inc

Scheda Normativa

Norme Correlate

Legge regionale 05/12/ 2013 n. 21

Regione Friuli Venezia Giulia - Disposizioni urgenti in materia di tutela ambientale, difesa e gestione del territorio, lavoro, diritto allo studio universitario, infrastrutture, lavori pubblici, edilizia e trasporti, funzione pubblicae autonomie locali, salute, attività economiche e affari economici e fiscali (SO n. 35)

Decreto 31/12/ 2012 n. 278

Regione Friuli Venezia Giulia - D.lgs 3 aprile 2006, n. 152. Legge regionale 7 settembre 1987, n. 30. Approvazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani, comprensivo del rapporto ambientale di VAS e della sintesi non tecnica del rapporto ambientale di VAS (S.O. n. 5 dell'11/01/2013)

Legge regionale 07/09/1987 n. 30

(Gazzetta regionale 07/09/1987 n. 107)

Regione Friuli Venezia Giulia - Norme regionali relative allo smaltimento dei rifiuti (Testo coordinato)

ITOLO I
CAMPO DI APPLICAZIONE E PRINCIPI GENERALI

Art. 1
Campo di applicazione
1. La presente legge, nel rispetto dei principi generali fissati dal DPR 10 settembre 1982, n. 915, dal paragrafo n. 1 della deliberazione del Comitato interministeriale del 27 luglio 1984 e dalle direttive CEE n. 75/442 del 15 luglio 1975 relativa ai rifiuti, n. 76/403, del 6 aprile 1976, relativa allo smaltimento dei policlorodifenili e policlorotrifenili e n. 78/319, del 20 marzo 1978, relativa ai rifiuti tossici e nocivi, disciplina lo smaltimento dei rifiuti, la loro raccolta, spazzamento, cernita, trasporto e trattamento, in armonia con il dettato dell' articolo 1 del citato DPR n. 915 del 1982 nonche' del disposto di cui al decreto - legge 31 agosto 1987, n. 361, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1987, n. 441.

2. La Regione incentiva prioritariamente il perseguimento delle seguenti finalita':
a) contenimento della produzione di rifiuti;
b) contenimento dei costi delle fasi di smaltimento dei rifiuti;
c) raccolta differenziata, riciclaggio e trattamento idoneo alle singole tipologie di rifiuti;
d) progressiva riduzione dello smaltimento indifferenziato dei rifiuti urbani, nonche' delle quantita' e pericolosita' delle frazioni non recuperabili da avviare allo smaltimento finale;
e) recupero di materiali e produzione di energia anche nella fase di smaltimento.

2 bis. Con le medesime priorita' la Regione promuove altresi' la ricerca, l'innovazione tecnologica e l'informazione volta al conseguimento degli stessi fini, nonche' al prolungamento della vita dei beni di consumo, alla riduzione degli scarti di produzione e alla sperimentazione di impianti di smaltimento e trattamento a tecnologia complessa.

3. Agli effetti e per i fini della presente legge vengono considerati e classificati rifiut [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Montascale
inc
IBC AEROFIX G3
inc

NEWS NORMATIVA

Prima casa, col cambio di destinazione d’uso si può ottenere di nuovo l’agevolazione

21/9 - Prima casa, col cambio di destinazione d’uso si può ottenere di nuovo l’agevolazione

La Cassazione spiega: valgono le condizioni esistenti al momento della stipula dell’atto di acquisto

21/9 - Bonus 90%, non spetta se la facciata è visibile solo dai turisti

Le pareti non visibili dalla strada o da suolo a uso pubblico sono sempre escluse. Via libera invece all’Iva al 10%


ELIA
inc
DELIFTA
inc

inc