Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Circolare 04/12/ 2013

Consiglio Nazionale dei Geologi - Regolamento per la formazione continua, in attuazione dell'art. 7 del DPR 7 agosto 2012, n. 137

Regolamento 23/10/ 2013

Consiglio dell’Ordine Nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali – Regolamento per la formazione professionale continua, in attuazione dell’art. 7 del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 22 del 30/11/2013)

Regolamento 16/10/ 2013

Consiglio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati - Regolamento per la formazione professionale continua, in attuazione dell’art. 7 del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 23 del 15/12/2013)

Regolamento 15/09/ 2013

Consiglio Nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori - Regolamento per l’aggiornamento sviluppo professionale continuo in attuazione dell’art. 7 del D.P.R. 7 agosto 2012 n. 137 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 17 del 15/09/2013)

Regolamento 21/06/ 2013

Consiglio Nazionale Ingegneri - Regolamento per l'aggiornamento della competenza professionale degli iscritti agli albi degli ingegneri ex art. 7, comma 3 DPR n. 137/2012 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 13 del 15/07/2013)

Decreto Pres. Repubblica 07/08/ 2012 n. 137

Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali, a norma dell'articolo 3, comma 5, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148

News Correlate

09/12/2013
Formazione continua, pubblicate le regole per i Geologi e gli Agronomi

Dal 1° gennaio 2014, obbligatori almeno 50 crediti per i Geologi e 9 per i dottori Agronomi ogni tre anni

Regolamento 05/10/2013

Consiglio Nazionale dei Geologi - Regolamento per la formazione professionale continua, in attuazione dell’art. 7 del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137 (Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 22 del 30/11/2013)

Articolo 1.
Principi generali ed oggetto.
1. L’istruzione e la formazione sono un mezzo indispensabile per promuovere la coesione sociale, la cittadinanza attiva, la realizzazione personale e professionale, l’adattabilità e l’occupazione.
L’apprendimento permanente agevola la libera circolazione dei cittadini europei e consente di conseguire gli obiettivi e le aspirazioni tolleranti e democratici). Deve, altresì, consentire a tutti di acquisire le conoscenze necessarie per partecipare come cittadini attivi alla società della conoscenza e al mercato del lavoro (risoluzione
del Consiglio Europeo 2002/C 163/01 del 27 giugno 2002).

2. Il DPR 7 agosto 2012 n° 137, all’articolo 7 - Formazione continua 17– comma 1, prevede espressamente per i professionisti “l’obbligo di curare il continuo e costante aggiornamento della propria competenza professionale”, stabilendo al contempo che “la violazione dell’obbligo” costituisce illecito disciplinare. Pertanto, gli iscritti all’ordine dei geologi devono ottemperare all’obbligo dell’Aggiornamento Professionale Continuo (di seguito “APC”), così come disciplinato dal presente Regolamento. Essi hanno perciò il dovere di curare, aggiornare e sviluppare con continuità le loro conoscenze
tecniche e quelle delle norme correlate, oltre che le proprie competenze, al fine di garantire il corretto esercizio della professione e la corrispondenza del loro lavoro ai più moderni contributi scientifici ed applicativi, nonché la qualità e l’efficienza della prestazione professionale, nell’interesse dell’utente e della collettività.

3. Conformemente ai compiti ed alle attribuzioni che l’art. 7, comma 3, del DPR n. 137 del 7 agosto 2012 attribuisce al Consiglio Nazionale (“CNG”) ed in aderenza con gli universali principi etici e morali richiamati dal Codice deontologico approvato dal CNG,
il presente regolamento definisce le modalità e le condizioni per l’assolvimento dell’obbligo di aggiornamento professionale.


Articolo 2.
Soggetti interessati ed esoneri.
1. L’APC è attività obbligatoria, salvi i casi di esonero previsti dal presente articolo, per tutti gli iscritti all’Albo, come ripartiti nelle sezioni A e B previste dall’art. 40 del DPR n. 328 del 5 giugno 2001, e all’Elenco Speciale di cui all’art. 2 della L. n. 112 del 3 febbraio 1963 (di seguito Albo e Elenco Speciale congiuntamente definiti “Albo Unico Nazionale”).

2. Ogni iscritto sceglie liberamente gli eventi formativi, in relazione con le attività professionali esercitate e nell’ambito delle previsioni di cui ai successivi artt. 4 e 7.

3. L’esonero dall’APC è concesso:
a) nei casi di gravidanza, fino ad un massimo di un anno, salva diversa certificazione del medico specialista, previa presentazione
di una richiesta al Consiglio dell’Ordine Regionale di appartenenza entro trenta giorni dalla data di conoscenza della gravidanza, con allegazione della documentazione medica attestante il periodo di gravidanza;
b) nei casi di maternità o paternità, fino ad un massimo di due anni, previa presentazione di una richiesta al Consiglio dell’Ordine Regionale di appartenenza entro trenta giorni dalla nascita del figlio, con allegazione della documentazione attestante la maternità o paternità;
c) agli iscritti all’Albo Unico Nazionale che, mediante autocertificazione resa ai sensi del DPR n. 445 del 28 dicembre 2000 entro il 31 gennaio del primo anno del triennio di formazione, dichiarino al Consiglio dell’Ordine Regionale di appartenenza di non esercitare attività professionale, in forma libera o dipendente, e si impegnino a non svolgere tale attività nel successivo triennio;
d) nel caso di soggetti che subiscano un intervento chirurgico invalidante, seppur parzialmente e/o temporaneamente, o risultino affetti da malattia grave, previa presentazione di una richiesta al Consiglio dell’Ordine Regionale di appartenenza entro trenta giorni dalla cessazione dell’impedimento, con allegazione della documentazione medica attestante la patologia;
e) nel caso di assenza dall’Italia per un periodo continuativo superiore ad un anno, previa presentazione di una richiesta al Consiglio dell’Ordine Regionale di appartenenza entro trenta giorni dal rientro in Italia, con allegazione della documentazione che attesti il periodo di e [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
Rockwool
New Essence

NEWS NORMATIVA

16/11 - Sismabonus, gli ingegneri sismici: ‘potenziare le agevolazioni fiscali’

ISI propone tetti di spesa in base ai metri quadri e bonus per diagnosi sismiche anche senza lavori. Su quest’ultimo punto c’è un emendamento del M5S

16/11 - Antisismica, il Governo valuta incentivi per la verifica statica degli immobili

Accolto un ordine del giorno per la mappatura degli immobili residenziali di edilizia privata e pubblica


Photo Book
Living Now