Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Legge regionale 09/03/ 1995 n. 10

Regione Veneto - Norme per il riordinamento degli enti di edilizia residenziale pubblica

Legge regionale 28/06/2013 n. 13

(Gazzetta regionale 28/06/2013 n. 54)

Regione Veneto - Modifiche della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10, "Norme per il riordinamento degli enti di edilizia residenziale pubblica", per la razionalizzazione e la riduzione delle spese degli apparati amministrativi

Il Consiglio regionale ha approvato


Il Presidente della Giunta regionale


promulga

la seguente legge regionale:

Art. 1
Modifica dell’articolo 2 della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10
"Norme per il riordinamento degli enti di edilizia residenziale pubblica"

1. Il comma 3 dell’articolo 2 della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10, è così sostituito:

"3. La Giunta regionale, nello svolgimento delle sue funzioni in materia di edilizia residenziale pubblica, in particolare per quanto attiene bilanci, programmi, alienazione del patrimonio e canoni, si avvale di un organo consultivo, costituito dai direttori delle ATER, dai rappresentanti dell’ANCI, dei comuni capoluogo, dell’UPI e delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e degli inquilini maggiormente rappresentative a livello nazionale.".



Art. 2
Modifica dell’articolo 6 della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10
"Norme per il riordinamento degli enti di edilizia residenziale pubblica"

1. L’articolo 6 della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10, è così sostituito:

"Art. 6
Statuto

1. Il Consiglio regionale, su proposta della Giunta regionale, approva lo Statuto.

2. La Giunta Regionale, sentita la competente commissione consiliare, approva gli atti d’indirizzo per la stesura del regolamento di amministrazione e contabilità, per il regolamento e per la dotazione organica del personale.".



Art. 3
Modifica dell’articolo 7 della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10
"Norme per il riordinamento degli enti di edilizia residenziale pubblica"

1. L’articolo 7 della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10, è così sostituito:

"Art. 7
Organi

1. Sono organi dell’ATER:

a) il direttore generale;

b) il revisore unico dei conti.".



Art. 4
Inserimento dell’articolo 7 bis nella legge regionale 9 marzo 1995, n. 10
"Norme per il riordinamento degli enti di edilizia residenziale pubblica"

1. Dopo l’articolo 7 della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10, è inserito il seguente articolo:

"Art. 7 bis
Conferenza dei sindaci

1. I comuni compresi nel territorio provinciale partecipano, esprimendo pareri e proposte, al processo di pianificazione delle attività delle ATER attraverso apposita conferenza.

2. La Giunta regionale, sentita la competente commissione consiliare, predispone il regolamento per disciplinare il funzionamento della conferenza di cui al comma 1. Il regolamento individua anche le modalità per la scelta del presidente della conferenza e per la formazione dell’esecutivo, nonché la ponderazione del voto dei sindaci sulla base della loro rappresentanza.".

2. Per la prima costituzione della conferenza dei sindaci, di cui al comma 1, il sindaco del comune capoluogo provvede entro novanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge ad individuare le modalità di convocazione e di primo funzionamento.



Art. 5
Modifica dell’articolo 11 della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10
"Norme per il riordinamento degli enti di edilizia residenziale pubblica" e successive modificazioni

1. L’articolo 11 della legge regionale 9 marzo 1995, n. 10 e successive modificazioni, è così sostituito:

"Art. 11
Direttore generale dell’ATER

1. Il direttore generale:

a) ha la rappresentanza legale dell’Azienda e tutti i poteri di amministrazione della stessa;

b) ha l [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Drain Beton
Sismicad 12

NEWS NORMATIVA

21/9 - Antisismica, no alle semplificazioni per le piccole opere

La Cassazione boccia le norme regionali che consentono di non valutare l’opera nel suo complesso

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea


Profilpas
Capannoni Kopron