddetti criteri effettuata al Comitato Istituzionale del 10 maggio 2013:

a. l’interesse strategico dell’edificio o dell’infrastruttura, in funzione al momento del sisma, indispensabile per la piena funzionalità dei servizi pubblici, servizi alle persone o alle imprese, comprese le chiese e le altre opere parrocchiali relative alle attività di cui all'articolo 16, commi 1 e 2, della legge n. 222 del 1985, ovvero delle reti idriche, elettriche, di comunicazione o per la mobilità;
b. la disponibilità di studi di fattibilità ovvero di livelli di definizione progettuale elevata dell’intervento che possano consentire l’immediata cantierabilità dell’opera;
c. il cofinanziamento degli interventi da parte dei soggetti attuatori per almeno il 20% del costo complessivo, esclusi gli eventuali rimborsi assicurativi;
d. interventi di completamento di opere già finanziate con donazioni (ordinanza 37/2013 e smi) o ricomprese in edifici con proprietà pubblico-private per i quali sono state presentate le istanze con le procedure MUDE o SFINGE;
e. il valore artistico, architettonico, culturale, archeologico e testimoniale dell'edificio e lo specifico rischio di un grave deterioramento a causa del non tempestivo recupero dell’immobile;
f. la circostanza che gli edifici previsti nel programma fanno parte di una UMI perimetrata ai sensi dell'articolo 7 della legge regionale 16/2012, ovvero il fatto che l'attuazione dei relativi interventi di riparazione, ripristino con miglioramento sismico o di ricostruzione sono previsti quale contenuto essenziale del piano della ricostruzione predisposto e approvato ai sensi dell'articolo 12 della legge regionale n. 16/2012.

6. di dare atto che non dovrebbero rientrare in priorità nei piani operativi 2013 - 2014 quelle opere che sono state oggetto di realizzazione di strutture temporanee (EST, EMT, PST, EPT) e quegli interventi che sono stati oggetto di opere provvisionali di forte rilevanza economica e che non avendo trovato ancora completa attuazione presuppongono una durata dei lavori non compatibile con l’inserimento degli interventi di completamento almeno nella prima attuazione del programma;

7. di valutare l’inserimento nei piani operativi 2013 - 2014 di stralci funzionali relativi ad interventi che presentano importi rilevanti e che tengano conto della capacità di spesa annua dei singoli enti attuatori;

8. di stabilire che contestualmente all’approvazione dei piani operativi 2013 - 2014 sarà approvato anche il regolamento, previsto dall’articolo 11 della legge regional [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
FLIR E53
Rockwool

NEWS NORMATIVA

16/11 - Sismabonus, gli ingegneri sismici: ‘potenziare le agevolazioni fiscali’

ISI propone tetti di spesa differenziati in base ai metri quadri, detrazioni per le diagnosi sismiche senza lavori e cessione del credito anche alle banche

16/11 - Antisismica, il Governo valuta incentivi per la verifica statica degli immobili

Accolto un ordine del giorno per la mappatura degli immobili residenziali di edilizia privata e pubblica


Software Topografia
usBIM.viewer+