Mirai
Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Piano urbanistico 09/01/ 2012

Comune di Modena - Piano Operativo Comunale (POC)

Regolamento 09/01/ 2012

Comune di Modena - Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE)

Piano urbanistico 03/02/ 2010

Regione Emilia-Romagna - Piano Territoriale Regionale (PTR)

Piano urbanistico 03/02/ 2010

Regione Emilia-Romagna - Piano Territoriale Paesaggistico Regionale (PTPR)

Legge regionale 30/11/ 2009 n. 23

Regione Emilia Romagna - Norme in materia di tutela e valorizzazione del Paesaggio. Modifica della legge regionale 24 marzo 2000, n. 20 (Disciplina generale sulla tutela e l’uso del territorio) e norme transitorie in merito alla legge regionale 30 ottobre 2008, n. 19 (Norme per la riduzione del rischio sismico)

Piano urbanistico 18/03/ 2009

Provincia di Modena - Il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (P.T.C.P.)

Legge regionale 24/03/ 2000 n. 20

Regione Emilia Romagna - Disciplina generale sulla tutela e l'uso del territorio

Piano urbanistico

Comune di Modena - Piani Urbanistici Attuativi (PUA)

Piano urbanistico 09/01/2012

Comune di Modena - Piano Strutturale Comunale (PSC)

La pianificazione territoriale e urbanistica costituisce funzione fondamentale di governo del Comune volta a tutelare il territorio e a regolarne l'uso ed i processi di trasformazione, attraverso gli appositi strumenti.

Costituiscono Piano Regolatore Generale del Comune l'insieme degli atti di pianificazione disciplinati dalla presente normativa, nonché il quadro conoscitivo, quale riferimento necessario per la definizione degli obiettivi e dei contenuti della pianificazione comunale.

Gli atti di pianificazione sono denominati Piano Strutturale Comunale (PSC), Piano Operativo Comunale (POC), Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE), Piani Urbanistici Attuativi (PUA) e sono caratterizzati ciascuno da propri elementi costitutivi, grafici e normativi.

Nel sistema della pianificazione, ciascun piano disciplina compiutamente la materia di propria competenza, secondo i diversi livelli di approfondimento, previsti dalla legge; particolari oggetti o profili di ciascun piano possano trovare disciplina comune anche in diversi piani, in un rapporto di specificazione o integrazione.

Al Piano Regolatore Generale possono essere conferiti, dal Comune, anche il valore e gli effetti di piani settoriali, ovvero di variante agli stessi, quando ne presenti i contenuti essenziali.

Quando la pianificazione territoriale ed urbanistica abbia recepito e coordinato, dichiarandolo con la deliberazione di approvazione, le prescrizioni relative alla regolazione dell'uso del suolo e delle sue risorse ed i vincoli territoriali, paesaggistici ed ambientali che derivano dai piani sovraordinati, da singoli provvedimenti amministrativi ovvero da previsioni legislative, essa costituisce la carta unica del territorio. Tal [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
NRBH
Orchidea

NEWS NORMATIVA

14/12 - Opere fluviali, possono progettarle solo gli ingegneri?

Dal Consiglio di Stato una panoramica sulle competenze acquisite nei corsi di studio in ingegneria e architettura

13/12 - Progettazione, 90 milioni di euro agli enti locali

Le risorse finanzieranno i progetti di messa in sicurezza degli edifici pubblici. Priorità alle scuole


Living Now
Torggler