Carrello 0

Scheda Normativa

Linee Guida 04/04/2012 n. 14/32

(Gazzetta regionale 24/05/2012 n. 23)

Regione Sardegna - Linee guida per i procedimenti di rilascio delle autorizzazioni alla realizzazione e gestione degli impianti di gestione rifiuti con procedura ordinaria

1. Premessa

1.1. Attribuzione delle competenze
1. Il presente documento si pone l’obiettivo di fornire alle autorità competenti in materia di autorizzazione degli impianti di gestione rifiuti le direttive necessarie al fine di procedere a una più spedita e omogenea applicazione della vigente normativa sul territorio regionale.
Appare opportuno, pertanto, riepilogare, in premessa, i diversi riferimenti normativi che, negli ultimi anni, hanno modificato la materia in esame.
2. La legge regionale 12 giugno 2006, n. 9, “Conferimento di funzioni e compiti agli enti locali” ha già individuato, negli articoli 58 e 59, i compiti attribuiti alla Regione, alle Province e ai Comuni, in materia di gestione dei rifiuti.
3. La Regione, al fine di razionalizzare e semplificare le procedure amministrative riguardanti il sistema produttivo con particolare riferimento all’avviamento di nuove attività, ha promosso presso le amministrazioni comunali l’attivazione dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), eventualmente anche in forma associata, con la legge 5 marzo 2008, n. 3, art. 1, commi 16 ÷ 32, successivamente integrata dalla Circolare applicativa di cui alla Deliberazione di Giunta regionale n. 39/55 del 23 settembre 2011, dalla legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, art. 4, comma 5, dalla legge regionale 7 agosto 2009, n. 3, art. 5, comma 21, nonché dalla legge regionale 21 giugno 2010, n.11. Il SUAP è responsabile dei procedimenti amministrativi relativi alle attività economiche e produttive di beni e servizi e dei procedimenti amministrativi inerenti alla realizzazione, al [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
P-Learning
Hormann

NEWS NORMATIVA

24/01 - Decreto Ecobonus, torna il rischio di tagli agli incentivi

Sembra pronto a ripartire l’iter dei massimali di costo a metro quadro. Unicmi prevede perdite per 386 miliardi di euro

24/01 - Costruzioni in zona sismica, in arrivo modifiche al Testo Unico dell’edilizia

Il ddl ‘Semplificazioni’ classifica gli interventi in base al potenziale impatto sulla pubblica incolumità


THERMA V
Internorm