Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Regolamento 16/10/ 2013

Consiglio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati - Regolamento per la formazione professionale continua, in attuazione dell’art. 7 del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 23 del 15/12/2013)

Regolamento 05/10/ 2013

Consiglio Nazionale dei Geologi - Regolamento per la formazione professionale continua, in attuazione dell’art. 7 del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 22 del 30/11/2013)

Regolamento 15/09/ 2013

Consiglio Nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori - Regolamento per l’aggiornamento sviluppo professionale continuo in attuazione dell’art. 7 del D.P.R. 7 agosto 2012 n. 137 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 17 del 15/09/2013)

Regolamento 21/06/ 2013

Consiglio Nazionale Ingegneri - Regolamento per l'aggiornamento della competenza professionale degli iscritti agli albi degli ingegneri ex art. 7, comma 3 DPR n. 137/2012 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 13 del 15/07/2013)

Decreto Pres. Repubblica 07/08/ 2012 n. 137

Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali, a norma dell'articolo 3, comma 5, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148

News Correlate

09/12/2013
Formazione continua, pubblicate le regole per i Geologi e gli Agronomi

Dal 1° gennaio 2014, obbligatori almeno 50 crediti per i Geologi e 9 per i dottori Agronomi ogni tre anni

Regolamento 23/10/2013

Consiglio dell’Ordine Nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali – Regolamento per la formazione professionale continua, in attuazione dell’art. 7 del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 22 del 30/11/2013)

IL CONSIGLIO DELL’ORDINE NAZIONALE DEI DOTTORI
AGRONOMI E DEI DOTTORI FORESTALI
- Visti gli art. 57, art. 165 e l’art. 166 del trattato dell’unione europea;
- Vista la direttiva 2005/36/ce del parlamento europeo e del consiglio, del 7 settembre 2005, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali;
- Vista la raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 23 aprile 2008 sulla costituzione del quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente;
- Vista la decisione n. 2241/2004/ce del parlamento europeo e del consiglio del 15 dicembre 2004 relativa ad un quadro comunitario unico per la trasparenza delle qualifiche e delle competenze (europass);
- Visti gli art. 2229 e segg. del codice civile, esercizio delle professioni intellettuali;
- Visto l’art. 13, comma 1, lett. n, della legge 7 gennaio 1976, n. 3 e succ. mod., che prevede che il Consiglio dell’Ordine curi il “perfezionamento tecnico e culturale degli iscritti”;
- Visto l’art. 21 ter, comma 1, lett. f, della legge 7 gennaio 1976, n. 3 e succ. mod., che prevede che la Federazione regionale degli ordini promuova e coordini sul piano regionale “le attività di aggiornamento e di formazione tra gli iscritti agli ordini”;
- Visto l’art. 26, comma 1, lettera b, della legge 7 gennaio 1976, n. 3 e succ. mod., che prevede che il Consiglio dell’Ordine nazionale coordini e promuova “le attività dei Consigli degli Ordini intese al perfezionamento tecnico e culturale degli iscritti”;
- Visto l’art. 13 del Codice deontologico, approvato dal Consiglio dell’Ordine nazionale il 13 giugno 2013, che dispone che “L’iscritto all’Albo, sia singolo, associato o socio, ha il dovere di aggiornarsi costantemente e per tutto il tempo in cui manterrà il proprio status professionale, al fine di garantire un elevato livello qualitativo alla propria attività”;
- Visto il decreto del ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca 22 ottobre 2004, n. 270 “Modifiche al regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei, approvato con decreto del ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509” e i relativi decreti attuativi;
- Visto il decreto legislativo 6 novembre 2007, n. 206, “Attuazione della direttiva 2005/36/ce relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, nonché della direttiva 2006/100/ce che adegua determinate direttive sulla libera circolazione delle persone a seguito dell’adesione di Bulgaria e Romania”;
- Visto l’art. 3, comma 5, lett. b, del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138 e la legge di conversione 14 settembre 2011, n. 148, che sancisce l’obbligo di stabilire percorsi di formazione continua sulla base di appositi regolamenti emanati dai consigli nazionali;
- Visto l’art. 7 del decreto del Presidente della Repubblica, 7 agosto 2012, n. 137, che detta i principi per l’adempimento dell’obbligo di formazione continua;
- Visto il regolamento di formazione permanente adottato dal Consiglio Nazionale con delibera n. 55 del 2 ottobre 2009 ed entrato in vigore il 1 gennaio 2010;
[ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Cappotto Stiferite Class SK
lgbusiness

NEWS NORMATIVA

20/9 - Ascensore in condominio, serve il permesso di costruire?

Tar Lombardia: se installato all’esterno il titolo abilitativo può essere superfluo, ma è richiesto il consenso dell’assemblea

19/9 - Ricostruzione con sagoma diversa, è una nuova costruzione?

La Cassazione spiega il concetto di sagoma di ingombro e l’importanza del rispetto delle distanze tra edifici


D2C
Hencorazzato