Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Determinazione 16/05/ 2013 n. 906

Regione Puglia - PO FESR 23007-2013 - Asse I - Linee di Intervento: 1.1 - Azione 1.1.1 e Asse VI. Linea di intervento 6.1 - Azione 6.1.1 - Determinazione n. 590/08 - Avviso per l’erogazione di “Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese da concedere attraverso Contratti di Programma Regionali” - Modifiche

Determinazione 16/05/ 2013 n. 918

Regione Puglia - PO FESR 23007-2013 - Asse I - Linee di Intervento: 1.1 - Azione 1.1.2 e 1.4 - Azione 1.4.1 - Asse II - Linea di intervento 2.4 - Azione 2.4.2 - Asse VI. Linea di intervento 6.1 - Azione 6.1.2 - Determinazione n. 589/08 - Avviso per l’erogazione di “Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per Programmi Integrati di Agevolazione” - Modifica Avviso

Determinazione 16/05/2013 n. 917

(Gazzetta regionale 30/05/2013 n. 74)

Regione Puglia - PO FESR 23007-2013 - Avviso pubblico “Aiuti alle piccole imprese per progetti integrati di agevolazione”. Asse VI Linea di intervento 6.1 - Azione 6.1.11 Asse I Linea di intervento 1.1 - Azione 1.1.2 - Linea di intervento 1.4 - Azione 1.4.1 - Modifica Avviso

Il giorno 16 maggio 2013, in Bari, nella sede

IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO

Visti gli artt. 4, 5 e 6 della L.R. del 04 febbraio 1997 n. 7;

Vista la deliberazione di Giunta Regionale 28 luglio 1998, n. 3261;

Visti gli artt. 4 e 16 del D.Lgs del 30 marzo 2001, n. 165;

Visto l’art. 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69, che prevede l’obbligo di sostituire la pubblicazione tradizionale all’Albo ufficiale con la pubblicazione di documenti digitali sui siti informatici;

Visto l’art. 18 del Dlgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali” in merito ai Principi applicabili ai trattamenti effettuati dai soggetti pubblici;

Visto il D.P.G.R. 22 febbraio 2008 n. 161;

Vista, la Decisione (CE) n. C/2007/5726 del 20 novembre 2007 di approvazione del Programma Operativo FESR della Regione Puglia per il ciclo di programmazione 2007/2013, conformemente a quanto previsto dall’art. 37 del Reg. (CE) 1083/2006;

Vista la DGR n. 146 del 12 febbraio 2008, con la quale, a seguito della citata Decisione CE, è stato definitivamente approvato il Programma Operativo FESR della Regione Puglia per il ciclo di programmazione 2007/2013;

Visto il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 886 del 24.09.2008 con cui è stato emanato l’Atto di Organizzazione per l’Attuazione del PO FESR 2007-2013 (BURP n. 149 del 25.09.2008);

Vista la DGR del 17.02.2009 n. 165 con cui è stato adottato, tra l’altro, l’atto di indirizzo concernente le procedure di gestione del programma;

Vista la DGR del 17.02.2009 n. 185 e del 17.03.2009 n. 387 con cui sono stati nominati i Responsabili di Linea;

Vista la DGR n. 1849 del 30.09.2008 e le successive modifiche, con la quale sono stati nominati l’Autorità di Gestione del PO FESR 2007-2013 ed i Responsabili degli Assi di cui al medesimo programma (BURP n. 162 del 16.10.2008);

Vista la DGR n. 750 del 07.05.2009, la DGR n. 657 del 5.4.2011 e la DGR. n. 2574 del 22.11.2011 di approvazione del Programma pluriennale dell’Asse VI del PO FESR 20072013, con le quali tra l’altro si autorizza il Responsabile della Linea di Intervento VI, ad adottare atti di impegno e spese sui Capitoli di cui alle citate D.G.R. nei limiti delle dotazioni finanziarie del PPA;

Vista la DGR n. 98 del 23.01.2012 con la quale la Giunta Regionale ha adeguato gli atti di nomina dei Responsabili delle Linee di Intervento del PO FESR 2007/2013, nonché i PPA come approvati al nuovo modello organizzativo e per l’effetto ha individuato i Responsabili delle Linee di Intervento;

