Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Linee Guida 11/04/ 2013

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - Linee guida per le architetture interne delle scuole

News Correlate

09/04/2013
Scuole, via libera ai 38 milioni di euro del Miur

Entro il 22 aprile Enti locali e Regioni devono presentare le domande per accedere ai fondi

Direttiva 26/03/2013 n. 34

(Gazzetta ufficiale 06/04/2013 n. 81)

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - Finanziamenti per interventi di edilizia scolastica - fondi immobiliari

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE,
DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

Vista la legge 11 gennaio 1996, n. 23 recante "Norme per l'edilizia
scolastica";
Visto il decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5 convertito, con
modificazioni, nella legge 4 aprile 2012 n. 35, recante "Disposizioni
urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo" ed, in
particolare, l'art. 53, recante norme in materia di modernizzazione
del patrimonio immobiliare scolastico e riduzione dei consumi e
miglioramento dell'efficienza degli usi finali di energia;
Visto il decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con
modificazioni, nella legge 17 dicembre 2012 n. 221, recante
"Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese" ed, in
particolare, l'art. 11 dal comma 4 al comma 4-octies;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 concernente
"Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche" ed, in particolare, l'art. 4;
Viste le priorita' politiche del Ministero dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca contenute nell'Atto di Indirizzo per
l'anno 2013 ed, in particolare, quella concernente "implementazione e
sviluppo di modelli e interventi di edilizia scolastica e messa in
sicurezza delle scuole" che impegna il Ministero nella promozione di
interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici esistenti,
nonche' di costruzione di nuovi edifici scolastici;
Dato atto che, nello stato di previsione del Ministero
dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca, sono iscritti, per
l'e.f. 2013, i capitoli 7545, 7625, 7645, 7785 denominati "Spese per
la realizzazione di iniziative a carattere nazionale in materia di
sicurezza nelle scuole" e che negli stessi sono iscritte, fra
l'altro, risorse, quali "residui di lettera F" provenienti
dall'esercizio finanziario 2012, destinate all'edilizia scolastica ed
utilizzabili per le finalita' di cui alla presente direttiva;
Considerata la necessita' degli Enti locali e delle Regioni di
garantire edifici scolastici sicuri, sostenibili ed accoglienti, in
un contesto di rigenerazione integrata del patrimonio immobiliare
scolastico in linea con l'innovazione della didattica, con la
diffusione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione,
nonche' l'esigenza di innalzare il livello di sicurezza degli edifici
e di migliorarne la gestione energetica attraverso l'efficientamento
dei consumi e la conseguente riduzione dei costi energetici;
Ritenuta l'esigenza di favorire, nelle more della costituzione del
Fondo unico per l'edilizia scolastica di cui al prefato art. 11, il
tempestivo avvio e la realizzazione delle suindicate attivita' da
parte delle competenti Amministrazioni, al fine di consentire
all'utenza scolastica interessata il miglior esercizio del diritto
allo studio in ambienti idonei, sicuri e rispondenti alle piu'
attuali esigenze della didattica;
Considerata, inoltre, l'opportunita', nell'ottica della
massimizzazione delle risorse disponibili per detti scopi, di
incoraggiare un'adeguata compartecipazione finanziaria da parte delle
Amministrazione competenti anche con l'adozione di strumenti
finanziari di carattere innovativo come, in particolare, i fondi
immobiliari, in cui far confluire, per un effetto moltiplicatore e
sinergico delle stesse, risorse pubbliche e private;
Valutata, infine, l'opportunita', di promuovere iniziative, a
carattere sperimentale, di concreto utilizzo di tali strumenti;

E m a n a
la seguente direttiva:

Art. 1

1. Ai sensi e per gli effetti di quanto indicato nelle premesse
integralmente richiamate nel presente dispositivo, la Direzione
Generale per la politica finanziaria e per il bilancio provvede ad
assegnare agli Enti locali e alle Regioni, nel limite complessivo di
euro 38 milioni a valere sulle risorse iscritte quali residui di
stanziamento ai sensi dell'art. 275 comma 1 lettera f) del regio
decreto 23 maggio 1924 n. 827 nei capitoli 7545, 7625, 7645, 7785
dello stato di previsione di questo Ministero, secondo le modalita'
sotto indicate ed entro i limiti della presente direttiva, appositi
contributi dedicati a cofinanziare interventi di edilizia scolastica,
come di seguito specificati, da realizzarsi tramite lo strumento del
fondo immobiliare.
2. Sono ammessi ai contributi gli interventi finalizzati alla
rigenerazione del patrimonio immobiliare scolastico, destinato
all'istruzione statale, comprensivi anche di interventi di
costruzione di nuovi edifici scolastici, da realizzarsi attraverso lo
strumento del fondo immobiliare, costituito da una Societa' di
Gestione del Risparmio appositamente individuata dall'Ente locale o
dalla Regione con procedure ad evidenza pubblica, a cui saranno
conferiti e/o apportati immobili da valorizzare, aree pubbliche per
nuove costruzioni ed ogni eventuale ulteriore cofinanziamento.
3. Ai fini dell'accesso ai suddetti contributi, a pena di
decadenza, gli Enti locali/Regioni devono presentare espressa
richiesta, sottoscritta dal rispettivo rappresentante legale -
esclusivamente all'indirizzo di PEC: dppr@postacert.istruzione.it -
entro il termine [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


download
Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
DrainBeton
Blumatica BIM

NEWS NORMATIVA

21/11 - Criteri ambientali minimi, come valutare la capacità dei progettisti

Dal Ministero dell’Ambiente chiarimenti su miglioramento delle prestazioni del progetto e utilizzo dei materiali recuperati o riciclati

21/11 - La Lombardia aggiorna i moduli unici per l’edilizia

Pubblicate le specifiche tecniche di interoperabilità e i file per l’interscambio informativo tra gli enti coinvolti


Planitop Rasa & Ripara
Gen2 Home