Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Legge regionale 19/10/ 2012 n. 30

Regione Marche - Individuazione delle aree non idonee all’installazione di impianti alimentati da biomasse o biogas e modifiche alla legge regionale 26 marzo 2012, n. 3 "Disciplina della procedura di valutazione di impatto ambientale"

News Correlate

01/10/2012
Marche, in arrivo la mappa delle aree non idonee alle rinnovabili

Provvedimento in attuazione del decreto sul Burden Sharing

Legge regionale 26/03/2012 n. 3

(Gazzetta regionale 05/04/2012 n. 33)

Regione Marche - Disciplina regionale della valutazione di impatto ambientale (VIA)

Art. 1
(Oggetto)
1. La presente legge, in attuazione della normativa europea e statale e in particolare della direttiva
2011/92/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 13 dicembre 2011, concernente la
valutazione dell'impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, e del decreto
legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale), disciplina le procedure per la
valutazione di impatto ambientale di competenza regionale, ai fini della tutela dell'ambiente, degli
ecosistemi naturali e del patrimonio culturale.
2. La valutazione d'impatto ambientale riguarda i progetti che possono avere impatti sull'ambiente e
sul patrimonio culturale ed ha la finalità di proteggere e migliorare la salute umana, contribuire con
un miglior ambiente alla qualità della vita, mantenere l'esistenza e la varietà delle specie, conservare
la capacità di riproduzione dell'ecosistema in quanto risorsa essenziale per la vita. A questo scopo,
essa individua, descrive e valuta, in modo appropriato, per ciascu [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
B/Sana
Knauf manuale antincendio

NEWS NORMATIVA

18/01 - Sopraelevazioni senza verifica sismica, la proposta del Governo

Un emendamento al DL Semplificazione elimina l’obbligo per piccoli lavori di ampliamento

17/01 - Professionisti e imprese, più vicini i pagamenti della PA

Operativa la piattaforma con cui Cassa Depositi e Prestiti anticipa a Regioni ed Enti locali il saldo dei debiti maturati al 31 dicembre 2018


THERMA V
Ursa