inc

Scheda Normativa

Norme Correlate

Decreto Pres. Cons. Min. 26/04/ 2011

Pubblicazione nei siti informatici di atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o di bilanci, adottato ai sensi dell'articolo 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69

Provvedimento 25/06/ 2010

Agenzia del Territorio - Regolamento di attuazione dell'articolo 2 della legge 7 agosto 1990, n. 241, come sostituito dall'articolo 7, comma 1, lettera b), della legge 18 giugno 2009, n. 69, relativo alla determinazione dei termini di conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza degli uffici dell'Agenzia del territorio

News Correlate

02/12/2013
Scia ed edilizia libera, l’Ance fa il punto sulle semplificazioni

Dai costruttori una panoramica sull’evoluzione normativa che ha portato allo snellimento delle procedure

15/04/2013
Appalti, chiesti chiarimenti sull’obbligo di trasparenza

L’Authority chiede al Governo una norma per fare chiarezza sulla regolarità delle procedure

17/01/2013
Dagli ingegneri di Bologna un portale per le gare pubbliche

Un software web gratuito a disposizione degli Enti per pubblicizzare avvisi, bandi ed esiti di gara

24/06/2010
Codice Ambiente: il Consiglio dei Ministri discute le modifiche

L’Anci chiede più chiarezza sugli interventi sottoposti a Valutazione di impatto ambientale e Valutazione ambientale strategica

16/10/2008
Appalti: nuove regole per le centrali di committenza

Responsabilità personale dei dirigenti per i maggiori costi degli appalti stipulati al di fuori delle centrali di committenza

Legge dello Stato 18/05/2009 n. 69

(Gazzetta ufficiale 19/06/2009 n. 140 S.O.95)

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga

la seguente legge:


Art. 1.
(Banda larga)

1. Il Governo, nel rispetto delle attribuzioni costituzionali delle regioni e nel rispetto dell'articolo 4, comma 3, lettera h), del codice delle comunicazioni elettroniche, di cui al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, individua un programma di interventi infrastrutturali nelle aree sottoutilizzate necessari per facilitare l'adeguamento delle reti di comunicazione elettronica pubbliche e private all'evoluzione tecnologica e alla fornitura dei servizi avanzati di informazione e di comunicazione del Paese. Nell'individuare le infrastrutture di cui al presente comma, il Governo procede secondo finalita' di riequilibrio socio-economico tra le areedel territorio nazionale. Il Governo individua e sottopone al Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) per l'approvazione nel programma le risorse necessarie, che integrano i finanziamenti pubblici, comunitari e privati allo scopo disponibili. Al relativo finanziamento si provvede con una dotazione di 800 milioni di euro per il periodo 2007-2013 a valere sulle risorse del fondo per le aree sottoutilizzate, di cui all'articolo 61 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni. In ogni caso e' fatta salva la ripartizione dell'85 per cento delle risorse alle regioni del Mezzogiorno.

2. La progettazione e la realizzazione delle infrastrutture di cui al comma 1 nelle aree sottoutilizzate possono avvenire mediante modalita' di finanza di progetto ai sensi del codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163. Nell'ambito dei criteri di valutazione delle proposte o delle offerte deve essere indicata come prioritaria la condizione che i progetti, nelle soluzioni tecniche e di assetto imprenditoriale, contribuiscano allo sviluppo di un sistema di reti aperto alla concorrenza, nel rispetto dei principi e delle norme comunitarie.

3. A vale e sul fondo di cui al comma 1 sono finanziati gli interventi che, nelle aree sottoutilizzate, incentivino la razionalizzazione dell'uso dello spettro radio al fine di favorire l'accesso radio a larghissima banda e la comleta digitalizzazione delle reti di diffusione, 4 tal fine prevedendo il sostegno ad interventi di ristrutturazione dei sistemi di trasmissione e collegamento anche utilizzati dalle amministrazioni civili e militari dello Stato, favorendo altresi' la liberazione delle bande di frequenza utili ai sistemi avanzati di comunicazione.

4. E' attribuito al Ministero dello sviluppo economico il coordinamento dei progetti di cui al comma 2 anche attraverso la previsione della stipulazione di accordi di programma con le regioni interessate. Il Ministero dello sviluppo economico, nell'esercizio della sua funzione di coordinamento, si avvale del parere dell'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni, che e' rilasciato avuto riguardo al rispetto degli obiettivi di cui al medesimo comma 2 e degli articoli 4 e 13 del codice delle comunicazioni elettroniche, di cui al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259.

5. All'articolo 2 [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Esoscheletro Isotex
inc
Rubinetteria_Marketplace
inc

NEWS NORMATIVA

Abusi edilizi, la demolizione non deve essere motivata

17/06 - Abusi edilizi, la demolizione non deve essere motivata

Tar Lazio: la doppia conformità deve essere dimostrata da chi richiede la sanatoria, il Comune non ha obblighi di accertamento

17/06 - Superbonus, Ance: ‘subito i moduli aggiornati per la CILA’

I costruttori edili in audizione alla Camera: semplificare autorizzazioni paesaggistiche e eliminare il contributo per l’occupazione del suolo pubblico con impalcature


Manuale Tecnico del Vetro
inc
MasterEmaco N 530 FR
inc

inc