Carrello 0

Scheda Normativa

News Correlate

27/03/2014
Non si arresta il consumo di suolo: l’Italia perde 8 mq al secondo

Rapporto ISPRA: in tre anni persa una capacità di ritenzione di 270 milioni di tonnellate d’acqua che, non potendo infiltrarsi nel terreno, va gestita

Relazione 26/03/2014

Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) - Il consumo di suolo in Italia

1. INTRODUZIONE
1.1 Il suolo: una risorsa da tutelare
Il suolo è una risorsa naturale limitata, di fatto non rinnovabile, necessaria non solo per la produzione
alimentare e il supporto alle attività umane, ma anche per la chiusura dei cicli degli elementi nutritivi e
per l’equilibrio della biosfera. È un sottile mezzo poroso e biologicamente attivo, risultato di complessi
e continui fenomeni di interazione tra le attività umane e i processi chimici e fisici che avvengono nella
zona di contatto tra atmosfera, idrosfera, litosfera e biosfera (APAT, 2008; ISPRA, 2013a).
Nella legislazione italiana il suolo è definito come “il territorio, il suolo, il sottosuolo, gli abitati e le
opere infrastrutturali”1 mentre la Strategia tematica per la protezione del suolo, adottata dalla
Commissione Europea nel 2006, definisce più correttamente il suolo come lo strato superiore della
crosta terrestre, costituito da particelle minerali, materia organica, acqua, aria e organismi viventi, che
rappresenta l’interfaccia tra terra, aria e acqua e ospita gran parte della biosfera. Il suolo ci fornisce cibo,
biomassa e materie prime; funge da piattaforma per lo svolgimento delle attività umane; è un elemento
del paesaggio e del patrimonio culturale e svolge un ruolo fondamentale come habitat e come riserva di
patrimonio genetico.
Visti i [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
SIKA MONOTOP-441 UNIKA
Vestis

Edilportale Tour 2019

NEWS NORMATIVA

20/05 - Fattura semplificata, il limite per utilizzarla sale a 400 euro

Professionisti e imprese potranno indicare meno dati su committente, prestazioni e corrispettivi ricevuti in un maggior numero di operazioni

17/05 - Distanze, i limiti potrebbero restare solo per nuove costruzioni e in zone già edificate

Due emendamenti allo Sblocca Cantieri propongono modifiche al DM 1444/68. Approvata la norma che impone di limitare il consumo di suolo in fase di progettazione


WindFree
Surface