Carrello 0

Scheda Normativa

Documento unico 25/06/2013 n. 39

(Gazzetta regionale 10/07/2013 n. 28)

Regione Toscana - Approvazione Documento di monitoraggio del Piano Regionale di Sviluppo Economico (PRSE 2012-2015). (SO n.74)

LA GIUNTA REGIONALE

Vista la legge regionale 20 marzo 2000, n. 35 e s.m.i. “Disciplina degli interventi regionali in materia di attività produttive e competitività delle imprese”;

Vista la Delibera del Consiglio Regionale 11 luglio 2012, n. 59, recante “Piano regionale dello sviluppo economico (PRSE) 2012 – 2015” di cui all’articolo 2 della legge regionale n. 35 del 2000 e s.m.i. “Disciplina degli interventi regionali in materia di attività produttive e competitività delle imprese”;

Considerato che la Deliberazione del Consiglio Regionale 11 luglio 2012, n. 59: Piano regionale dello sviluppo economico (PRSE) 2012 – 2015 stabilisce che la Giunta regionale provveda al monitoraggio annuale del piano, così come previsto al capitolo 5 della sezione valutativa del PRSE, anche al fi ne di predisporre
modifiche, integrazioni ed aggiornamenti;

Considerato che l’art. 10 bis comma 3 della L.R. n. 49/99 prevede che la Giunta Regionale presenti annualmente al Consiglio regionale documenti di monitoraggio e valutazione, che descrivono gli stati di realizzazione e i risultati dell’attuazione dei piani e
programmi;

Ritenuto di approvare il Documento di monitoraggio del Piano regionale di sviluppo economico (PRSE 2012-2015) di cui all’Allegato “A” quale parte integrante e sostanziale del presente atto;

A voti unanimi

DECIDE

1. di approvare il Documento di monitoraggio del Piano regionale di sviluppo economico (PRSE 2012-2015) di cui all’Allegato “A” parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di procedere, tramite la S [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Knauf manuale antincendio
B/Sana

NEWS NORMATIVA

17/01 - Professionisti e imprese, più vicini i pagamenti della PA

Operativa la piattaforma con cui Cassa Depositi e Prestiti anticipa a Regioni ed Enti locali il saldo dei debiti maturati al 31 dicembre 2018

17/01 - Consumo di suolo, Ance propone una ‘rivoluzione culturale’

Poche regole generali e incentivi per la rigenerazione con processi differenziati in base al tipo di tessuto urbano


THERMA V
ASSA ABLOY