Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Bozza non ancora in vigore 05/09/ 2018 n. 1019

Regione Puglia - Modifiche agli articoli 5 e 7 della Legge regionale 30 luglio 2009, n. 14 - Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell'attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale

Legge regionale 19/11/ 2015 n. 33

Regione Puglia - Modifiche alla legge regionale 30 luglio 2009, n. 14 (Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell'attività edilizia ...)

Legge regionale 05/02/ 2013 n. 6

Regione Puglia - “Modifiche e integrazioni all’articolo 5 della legge regionale 30 luglio 2009, n. 14 (Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale), modificata e integrata dalla legge regionale 1° agosto 2011, n. 21 e all’articolo 4 della legge regionale 13 dicembre 2004, n. 23 (Piano Casa)

Legge regionale 30/07/ 2009 n. 14

Regione Puglia - Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale (Piano Casa)

News Correlate

16/12/2014
Regione Puglia, Piano Casa prorogato al 31 dicembre 2015

Pubblicate in Gazzetta le misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia

Legge regionale 05/12/2014 n. 49

(Gazzetta regionale 10/12/2014 n. 169)

Regione Puglia - Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale (Piano Casa)

“Modifiche alla legge regionale 30 luglio 2009, n.14 (Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale)”



IL CONSIGLIO REGIONALE
HA APPROVATO

IL PRESIDENTE
DELLA GIUNTA REGIONALE


PROMULGA
LA SEGUENTE LEGGE:


Art. 1
Modifica all’articolo 7 della
legge regionale 30 luglio 2009, n. 14

1. Al comma 1 dell’articolo 7 della legge regionale 30 luglio 2009, n. 14 (Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale), come modificato dall’articolo 6 della legge regionale 1 agosto 2011, n. 21 e successivamente dall’articolo 12 della legge regionale 7 agosto 2013, n. 26, le parole: “entro il 31 dicembre 2014” sono sostituite dalle seguenti: “entro il 31 dicembre 2015”.


Art. 2
Modifica all’articolo 2 della l.r. 14/2009

1. Alla lettera b) del comma 2 dell’articolo 2 della l.r. 14/2009 le parole: “ai sensi del comma 2 dell’articolo 3”, sono sostituite dalle seguenti: “ai sensi del terzo comma dell’articolo 3”.


Art. 3
Modifiche all’articolo 3 della l.r. 14/2009

1. All’articolo 3 della l.r. 14/2009 sono apportate le seguenti modifiche:
a) al comma 1 le parole: “Possono essere ampliati, nel limite del 20 per cento della volumetria complessiva, e comunque per non oltre 200 m3, gli edifici residenziali, alle condizioni e con le modalità seguenti” sono sostituite dalle seguenti: “Possono essere ampliati, nel limite del 20 per cento della volumetria complessiva, e comunque per non oltre 300 m3, gli edifici residenziali, nonché gli edifici non residenziali, limitatamente a quelli di volumetria massima pari a 500 m3, da destinare per la complessiva volumetria risultante a seguito dell’intervento, a residenza e a usi strettamente connessi con le residenze, ai sensi del terzo comma dell’articolo 3 del decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444, con esclusione degli edifici non residenziali ubicati nelle zone territoriali omogenee D) di cui all’articolo 2 del decreto del Ministro dei lavori pubblici 1444/1968. Gli ampliamenti sono possibili alle condizioni e con le modalità seguenti:”;
b) al comma 1-bis le parole: “L’incremento volumetrico previsto al comma 1 può raggiungere i 350 m3” sono sostituite dalle seguenti: “L’incremento volumetrico previsto al comma 1 può raggiungere i 400 m3”.


Art. 4
Modifiche all’articolo 4 della l.r. 14/2009

1. All’articolo 4 della l.r. 14/2009 sono apportate le seguenti modifiche:
a) al comma 1, dopo le parole: “sono ammessi interventi di demolizione e ricostruzione di edifici residenziali”, sono inserite le seguenti: “e non residenziali”;
b) al comma 4, le parole: “L’incremento volumetrico previsto al comma 3” sono sostituite dalle seguenti: “L’incremento volumetrico previsto dal prese [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Rockwool
Software Topografia

NEWS NORMATIVA

16/11 - Sismabonus, gli ingegneri sismici: ‘potenziare le agevolazioni fiscali’

ISI propone tetti di spesa in base ai metri quadri e bonus per diagnosi sismiche anche senza lavori. Su quest’ultimo punto c’è un emendamento del M5S

16/11 - Antisismica, il Governo valuta incentivi per la verifica statica degli immobili

Accolto un ordine del giorno per la mappatura degli immobili residenziali di edilizia privata e pubblica


Core
Living Now