inc

Scheda Normativa

News Correlate

07/05/2015
Piano Casa Veneto, i nuovi premi volumetrici per gli interventi ‘green’

Innalzato all’80% l’ampliamento massimo consentito nelle demolizioni e ricostruzioni

23/04/2013
Veneto, in arrivo la certificazione energetica degli edifici

Alla Giunta il compito di definire le procedure di valutazione, la formazione tecnica e i controlli

30/06/2011
Tour Edifici a Energia Quasi Zero: in 650 per la tappa di Padova

In Veneto il ‘Biover Protocollo Itaca’ definisce il concetto di sostenibilità

23/06/2009
Veneto: entro questa settimana il via libera al Piano Casa

Aumenti volumetrici fino al 40%; ampliamenti consentiti anche per il non residenziale

Legge regionale 09/03/2007 n. 4

(Gazzetta regionale 13/03/2007 n. 25)

Regione Veneto - Iniziative ed interventi regionali a favore dell’edilizia sostenibile

ARTICOLO 1

Finalità.

1. Al fine di tutelare la qualità della vita, dell’ambiente e del
territorio, la Regione del Veneto promuove e incentiva la sostenibilità
energetico - ambientale nella realizzazione di opere di edilizia pubblica e
privata.
2. Per edilizia sostenibile deve intendersi l’osservanza di
teorie progettuali che fondano l’ideazione e la realizzazione del manufatto
edilizio su principi di compatibilità dello stesso con l’ambiente e di
miglioramento della qualità della vita umana.








ARTICOLO 2

Interventi di edilizia sostenibile e linee guida.

1. Ai fini della presente legge s’intende per interventi di
edilizia sostenibile, comunemente indicata anche come bioedilizia, edilizia
naturale, edilizia ecologica, edilizia bio-etico-compatibile, edilizia bio-
ecologica, gli interventi di edilizia pubblica o privata che siano
caratterizzati dai seguenti requisiti:
a) favoriscano il risparmio energetico, l’utilizzo delle fonti
rinnovabili ed il riutilizzo delle acque piovane;
b) garantiscano il benessere, la salute e l’igiene dei fruitori;
c) si avvalgano di materiali da costruzione, di componenti per
l’edilizia, di impianti, di elementi di finitura, di arredi fissi
selezionati tra quelli che non determinano lo sviluppo di gas tossici,
emissione di particelle, radiazioni o gas pericolosi, inquinamento
dell’acqua o del suolo;
d) privilegino l’impiego di materiali e manufatti di cui sia possibile
il riutilizzo anche al termine del ciclo di vita dell’edificio e la cui
produzione comporti un basso consumo energetico;
e) conservino, qualora si tratti di interventi di ristrutturazione, i
caratteri tipo morfologici di interesse storico.
2. Con il provvedimento di cui all’articolo 8, comma 1, la Giunta
regionale definisce le linee guida in materia di edilizia sostenibile, di
seguito denominate linee guida, su cui l’amministrazione regionale basa la
valutazione della qualità ambientale ed energetica espressa dai singoli
interventi di bioedilizia, ai fini dell’ammissibilità degli stessi alla
contribuzione regionale prevista dalla presente legge e della graduazione dei
contributi stanziati, nonché ai fini dello scomputo della superficie e delle
volumetrie di cui all’articolo 5. Dette linee guida costituiscono inoltre
riferimento per l’elaborazione e l’integrazione degli strumenti edilizi ed
urbanistici comunali.
3. Le linee guida di cui al comma 2, suddivise in singole aree di
valutazione, sono direttive di tipo prestazionale, funzionali al
riconoscimento della sostenibilità dell’intervento in base all’elaborazione
di una corrispondente scala di prestazione qualitativa, in ragione della
quale viene assegnato il punteggio di valutazione dell’intervento stesso.
4. Fra le aree di valutazione di cui al comma 3 sono incluse
quelle che fanno riferimento:
a) alla qualità dell’ambiente esterno;
b) al consumo di risorse;
c) ai carichi ambientali;
d) alla qualità dei servizi forniti;
e) alla qualità della gestione dell’intervento e degli impianti;
f) all’accessibilità ai servizi pubblici e di trasporto.








ARTICOLO 3

Criteri di individuazione dei materiali da costruzione.

1. L’individuazione dei materiali da costruzione di cui
all’articolo 2, comma 1, lettera c) risponde ai seguenti criteri:
a) utilizzo di materiali ecologicamente compatibili, sulla base di
requisiti di valutazione definiti dalle linee guida di cui all’articolo 2,
comma 2, fra i quali la riciclabilità globale, la loro natura di materie
prime rinnovabili, il contenuto consumo energetico richiesto ai fini della
loro estrazione, produzione, distribuzione e smaltimento;
b) utilizzo di materiali, oltre che di tecniche costruttive, che
consentano di recuperare la tradizione locale e di contenere i costi di
trasporto;
c) utilizzo di materiali privi di sostanze riconosciute nocive per la
salute e per l’ambiente e non radioattivi.
2. I materiali isolanti termoacustici debbono soddisfare oltre ai
requisiti di cui al comma 1, le seguenti ulteriori caratteristiche, nella
misura delle soglie da definire con le linee guida di cui all’articolo 2,
comma 2:
a) permeabilità al vapore ed alta traspirabilità;
b) elettrostaticità;
c) massima durabilità nel tempo.