Visto il Regolamento n. 9 del 26.6.2008 (BURP n. 103 del 30.6.2008), recante la disciplina dei Regimi di Aiuto regionali in esenzione modificato dal Regolamento n. 1 del 19 gennaio 2009 (Burp. n. 13 suppl. del 22/01/2009), recante la disciplina dei Regimi di Aiuto regionali in esenzione;

Visto il Regolamento Regionale n. 4 del 24.03.2011 recante “Ulteriori modifiche al Reg. reg. 19 gennaio 2009, n. 1 e misure per la ricerca e l’innovazione” pubblicato sul BURP n. 44 del 28 marzo 2011, ed in particolare, l’art. 5 che introduce il Titolo IX, denominato “Aiuti alle piccole imprese per progetti integrati di agevolazione”;

Visto il Regolamento Regionale n. 5 del 20 febbraio 2012 recante “Ulteriori modifiche al Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione della Regione Puglia n. 1 del 19 gennaio 2009 come modificato dall’art. 1 del Regolamento Regionale n. 19 del 10 agosto 2009 e del 77t. IX del Regolamento Regionale n. 4 del 24 marzo 2011”, ed in particolare l’art. 2 che apporta modifiche al Titolo IX - Aiuti alle piccole imprese per progetti integrati di agevolazione;

Visto l’Avviso per la presentazione delle istanze di accesso ai sensi dell’articolo 78 del Regolamento - adottato con Determinazione dell’AdG n.71 del 09 agosto 2012 (B.U.R.P. n.119 del 16/08/2012) e successiva ripubblicazione mediante Determinazione dell’AdG n.74 del 29/08/2012 (B.U.R.P. n. 131 del 06/09/2012);

Visto il Regolamento Regionale n. 7 del 3/05/2013 (Burp n. 62 del 07/05/2013), “Ulteriori modifiche al Titolo V del Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione della Regione Puglia n. 1 del 19 gennaio 2009 come modificato dall’art. 1 del Regolamento Regionale n. 19 del 10 agosto 2009 e del Titolo IX del Regolamento Regionale n. 4 del 24 marzo 2011 e s.m.i.”, con particolare riferimento all’art. 2, con il quale il 4° comma dell’art. 73 del Regolamento Regionale n. 1 del 19 gennaio 2009 come introdotto dal Regolamento Regionale n. 4 del 24 marzo 2011 e modificato dall’art. 2 del Regolamento Regionale n. 5 del 20 febbraio 2012 è sostituito dal seguente:
«I progetti integrati devono essere promossi e presentati da una piccola impresa, così come definita all’art. 2 del presente Regolamento. Alla data di presentazione della domanda la piccola impresa deve avere già approvato almeno tre bilanci di esercizio, deve avere registrato, nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda, un numero di ULA almeno pari a 10 ed aver registrato nei tre esercizi precedenti un fatturato medio non inferiore a 1,5 milioni di euro».

Rilevato che:
- Con delibera di Giunta regionale n. 656 del 05/04/11 è stato riapprovato il Programma Pluriennale dell’Asse VI del PO FESR 2007-2013 (Burp n. 65 del 29/04/11);
- Con delibera di Giunta regionale n. 377 del 07/03/13 è stato revisionato il Programma Pluriennale dell’Asse VI del PO FESR 2007-2013 (Burp n. 49 del 03/04/13);
- Ai sensi dell’Ad 4 del citato Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 886/08 è compito del Responsabile di Linea adottare i bandi.

Considerato che l’ampliamento alle imprese in possesso dei requisiti suddetti degli “Aiuti alle piccole imprese per progetti integrati di agevolazioni” è maggiormente in linea con l’attuale congiuntura economica e con il contesto di crisi che le imprese stanno affrontando;

Vista e condivisa la relazione (Rel/2013/904 del 16/05/2013), sottoscritta dal Responsabile del procedimento dell’azione 6.1.11, il Dirigente dell’Ufficio Incentivi alle PMI, la Responsabile
dell’azione 1.1.2, dalla Dirigente dell’Ufficio Ricerca Industriale e Innovazione Tecnologica, il Responsabile dell’azione 1.4.1 e dalla Dirigent [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
D2C
Profilpas

NEWS NORMATIVA

21/9 - Antisismica, no alle semplificazioni per le piccole opere

La Cassazione boccia le norme regionali che consentono di non valutare l’opera nel suo complesso

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea


Sismicad 12
Breda Portoni Sezionali