Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Legge regionale 10/04/ 2001 n. 10

Regione Umbria - Ulteriori modificazioni ed integrazioni della legge regionale 12 agosto 1998, n. 30 — Norme per la ricostruzione delle aree colpite dalle crisi sismiche del 12.5.1997 e 26.9.1997 e successive.

Determinazione 08/02/2013 n. 514

(Gazzetta regionale 20/02/2013 n. 10)

Regione Umbria - L.R. 10 aprile 2001, n. 10 ex art. 9 - D.G.R. 27 aprile 2001, n. 415. Cancellazione dall’Elenco regionale delle imprese qualificate per lavori di ricostruzione di immobili di proprietà privata

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e sue successive modifiche ed integrazioni;
Vista la legge regionale 1 febbraio 2005, n. 2 e i successivi regolamenti di organizzazione, attuativi della stessa;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241 e sue successive modifiche ed integrazioni;
Vista la legge regionale 9 agosto 1991, n. 21;
Visto il regolamento interno di questa Giunta;

Premesso:
— che l’ordinanza ministeriale n. 3076 del 3 agosto 2000, all’art. 5 dispone: “allo scopo di favorire il processo di ricostruzione e in particolare per facilitare la scelta di imprese esecutrici di lavori in possesso dei necessari requisiti giuridici, organizzativi, finanziari e tecnici, da parte di soggetti privati, singoli o riuniti in consorzio ai sensi dell’art. 3, comma 5, artt. 4 e 8 della legge 30 marzo 1998, n. 61, titolari di contributi per interventi di ricostruzione o ripristino con miglioramento sismico di importo pari o superiore a trecento milioni, le regioni possono predisporre e, periodicamente, aggiornare un elenco di imprese qualificate e portarlo a conoscenza dei cittadini interessati”;

— che la legge regionale 10 aprile 2001, n. 10 “Ulteriori modificazioni ed integrazioni della legge regionale 12 agosto 1998, n. 30 - Norme per la ricostruzione delle aree colpite dalle crisi sismiche del 12 maggio 1997 e 26 settembre 1997 e successive”, all’art. 9 prevede che “l’esecutore, a qualsiasi titolo dei lavori di ricostruzione di immobili di proprietà privata di importo pari o superiore a trecento milioni di lire, deve essere in possesso di qualificazione rilasciata dal Società Organismi di Attestazione (SOA) di cui al D.P.R. 25 gennaio 2000, n. 34, ovvero essere iscritto nell’elenco di imprese qualificate predisposto dalla Regione per scaglioni di importo”;

— che la Giunta regionale, con deliberazione n. 415 del 27 aprile 2001, tra l’altro:
1. ha approvato lo schema di avviso per i privati beneficiari di contributi per la ricostruzione e/o riparazione di immobili danneggiati dagli eventi sismici verificatisi negli anni 1997-2000 unitamente allo schema di procedura per la qualificazione degli esecutori dei lavori di ricostruzione e/o riparazione di immobili di proprietà privata;

2. ha previsto al punto 7) che “i soggetti qualificati sono tenuti a presentare, con cadenza annuale rispetto alla ata di inserimento in elenco, apposita dichiarazione sulla permanenza dei requisiti che hanno consentito la qualificazione. L’omessa presentazione della predetta dichiarazione comporta la cancellazione dall’elenco di cui al successivo punto 9)”;
[ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Planitop Rasa & Ripara
Blumatica BIM

NEWS NORMATIVA

19/11 - Progetto Bellezz@, in arrivo 150 milioni di euro per 271 progetti

Gli Enti dovranno completare l’invio della documentazione e stipulare le convenzioni col Mibac. Una Commissione valuterà la regolarità delle procedure

16/11 - Sismabonus, gli ingegneri sismici: ‘potenziare le agevolazioni fiscali’

ISI propone tetti di spesa in base ai metri quadri e bonus per diagnosi sismiche anche senza lavori. Su quest’ultimo punto c’è un emendamento del M5S


Living Now
Cronosonic