Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Delibera/zione 07/08/ 2017 n. 72

CIPE - Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020 - Determinazione e modulazione delle risorse assegnate con la delibera n. 2/2017 al 'Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie' (Assegnazione di 761,32 milioni di euro al Bando periferie)

Decreto Pres. Cons. Min. 29/05/ 2017

Riparto del fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese di cui all'articolo 1, comma 140 della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Fondo Investimenti - 800 milioni di euro al Bando Periferie)

Decreto Pres. Cons. Min. 06/12/ 2016

Approvazione della graduatoria del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 maggio 2016 (Graduatoria Bando Periferie)

News Correlate

28/08/2018
Bando Periferie, a rischio 96 dei 120 Comuni vincitori

Il ddl Milleproroghe potrebbe togliere 1 miliardo di euro ai progetti già avviati per destinarli ad altri interventi

27/11/2017
Bando Periferie 2016, al via la seconda fase operativa

Il Comune di Viterbo firma la convenzione con il Governo. A breve gli altri 95

17/10/2017
Bando Periferie, presto disponibili gli ultimi 800 milioni di euro

Registrata dalla Corte dei Conti la delibera Cipe con la tranche di finanziamento del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020

21/06/2017
Bando Periferie, ok alla delibera Cipe da 800 milioni di euro

Le risorse arrivano dal Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020. A breve gli ultimi 800 milioni del Fondo Investimenti

08/06/2017
Periferie, Boschi: ‘a breve 1,6 miliardi per finanziare tutti i progetti’

Imminente anche la graduatoria del Bando da 78 milioni di euro per la rivitalizzazione di aree urbane soprattutto nei piccoli centri

Delibera/zione 03/03/2017 n. 2

(Gazzetta ufficiale 26/06/2017 n. 147)

Comitato Interministeriale per la programmazione Economica (CIPE) - Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014 - 2020. Assegnazione di risorse al «Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie», ai sensi dell'art. 1 comma 141, legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Legge di bilancio 2017) (Assegnazione Bando Periferie)

