Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Ordinanza 30/07/ 2013 n. 27

Regione Lombardia - Commissario delegato - Rettifiche ed integrazioni dell’ordinanza n. 13 del 20 febbraio 2013 “Criteri e modalità per il riconoscimento dei danni e la concessione dei contributi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione e il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti IGP e DOP e per la delocalizzazione, in relazione agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012”

Ordinanza 19/06/ 2013 n. 19

Regione Lombardia - Commissario delegato - Modifica dei termini di presentazione istanze e rimodulazione finanziaria all’ordinanza n. 13 del 20 febbraio 2013 "Criteri e modalità per il riconoscimento dei danni e la concessione dei contributi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione e il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti IGP e DOP e per la delocalizzazione, in relazione agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012"

Ordinanza 20/02/ 2013 n. 13

Regione Lombardia - Commissario delegato - Criteri e modalità per il riconoscimento dei danni e la concessione dei contributi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione e il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti IGP e DOP e per la delocalizzazione, in relazione agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012

Ordinanza 11/12/2013 n. 33

(Gazzetta regionale 19/12/2013 n. 51)

Regione Lombardia - Commissario delegato per la ricostruzione - Disposizioni relative ai termini di presentazione delle domande di contributo per la ricostruzione privata di cui alla ordinanza commissariale n. 13 del 20 febbraio 2013, come modificata ed integrata dalle ordinanze n. 19 del 19 giugno 2013 e n. 27 del 30 luglio 2013

IL COMMISSARIO DELEGATO

Viste:
• la delibera del Consiglio dei Ministri del 22 maggio 2012, con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza, per la durata di 60 giorni ovvero fino al 21 luglio 2012, in conseguenza dell’evento sismico del 20 maggio 2012 che ha colpito il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova;
• la delibera del Consiglio dei Ministri del 30 maggio 2012, con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza per la durata di 60 giorni ovvero fino al 29 luglio 2012 in conseguenza dell’evento sismico del 29 di maggio 2012 che ha colpito, oltre alle province sopra indicate, la province di Reggio Emilia e Rovigo.

Visto: il d.l. 6 giugno 2012, n. 74 «Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012», pubblicato nella G.U. n. 131 del 7 giugno 2012 e convertito, con modificazioni, dalla legge 1° agosto 2012, n. 122, pubblicata nella G.U. n. 180 del 3 agosto 2012 (in seguito d.l. 74/2012), con il quale:
• lo stato di emergenza, dichiarato con le richiamate delibere del Consiglio dei Ministri del 22 e del 30 maggio 2012, è stato prorogato fino al 31 maggio 2013;
• i Presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto sono stati nominati Commissari delegati per la ricostruzione;
• è stato istituito il Fondo per la ricostruzione delle aree colpite dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012, le cui risorse sono assegnate su apposite contabilità speciali intestate ai Commissari delegati.

Visti altresì:
• il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 luglio 2012 che, in attuazione dell’art.2, comma 2°, del succitato DL 74/2012, ripartisce le risorse del Fondo di cui al punto precedente tra le Regioni interessate;
• il Protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze e i Presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto in qualità di Commissari delegati del 4 ottobre 2012;
• il decreto legge n. 1 del 14 gennaio 2013 recante disposizioni urgenti per il superamento di situazioni di criticità nella gestione dei rifiuti e di taluni fenomeni di inquinamento ambientale convertito con legge n. 11 del 1 febbraio 2013;
• il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 febbraio 2013 riportante l’aggiornamento della misura dei contributi per la ricostruzione nei territori colpiti dagli eventi sismici nel maggio 2012;
• il decreto legge n. 43 del 26 aprile 2013 «Disposizioni urgenti per il rilancio dell’area industriale di Piombino, di contrasto ad emergenze ambientali, in favore delle zone terremotate del maggio 2012 e per accelerare la ricostruzione in Abruzzo e la realizzazione degli interventi per Expo 2015» convertito con modificazioni dalla legge n. 71 del 24 giugno 2013.

Viste le precedenti ordinanze commissariali:
• n. 13 del 20 febbraio 2013 «Criteri e modalità per il riconoscimento dei danni e la concessione dei contributi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione e il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti IGP e DOP e per la delocalizzazione, in relazione agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012»;
• n. 19 del 19 giugno 2013 «Modifica dei termini di presentazione istanze e rimodulazione finanziaria all’ordinanza 13 del 20 febbraio 2013 «Criteri e modalità per il riconoscimento dei danni e la concessione dei contributi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione e il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti IGP e DOP e per la delocalizzazione, in relazione agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012»;
• n. 27 del 30 luglio 2013 «Rettifiche ed integrazioni dell’ordinanza n. 13 del 20 febbraio 2013 Modifica dei termini di presentazione istanze e rimodulazione finanziaria all’ordinanza 13 del 20 febbraio 2013 «Criteri e modalità per il riconoscimento dei danni e la concessione dei contributi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione e il riacquisto di beni
mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti IGP e DOP e per la delocalizzazione, in relazione agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012».

Rilevato che il processo di presentazione delle domande di contributo evidenzia la necessità di un ulteriore lasso temporale e quindi di una proroga dei termini.
Rilevata altresì la necessità di modificare l’ordinanza n. 13 e s.m.i. al fine di permettere una più efficace gestione di alcune casistiche riscontrate quanto alle tempistiche e modalità di affidamento dei lavori in coerenza con l’articolo 3, punto 9, del «Protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze e i
Presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto in qualità di Commissari delegati d [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
DrainBeton
Core

NEWS NORMATIVA

22/11 - Riforma Appalti, RPT: ‘no alla centrale di progettazione, meglio una cabina di regia’

La struttura gestirebbe un fondo di rotazione per finanziare la prima fase della progettazione. Stringono i tempi per ‘smontare e riscrivere’ il Codice

21/11 - Criteri ambientali minimi, come valutare la capacità dei progettisti

Dal Ministero dell’Ambiente chiarimenti su miglioramento delle prestazioni del progetto e utilizzo dei materiali recuperati o riciclati


Planitop Rasa & Ripara
Cronosonic