Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Legge dello Stato 23/12/ 2014 n. 190

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2015)

News Correlate

01/03/2018
Dal CIPE 740 milioni di euro per 59 interventi sul patrimonio culturale

Risorse per i centri storici di Napoli, Palermo, Cosenza e Taranto. Assegnati 782 milioni di euro contro il dissesto idrogeologico

Delibera/zione 28/02/2018 n. 11

(Gazzetta ufficiale 30/07/2018 n. 175)

CIPE - Fondo sviluppo e coesione 2014-2020 - Secondo Addendum Piano operativo Ambiente (articolo 1, comma 703, lettera c) della legge n. 190/2014)

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Visto l'art. 7, commi 26 e 27, del decreto-legge 31 maggio 2010, n.
78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n.
122, che attribuisce al Presidente del Consiglio dei ministri, o al
Ministro delegato, le funzioni in materia di politiche di coesione di
cui all'art. 24, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 30
luglio 1999, n. 300, ivi inclusa la gestione del Fondo per le aree
sottoutilizzate di cui all'art. 61 della legge 27 dicembre 2002, n.
289 e successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo 31 maggio 2011, n. 88 e in particolare
l'art. 4 il quale dispone che il citato Fondo per le aree
sottoutilizzate sia denominato Fondo per lo sviluppo e la coesione -
di seguito FSC - e finalizzato a dare unita' programmatica e
finanziaria all'insieme degli interventi aggiuntivi a finanziamento
nazionale rivolti al riequilibrio economico e sociale tra le diverse
aree del Paese;
Visto l'art. 10 del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101,
convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125,
che istituisce l'Agenzia per la coesione territoriale, la sottopone
alla vigilanza del Presidente del Consiglio dei ministri o del
Ministro delegato e ripartisce le funzioni relative alla politica di
coesione tra la Presidenza del Consiglio dei ministri e la stessa
Agenzia;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 15
dicembre 2014 che istituisce, tra le strutture generali della
Presidenza del Consiglio dei ministri, in attuazione del citato art.
10 del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, il Dipartimento per le
politiche di coesione;
Considerato che la legge 27 dicembre 2013, n. 147 e, in
particolare, il comma 6 dell'art. 1, individua in 54.810 milioni di
euro le risorse del FSC per il periodo di programmazione 2014-2020
iscrivendone in bilancio l'80 per cento pari a 43.848 milioni di
euro;
Considerato che la legge 23 dicembre 2014, n. 190 ed in particolare
il comma 703 dell'art. 1, ferme restando le vigenti disposizioni
sull'utilizzo del FSC, detta ulteriori disposizioni per l'utilizzo
delle risorse assegnate per il periodo di programmazione 2014-2020;
Considerato che la legge 11 dicembre 2016, n. 232 per gli anni 2020
e successivi integra la dotazione FSC 2014-2020 della restante quota
del 20 per cento inizialmente non iscritta in bilancio, pari a 10.962
milioni di euro;
Considerato che la legge 27 dicembre 2017, n. 205, recante il
bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e
bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020, ha integrato la
dotazione del FSC 2014-2020 di ulteriori 5.000 milioni di euro;
Viste la delibera di questo Comitato n. 55 del 2016, con la quale
e' stato approvato il Piano operativo Ambiente FSC 2014-2020 di
competenza del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio
e del mare e la delibera n. 99 del 2017, con la quale e' stato
approvato un Addendum al citato Piano operativo Ambiente FSC
2014-2020;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 12 dicembre
2016 con il quale, tra l'altro, e' stato nominato Ministro senza
portafoglio il prof. Claudio De Vincenti;
Visti il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 12
dicembre 2016 con il quale allo stesso Ministro e' conferito
l'incarico relativo alla coesione territoriale e al Mezzogiorno e il
decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 gennaio 2017
recante la delega di funzioni al Ministro stesso;
Vista la nota del Ministro per la coesione territoriale e il
Mezzogiorno prot. n. 151 del 21 febbraio 2018 e l'allegata nota
informativa predisposta dal Dipartimento per le politiche di coesione
della Presidenza del Consiglio dei ministri concernente la proposta
di approvazione di un secondo Addendum al Piano operativo Ambiente
FSC 2014-2020 e di assegnazione di un importo complessivo di 817,13
milioni di euro;
Considerato che il citato secondo Addendum ha come obiettivi
strategici prioritari l'avvio di un piano nazionale di interventi di
bonifica da amianto negli edifici pubblici, la mitigazione del
rischio idrogeologico con la prosecuzione di un piano di interventi a
completamento dell'azione gia' avviata con il piano stralcio aree
metropolitane centro nord, un programma di interventi di adeguamento
del sistema fognario e depurativo e di riduzione delle perdite di
rete acquedottistica e miglioramento dell'impiego delle risorse
idriche, un programma di interventi per la gestione del ciclo dei
rifiuti ed e' cosi' articolato nella versione proposta:
1) sotto-piano «Interventi per la gestione del ciclo dei
rifiuti»;
1.1 assegnazione di 31,85 milioni di euro per interventi per la
gestione del ciclo dei rifiuti, in aggiunta alla dotazione gia'
disponibile;
2) sotto-piano «Interventi per la tutela del territorio e delle
acque»;
2.1 assegnazione di 82,96 milioni di euro per interventi per il
miglioramento del servizio idrico integrato;
2.2 assegnazione di 455,32 milioni di euro per un Piano
nazionale di rimozione dell'amianto dagli edifici pubblici e per
ulteriori interventi di bonifica e messa in sicurezza delle aree
inquinate;
2.3 assegnazione di 226,97 milioni di euro per interventi di
mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione costiera;
3) Assistenza tecnica;
3.1 assegnazione di 20,03 milioni di euro;
Considerato che l'Addendum al Piano evidenzia i fabbisogni
finanziari suddivisi per linee di azione e interventi, fornendo anche
il cronoprogramma di attuazione e un set di indicatori di
risultato/realizzazione e indica la prevista evoluzione annua della
spesa, suddivisa per territori di riferimento e intervento e che
rimanda alle regole di governance e alle modalita' di attuazione
previste dal Piano anche per cio' che attiene al Sistema di Gestione
e controllo, alle strutture organizzative di riferimento e alle
connesse responsabilita' gestionali;
Tenuto conto, che in data 14 febbraio 2018 la Cabina di Regia -
istituita con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del
25 febbraio 2016 per lo svolgimento delle funzioni di programmazione
del FSC 2014-2020 previste dalla lettera c) del citato comma 703
dell'art. 1 della legge n. 190 del 2014 - ha condiviso l'opportunita'
di una ulteriore assegnazione di risorse al sopra citato Piano
operativo Ambiente FSC 2014-2020;
Vista la nota del 27 febbraio 2018, prot. n. 1183-P, predisposta
congiuntamente dalla Presidenza del Consiglio dei ministri -
Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica
economica e dal Ministero dell'economia e delle finanze, posta a base
della odierna seduta del Comitato;
Considerato che il Ministro per la coesione territoriale e il
Mezzogiorno, nell'illustrazione della proposta resa in seduta, ha
comunicato la modifica dell'assegnazione complessiva al sopracitato
Piano, che viene stabilita in 782 milioni di euro, in particolare
attraverso la rimodulazione dell'assegnazione proposta per gli
interventi per il miglioramento del servizio idrico integrato,
fissata in 63,04 milioni di euro; attraverso la rimodulazione
dell'assegnazione proposta per il Piano nazionale di rimozione
dell'amianto dagli edifici pubblici e per ulteriori interventi di
bonifica e messa in sicurezza delle aree inquinate, fissata in 440,34
milioni di euro; attraverso la rimodulazione dell'assegnazione
proposta per l'Assistenza tecnica, fissata in 19,80 milioni di euro;
Tenuto conto che, nell'illustrare la proposta, il Ministro per la
coesione territoriale e il Mezzogiorno ha altresi' precisato che il
Piano aggiornato con le modifiche sopraindicate deve essere
sottoposto alla citata Cabina di Regia nella prossima seduta della
stessa;
Sulla proposta del Ministro per la coesione territoriale e il
Mezzogiorno, come aggiornata nell'illustrazione delle modifiche resa
nella seduta odierna di questo Comitato;