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Visto il decreto legislativo 31 maggio 2011, n. 88, e in
particolare l'art. 4, il quale dispone che il Fondo per le aree
sottoutilizzate (FAS) di cui all'art. 61 della legge 27 dicembre
2002, n. 289 (legge finanziaria 2003) e successive modificazioni, sia
denominato Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) e finalizzato a
dare unita' programmatica e finanziaria all'insieme degli interventi
aggiuntivi a finanziamento nazionale rivolti al riequilibrio
economico e sociale tra le diverse aree del Paese;
Visto l'art. 7, commi 26 e 27, del decreto-legge 31 maggio 2010, n.
78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122,
il quale attribuisce al Presidente del Consiglio dei ministri la
gestione del FAS (ora FSC) e la facolta' di avvalersi per tale
gestione del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica
(DPS), ora istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri
(PCM) e denominato Dipartimento per le politiche di coesione (DPCoe)
con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) 15
dicembre 2014, in attuazione dell'art. 10 del decreto-legge 31 agosto
2013, n. 101, convertito con modificazioni dalla legge 30 ottobre
2013, n. 125;
Visto l'art. 10 del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101,
convertito con modificazioni dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125, che
ha ripartito le funzioni relative alla politica di coesione tra il
citato DPCoe e l'Agenzia per la coesione territoriale;
Visti l'art. 11 della legge 16 gennaio 2003 n. 3 e gli articoli 3 e
6 della legge 13 agosto 2010, n. 136 in materia di Codice unico di
progetto (CUP) e le relative delibere attuative di questo Comitato
(n. 143/2002 e n. 24/2004);
Visti il decreto del Presidente della Repubblica in data 12
dicembre 2016, concernente la nomina dei Ministri senza portafoglio e
il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) 12
dicembre 2016 recante il conferimento dell'incarico di Ministro per
la coesione territoriale e il mezzogiorno al prof. Claudio De
Vincenti;
Vista la legge 27 dicembre 2013, n. 147 (legge di stabilita' 2014)
e sue successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare il
comma 6 dell'art. 1, che individua le risorse del FSC per il periodo
di programmazione 2014-2020 in 54.810 milioni di euro, destinandole a
sostenere esclusivamente interventi per lo sviluppo, anche di natura
ambientale, secondo la chiave di riparto 80 per cento nelle aree del
Mezzogiorno e 20 per cento in quelle del Centro-Nord e che dispone
l'iscrizione in bilancio dell'80 per cento del predetto importo pari
a 43.848 milioni di euro;
Vista la legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilita' 2015)
ed in particolare il comma 703 dell'art. 1, il quale, ferme restando
le vigenti disposizioni sull'utilizzo del FSC, detta ulteriori
disposizioni per l'utilizzo delle risorse assegnate per il periodo di
programmazione 2014-2020;
Vista la legge 28 dicembre 2015, n. 208, recante «Disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge
di stabilita' 2016)»; e, in particolare, l'art. 1, comma 974, che ha
istituito per l'anno 2016 il Programma straordinario di intervento
per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle
citta' metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia, nonche' i
successivi commi da 975 a 977, che hanno previsto le azioni
necessarie a porre in essere il Programma e le relative modalita'
attuative;
Visto, altresi', l'art. 1, comma 978, della medesima legge che ha
stabilito che per l'attuazione delle disposizioni di cui ai commi da
974 a 977, per l'anno 2016 e' istituito nello stato di previsione del
Ministero dell'economia e delle finanze un fondo denominato «Fondo
per l'attuazione del Programma straordinario di intervento per la
riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie», da
trasferire al bilancio autonomo della Presidenza del Consiglio dei
ministri, e che a tale fine e' autorizzata la spesa di 500 milioni di
euro per l'anno 2016;
Vista la legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017) e
in particolare l'art. 1, comma 140, che ha istituito un apposito
fondo da ripartire, con una dotazione di 1.900 milioni di euro per
l'anno 2017, di 3.150 milioni di euro per l'anno 2018, di 3.500
milioni di euro per l'anno 2019 e di 3.000 milioni di euro per
ciascuno degli anni dal 2020 al 2032, per assicurare il finanziamento
degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, anche al
fine di pervenire alla soluzione delle questioni oggetto di procedure
di infrazione da parte dell'Unione europea, nei settori di spesa
relativi, tra l'altro, a investimenti per la riqualificazione urbana
e per la sicurezza delle periferie delle citta' metropolitane e dei
comuni capoluogo di provincia;
Visto il successivo comma 141, il quale prevede che al fine di
garantire il completo finanziamento dei progetti selezionati
nell'ambito del Programma straordinario di intervento per la
riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle citta'
metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia, a integrazione
delle risorse stanziate sull'apposito capitolo di spesa e di quelle
assegnate dal comma 140, con delibera del Comitato interministeriale
per la programmazione economica (CIPE) sono destinate ulteriori
risorse a valere sulle risorse disponibili del Fondo per lo sviluppo
e la coesione per il periodo di programmazione 2014-2020;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25
maggio 2016 e il bando allegato, che ha disciplinato le modalita' e
le procedure di presentazione dei progetti per la predisposizione del
Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana
e la sicurezza delle periferie delle citta' metropolitane e dei
comuni capoluogo di provincia;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in data
6 dicembre 2016 e l'allegata graduatoria, con il quale sono stati
individuati numero 120 progetti da inserire nel Programma
straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la
sicurezza delle periferie, per un onere complessivo pari a
2.061.321.739,61 euro;
Considerato che, ai sensi dell'art. 1, commi 2 e 3, del citato
decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 6 dicembre 2016,
con le risorse di cui all'art. 1, comma 978, della legge 28 dicembre
2015, n. 208 sono finanziati i progetti dal numero 1 al numero 24,
mentre gli ulteriori progetti saranno finanziati con le risorse
successivamente disponibili;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in data
16 febbraio 2017, con il quale sono stati modificati l'art. 4 del
decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 maggio 2016 e
gli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente del Consiglio dei
ministri 6 dicembre 2016, al fine di far fronte tempestivamente alle
esigenze finanziarie degli enti partecipanti al Programma
straordinario;
Vista la nota del Capo di Gabinetto del Ministro per la coesione
territoriale e il mezzogiorno, d'ordine del Ministro, n. 38-P del 25
gennaio 2017, e l'allegata nota informativa predisposta dal
competente DPCoe, come successivamente integrata dalla nota
informativa in data 2 marzo 2017, n. 701, con la quale viene proposta
a questo Comitato l'assegnazione di complessivi di 798,17 milioni di
euro, a valere sulle risorse FSC 2014-2020, in attuazione di quanto
previsto dall'art. 1, comma 141 delle legge n. 232/2016, per il
finanziamento del Programma straordinario di intervento per la
riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie;
Tenuto conto che e' in corso di formalizzazione il decreto del
Presidente del Consiglio dei ministri con il quale viene
contestualmente disposto il finanziamento a valere sull'apposito
Fondo di cui all'art. 1, comma 140, della legge 11 dicembre 2016, n.
232 (legge di bilancio 2017), al fine di garantire il completo
finanziamento dei progetti selezionali nell'ambito del suddetto
Programma;
Tenuto conto dell'esame della proposta svolto ai sensi del vigente
regolamento di questo Comitato (art. 3 della delibera 30 aprile 2012,
n. 62);
Vista l'odierna nota n. 1068-P, predisposta congiuntamente dal
Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica
economica della Presidenza del Consiglio dei ministri e dal Ministero
dell'economia e delle finanze e posta a base della presente delibera
con le osservazioni e le prescrizioni da recepire nella presente
delibera;
Su proposta del Ministro per la coesione territoriale e il
mezzogiorno;

Delibera:

1. Assegnazione di risorse.
Ad integrazione delle risorse del Fondo di cui all'art. 1, comma
140, della legge n. 232 2016, a valere sulle risorse FSC 2014-2020 -
la cui dotazione e' stata integrata per 10.962 milioni di euro con la
legge di bilancio 2017 - e' disposta l'assegnazione di un importo
complessivo fino ad un massimo di 798,17 milioni di euro, in favore
dei progetti inseriti nel Programma straordinario di intervento per
la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie,
individuati dal citato decreto del Presidente del Consiglio dei
ministri 6 dicembre 2016 e non risultanti finanzi [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Profilpas
Drain Beton

NEWS NORMATIVA

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea

19/9 - Ricostruzione con sagoma diversa, è una nuova costruzione?

La Cassazione spiega il concetto di sagoma di ingombro e l’importanza del rispetto delle distanze tra edifici


Rexipal
Attraversamenti anticendio