Marketplace
inc
Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Legge 18/10/ 2012 n. 179

Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese (Sviluppo bis)

Decreto Legge 24/01/ 2012 n. 1

Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività (Decreto Liberalizzazioni)

Decreto Legislativo 23/03/ 2011 n. 41

Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 15 febbraio 2010, n. 31, recante disciplina della localizzazione, della realizzazione e dell'esercizio nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare, di impianti di fabbricazione del combustibile nucleare, dei sistemi di stoccaggio del combustibile irraggiato e dei rifiuti radioattivi, nonche' benefici economici e campagne informative al pubblico, a norma dell'articolo 25 della legge 23 luglio 2009, n. 99

News Correlate

01/10/2013
Rinnovabili, col decreto Fare 2 gli incentivi cambierebbero così

La nuova bozza propone l’eliminazione del prezzo minimo garantito, proteste da Assorinnovabili

11/11/2008
Fonti rinnovabili, restrizioni per la Puglia

Meno speculazione e parametri più rigidi nella nuova norma regionale

17/11/2005
Energia elettrica da fonti rinnovabili e certificati verdi

Due decreti del Ministero delle Attività Produttive incentivano la produzione di energia pulita e la certificazione

14/04/2005
Verifica impianti: professionisti chiedono più spazio

Probabile riapertura dei termini per la delega finalizzata al riordino della normativa tecnica impiantistica

Legge dello Stato 23/08/2004 n. 239

(Gazzetta ufficiale 13/09/2004 n. 215)

Riordino del settore energetico, nonche' delega al Governo per il riassetto delle disposizioni vigenti in materia di energia.

Testo vigente al 16-12-2013

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga
la seguente legge:

Art. 1

1. Nell'ambito dei principi derivanti dall'ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali, sono principi fondamentali in materia energetica, ai sensi dell'articolo 117, terzo comma, della Costituzione, quelli posti dalla presente legge. Sono, altresi', determinate disposizioni per il settore energetico che contribuiscono a garantire la tutela della concorrenza, la tutela dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali, la tutela dell'incolumita' e della sicurezza pubblica fatta salva la disciplina in materia di rischi da incidenti rilevanti, la tutela dell'ambiente e dell'ecosistema al fine di assicurare l'unita' giuridica ed economica dello Stato e il rispetto delle autonomie regionali e locali, dei trattati internazionali e della normativa comunitaria. Gli obiettivi e le linee della politica energetica nazionale, nonche' i criteri generali per la sua attuazione a livello territoriale, sono elaborati e definiti dallo Stato che si avvale anche dei meccanismi di raccordo e di cooperazione con le autonomie regionali previsti dalla presente legge. Sono fatte salve le
competenze delle regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e di Bolzano che provvedono alle finalita' della presente legge ai sensi dei rispettivi statuti speciali e delle relative norme di attuazione.

2. Le attivita' del settore energetico sono cosi' disciplinate:
a) le attivita' di produzione, importazione, esportazione, stoccaggio non in sotterraneo anche di oli minerali, acquisto e vendita di energia ai clienti idonei, nonche' di trasformazione delle materie fonti di energia, sono libere su tutto il territorio nazionale, nel rispetto degli obblighi di servizio pubblico derivanti dalla normativa comunitaria e dalla legislazione vigente;
b) le attivita' di trasporto e dispacciamento del gas naturale a rete, nonche' la gestione di infrastrutture di approvvigionamento di energia connesse alle attivita' di trasporto e dispacciamento di energia a rete, sono di interesse pubblico e sono sottoposte agli obblighi di servizio pubblico derivanti dalla normativa comunitaria, dalla legislazione vigente e da apposite convenzioni con le autorita' competenti;
c) le attivita' di distribuzione di energia elettrica e gas naturale a rete, di esplorazione, coltivazione, stoccaggio sotterraneo di idrocarburi, nonche' di trasmissione e dispacciamento di energia elettrica sono attribuite in concessione secondo le disposizioni di legge.

3. Gli obiettivi generali di politica energetica del Paese, il cui conseguimento e' assicurato sulla base dei principi di sussidiarieta', differenziazione, adeguatezza e leale collaborazione dallo Stato, dall'Autorita' per l'energia elettrica e il gas, dalle regioni e dagli enti locali, sono:
a) garantire sicurezza, flessibilita' e continuita' degli approvvigionamenti di energia, in quantita' commisurata alle esigenze, diversificando le fonti energetiche primarie, le zone geografiche di provenienza e le modalita' di trasporto;
b) promuovere il funzionamento unitario dei mercati dell'energia, la non discriminazione nell'accesso alle fonti energetiche e alle relative modalita' di fruizione e il riequilibrio territoriale in relaz [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Nuova Ferracciaio
inc
Solava
inc

NEWS NORMATIVA

Trasferimenti immobiliari, come si calcola l’imposta ipocatastale?

03/08 - Trasferimenti immobiliari, come si calcola l’imposta ipocatastale?

Agenzia delle Entrate: la distinzione tra immobili abitativi e strumentali deve essere fatta in riferimento alla classificazione catastale

31/07 - Superbonus 110%, pronto il Decreto Asseverazioni

Contenuti e modalità di trasmissione all’Enea dell’asseverazione dei requisiti per gli interventi di riqualificazione energetica


RB 73
inc
Gatti Precorvi
inc