ARTICOLO 4

Azioni regionali per la promozione dell’edilizia residenziale pubblica e
privata sostenibile.

1. Ai fini di cui all’articolo 1, comma 1, la Regione del Veneto
adotta le seguenti iniziative:
a) promozione di concorsi di idee e progettazione, in collaborazione con
gli enti locali, per la realizzazione di interventi edili pubblici o
privati, secondo le tecniche e principi costruttivi di edilizia
sostenibile indicati dalle linee guida di cui all’articolo 2, comma 2;
b) attivazione, mediante intese con l’Università, con le istituzioni
scolastiche, gli enti di formazione professionale, gli ordini
professionali e le associazioni di categoria interessate, di iniziative di
ricerca e diffusione culturale in materia di architettura ed edilizia
ecocompatibili, nonché di corsi di formazione in tecniche e principi
costruttivi di edilizia sostenibile per tecnici e operatori del settore;
c) individuazione di agevolazioni regionali per la realizzazione di
interventi di costruzione o ristrutturazione secondo le tecniche e
principi costruttivi di edilizia sostenibile indicati dalle linee guida di
cui all’articolo 2, comma 2, a favore dei seguenti soggetti:
1) cooperative edilizie che esercitino attività edile nel territorio
della Regione del Veneto;
2) soggetti d’impresa che esercitino attività edile nel territorio della
Regione del Veneto;
3) soggetti pubblici e privati titolari della proprietà o di altro
diritto reale sul bene oggetto dell’intervento di costruzione o
ristrutturazione.
2. I criteri, le modalità e le procedure per la predisposizione e
l’attuazione delle azioni di cui al comma 1, lettere a) e b), oltre che per
l’individuazione delle agevolazioni regionali di cui al comma 1, lettera c)
sono stabiliti col provvedimento della Giunta regionale di cui all’articolo
8, comma 1.








ARTICOLO 5

Scomputo della superficie e delle volumetrie per gli interventi di edilizia
sostenibile.

1. Per gli interventi in edilizia sostenibile finalizzati al
contenimento del fabbisogno energetico, riconosciuti conformi alle linee
guida di cui all’articolo 2, comma 2, i comuni prevedono nel regolamento
edilizio lo scomputo dei volumi tecnici e delle murature perimetrali degli
edifici.








ARTICOLO 6

Intervento finanziario della Regione.

1. La Regione del Veneto assegna contributi destinati alla
realizzazione di interventi di costruzione o ristrutturazione secondo le
tecniche e principi costruttivi di edilizia sostenibile posti dalle linee
guida di cui all’articolo 2, comma 2. La assegnazione è regolata da specifici
bandi con i quali si individuano, in particolare:
a) i soggetti ammissibili al contributo;
b) le modalità di accesso al contributo;
c) le spese ammissibili al contributo;
d) i termini di presentazione delle domande;
e) i termini e le modalità di rendicontazione delle spese sostenute;
f) le modalità di pubblicizzazione dell’intervento finanziato dalla
Regione.
2. Il provvedimento d’assegnazione dei contributi oggetto dei
bandi di cui al comma 1 è approvato dalla Giunta regionale, previo parere
della competente commissione consiliare.
3. Gli interventi di costruzione o ristrutturazione secondo le
tecniche e principi costruttivi di edilizia sostenibile finanziati dalla
Regione del Veneto esibiscono, a titolo di segnalazione, un logo regionale
recante un simbolo distintivo individuato dal provvedimento della Giunta
regionale di cui all’articolo 8, comma 1.








ARTICOLO 7

Rispetto della normativa comunitaria.

1. Gli interventi [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Vivapark
inc
Fonoisolanti e fonoassorbenti per il benessere acustico_Marketplace
inc

NEWS NORMATIVA

Sismabonus, via alla Commissione di monitoraggio sul rischio sismico delle costruzioni

26/10 - Sismabonus, via alla Commissione di monitoraggio sul rischio sismico delle costruzioni

Valuterà l’applicazione delle linee guida per la classificazione degli edifici e proporrà miglioramenti

26/10 - Rating di legalità, nel 2019 richieste in aumento del 6%

Domande prevalentemente al Nord e da imprese che fatturano fino a 15 miliardi. L’Autorità garante della concorrenza e del mercato presenta i dati della sua attività


Isolmant Isoltile
inc
Redi
inc

inc