Baltur
Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Documento unico 28/04/ 2006

INGV - Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia - Mappa di pericolosità sismica del territorio nazionale

Ordinanza 20/03/ 2003 n. 3274

Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica (Suppl. Ord. n. 72)

Documento unico

Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile - Mappa di classificazione sismica al 2012

News Correlate

06/06/2019
Sismabonus, tutto quello che c’è da sapere per la dichiarazione dei redditi

Cosa accade in caso di asseverazione tardiva? Si può modificare il numero delle rate? Le risposte dell’Agenzia delle Entrate

09/11/2018
Progettazione antisismica, ai Comuni 24 milioni di euro

Le risorse copriranno la progettazione di 265 interventi di messa in sicurezza antisismica e idrogeologica nelle zone a rischio sismico 1 e 2

09/05/2018
Sicurezza edifici e territorio, in arrivo 55 milioni di euro

Copriranno la progettazione dei lavori di messa in sicurezza antisismica e idrogeologica nei Comuni in zona sismica 1 e 2

29/12/2017
Progettazione antisismica, assegnati i primi 5 milioni di euro

Finanzieranno 60 interventi nei Comuni in zona sismica 1 con meno di 3mila abitanti. Dal prossimo anno fondi anche alla zona 2 e al rischio idrogeologico

26/09/2017
Dall’Agenzia delle Entrate la Guida al sismabonus per case in zona sismica 1

Pubblicato l’aggiornamento del vademecum ai bonus ristrutturazioni e antisismica

31/08/2017
Progettazione antisismica, domande entro il 15 settembre

40 milioni di euro a disposizione dei Comuni in zona sismica 1

08/08/2017
Progettazione antisismica, pronti i 40 milioni di euro

I Comuni in zona sismica 1 possono richiederli entro il 15 settembre

31/05/2017
Sismabonus, in zona 1 incentiverà anche l’acquisto di case antisismiche

Manovrina 2017: l’impresa realizzerà la demolizione e ricostruzione, il bonus per il privato sarà calcolato sul prezzo di vendita e non sul costo dei lavori

25/10/2006
Valori di pericolosità sismica del territorio nazionale

Tabelle scaricabili dal sito dell’Istituto nazionale di geofisica

11/09/2006
Costruzioni in zone sismiche: proposte dalle Regioni

Richiesta la modifica del TU Edilizia per introdurre controlli differenziati in base alla complessità della struttura

05/09/2006
Mappa di pericolosità sismica del territorio nazionale

Disponibili i valori di riferimento, calcolati su una griglia infittita

01/06/2006
Rischi sismici: la nuova mappa diffusa dalla Protezione civile

Territorio nazionale distinto in dodici fasce. Pronte intanto le Linee guida antisismiche per gli immobili vincolati

09/05/2006
Criteri per l’individuazione delle zone sismiche

Regioni e Protezione civile approvano l’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri. Attesa la pubblicazione su GU

Ordinanza 28/04/2006 n. 3519

(Gazzetta ufficiale 11/05/2006 n. 108)

Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri - Criteri generali per l'individuazione delle zone sismiche e per la formazione e l'aggiornamento degli elenchi delle medesime zone

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Visto l'art. 5, comma 3, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, e, in
particolare, l'art. 93, comma 1, lettera g), concernente le funzioni
mantenute allo Stato in materia di criteri generali per
l'individuazione delle zone sismiche e di norme tecniche per le
costruzioni nelle zone medesime, nonche' l'art. 94, comma 2, lettera
a), recante l'attribuzione di funzioni alle regioni in materia di
individuazione delle zone sismiche, formazione e aggiornamento degli
elenchi delle medesime zone;
Vista l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.
3274 del 20 marzo 2003, con la quale sono stati tra l'altro approvati
i «Criteri per l'individuazione delle zone sismiche - individuazione,
formazione e aggiornamento degli elenchi nelle medesime zone», di cui
all'allegato 1 alla medesima ordinanza;
Visto, in particolare, il punto 4, lettera m), del predetto
allegato, con il quale e' stata tra l'altro prefigurata la
predisposizione entro un anno di una nuova mappa di riferimento a
scala nazionale;
Visto il documento elaborato allo scopo dall'Istituto nazionale
di geofisica e vulcanologia;
Visto il parere favorevole formulato dalla Sezione rischio
sismico della Commissione nazionale per la previsione e la
prevenzione dei grandi rischi nella seduta del 6 aprile 2004, nonche'
la preliminare condivisione espressa dai rappresentanti regionali nel
corso di apposita riunione tenutasi a Roma il 19 aprile 2004 e
ribadita nella successiva riunione del 26 luglio 2004;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti del 14 settembre 2005, con il quale sono state approvate le
norme tecniche per le costruzioni;
Visto il decreto del presidente del consiglio superiore dei
lavori pubblici n. 12/RIS/SEGR. del 28 febbraio 2006, con il quale e'
stato istituito un gruppo di lavoro avente fra i suoi obiettivi
l'elaborazione di una proposta di aggiornamento dei primi elementi
riguardanti i criteri generali per la classificazione sismica del
territorio per pervenire ad una articolazione delle zone sismiche
molto piu' puntuale di quella attuale, da sottoporre al parere del
consiglio superiore dei LL.PP.;
Viste le risultanze della riunione del 1° marzo 2006 del predetto
gruppo di lavoro, in cui sono stati proposti i criteri generali da
utilizzare per l'individuazione delle zone sismiche e per la
formazione e l'aggiornamento degli elenchi delle medesime zone,
nonche' la mappa di pericolosita' sismica di riferimento;
Visto il voto espresso dall'assemblea generale del consiglio
superiore dei lavori pubblici nell'adunanza del 10 marzo 2006;
Considerato che occorre, anche nel periodo di cui al comma 2-bis,
dell'art. 5, del decreto legge 28 maggio 2004, n. 136, convertito,
con modificazioni, dalla legge 27 luglio 2004, n. 186, provvedere a
rendere coerenti le disposizioni di cui all'ordinanza del Presidente
del Consiglio dei Ministri n. 3274/2003 con quelle di cui al decreto
del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti del 14 settembre
2005 e che in tale ambito e nei limiti di tempo previsti per la fase
sperimentale di applicazione delle predette norme tecniche potra'
essere opportuno predisporre ulteriori affinamenti del rapporto fra
classificazione sismica e normativa;
Considerata l'esigenza, nelle more dell'espletamento delle
disposizioni di cui all'art. 93, comma 1, lettera g), del decreto
legislativo 31 marzo 1998, n. 112, di fornire alle regioni criteri
generali attinenti alla classificazione sismica;
Sentita la conferenza dei presidenti [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


download
Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Schüco ASE 67 PD
Sofi HC

NEWS NORMATIVA

24/06 - Piano Casa Sardegna, via alla proroga al 31 dicembre 2019

Sei mesi in più per gli interventi di ampliamento, demolizione e ricostruzione

21/06 - Riqualificazione edilizia, energetica e sismica, le novità del ddl ‘Crescita’

Previsti anche concorsi per 80 professionisti tecnici, edilizia scolastica con procedura negoziata fino a 5,5 milioni di euro e Fondo ‘Salva opere’


Antincendio
Baltur