Delibera:

1. Approvazione del secondo Addendum al Piano operativo Ambiente e
assegnazione di risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione
2014-2020.

1.1 E' approvato il secondo Addendum al Piano operativo Ambiente,
di competenza del Ministero dell'ambiente e della tutela del
territorio e del mare, per un valore complessivo di 782 milioni di
euro, con le modifiche proposte dal Ministro per la coesione
territoriale e il Mezzogiorno in seduta, subordinatamente
all'espressione dell'avviso conforme da parte della Cabina di Regia
di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 25
febbraio 2016.
1.2 Al Piano e' assegnata una dotazione finanziaria complessiva di
782 milioni di euro a valere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo
e la coesione 2014-2020, come integrate dalla citata legg [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
SIKAFLEX -11 FC+
New Essence

NEWS NORMATIVA

14/11 - Decreto Genova, salta ‘il cuore’ del condono Ischia

Cancellato il riferimento alla legge del 1985 che avrebbe concesso disposizioni meno restrittive per le pratiche pendenti

14/11 - ANCE: ‘gli obiettivi della Manovra sono irrealizzabili’

I costruttori: ‘occorrono misure di forte impatto che consentano, fin dai primi mesi del 2019, di trasformare le risorse in cantieri sul territorio’


Rockwool
Sydney Grafite