Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

Tonachino CALCEVIVA, è un rivestimento minerale a base Grassello di Calce Candor® e inerti selezionati di varia natura e granulometria.
Disponibile per interni ( tipo “I”) e per esterni ( tipo “E”) in 4 diverse granulometrie (Extra Fine - Fine -Medio – Grosso) può essere utilizzato quale finitura bianca o colorata o quale fondo per successive applicazioni di STUCCO COLORATO NATURALE – PITTURA A CALCE – VELATURA e MARMORINO.
L’impiego del Grassello di calce come legante conferisce massima traspirabilità, favorendo la naturale diffusione dell’umidità ambientale attraverso l’intonaco e la muratura; l’elevata basicità della componente minerale, inoltre, contrasta la formazione e proliferazione di muffe e batteri.
Questi elementi, uniti all'assenza di sali idrosolubili e cementi, ne fanno il prodotto ideale per tutte le situazioni costruttive che seguono i dettami della bioedilizia ed il restauro Storico-Architettonico.


Le informazioni riguardanti questo prodotto e l'azienda potrebbero non essere aggiornate.
Approfondimento

IMPIEGO

TONACHINO CALCEVIVA è indicato per rivestimenti di facciate esterne di centri storici in sintonia con la tradizione storica dell’ambiente urbano e rurale nonché per rivestimenti decorativi di ambienti interni. Consente diversi risultati estetici, dai colori caldi e vibranti, in funzione delle differenze cromatiche dei materiali impiegati e del tipo di finitura superficiale, liscia, ruvida o striata.

tonachino

COMPOSIZIONE E DATI TECNICI

Prodotto costituito da puro grassello di calce CL90Q (ottenuto da calce cotta a legna, selezionata e spenta “a umido”, vagliata e stagionata in fossa almeno 24 mesi e infine micronizzata)polveri di inerti calcarei e/o silicei e/o di marmo naturalmente colorati, terre e/o ossidi minerali naturali, in polvere. Solo nel tipo “E”, additivi atti a rinforzare la presa e fissare i coloranti, in misura ≤ 5% (DIN 18363). Speciali paste coloranti, a base di ossidi organici ed inorganici, di provata compatibilità con la calce, esenti da VOC e APEO (composti nocivi alla salute e all’ambiente) sono disponibili per la realizzazione di tinte di cui alla cartella colori.

Granulometrie disponibili:

  • TONACHINO Extra fine 0/0,5 mm
  • TONACHINO Fine: 0/0,7 mm
  • TONACHINO Medio:0/1,2 mm
  • TONACHINO Grosso: 0/1,8 mm

RESA: Varia secondo la tipologia del supporto, ma in media:

  • TONACHINO Extra fine: 11/12 mq per secchio ca.
  • TONACHINO Fine: 8/9 mq per secchio ca.
  • TONACHINO Medio:7/8 mq per secchio ca.
  • TONACHINO Grosso: 6/7 mq per secchio ca.

PERMEABILTA’ AL VAPORE: μ = 11
STATO FISICO: Miscuglio pastoso solido – liquido.
CONFEZIONI: Secchi polietilene rigido con coperchio da 15 lt ca.
MASSA VOLUMICA: 1,7 KG/LT

CICLO APPLICATIVO

TONACHINO COLORATO NATURALE è pronto all’uso; l’eventuale presenza di acqua in superficie è da ritenersi normale. Per la colorazione, prima di versare le PASTE COLORANTI è necessario diminuire leggermente la viscosità del prodotto, miscelandolo con trapano ed apposita girante; introdurre quindi le PASTE come indicato sulla CARTELLA COLORI e miscelare sino a completa omogeneizzazione del colore. Prima di applicare , lasciare riposare per almeno 12 ore.
Per la colorazione con terre e/o ossidi minerali in polvere, occorre prima stemperare in un po’ di acqua pulita il quantitativo di pigmento necessario per ottenere la colorazione desiderata, successivamente setacciare il composto ottenuto al fine di eliminare eventuali grumi che, sotto la pressione della cazzuola americana, creerebbero antiestetiche striature. Mescolare infine con il TONACHINO a mezzo trapano agitatore come descritto ai punti precedenti.

PREPARAZIONE DEL SUPPORTO

Per la sua composizione, TONACHINO COLORATO NATURALE è il naturale complemento di cicli di intonaci a base calce (aerea e/o idraulica naturale) ed è particolarmente indicato per essere applicato direttamente sui nostri MALTA FINA , MALTA BIANCA e RASANTI (GROSSO e MEDIO in funzione della granulometria).
Tali intonaci, porosi e traspiranti , rappresentano il fondo ideale per l’applicazione di TONACHINO che, interagendo chimicamente, creano un corpo unico con essi , prolungando notevolmente la vita della finitura stessa e mantenendo inalterata la traspirabilità del sistema murario.
In presenza di vecchi rivestimenti ( intonaci o pitture sintetiche,intonaci in malta bastarda, premiscelati a base cementizia, calcestruzzo, gesso e cartongesso) in buono stato di conservazione o comunque in presenza di superfici dall’incerta compatibilità con la calce, è necessario ripristinare un giusto grado di ancoraggio ed assorbimento delle stesse, intervenendo con prodotti idonei in funzione della natura del supporto stesso che, comunque, vanno preventivamente verificati con prove in situ.
A seconda dei supporti, quindi, si può intervenire nei modi seguenti:

  • Se costituito da materiale sintetico o comunque non traspirante, è consigliabile isolarsi da esso stendendo una mano di FONDO AGGRAPPANTE , uno speciale fondo a base di polimeri acrilici ed inerti di quarzo formulato per aderire a qualsiasi tipo di superficie e ricreare la ruvidità necessaria per la corretta stesura del TONACHINO.
  • Nel caso di vecchi intonaci o finiture a calce in buono stato di conservazione, si consiglia l’applicazione di primer traspiranti silossanici o ai silicati, oppure semplici umidificazioni con “acqua di calce” (soluzioni di GRASSELLO CANDOR® in acqua con rapporto 1:9-10 o, meglio, acqua prelevata dalla superficie dei vasconi di stagionatura del Grassello).
  • In presenza di vecchi rivestimenti degradati, bisogna valutare il tipo di intervento da effettuare in base allo stato degli stessi. Se in presenza di piccole lacune con rivestimento in fase di distacco, provvederemo ad eliminare tali parti ed eventualmente a consolidare e quindi ripristinare l’intonaco mancante utilizzando idonei consolidanti e riempitivi a spessore. In questo caso ci troveremo di fronte un intonaco rappezzato con diversi gradi di assorbimento; dovremo quindi, onde prevenire antiestetiche macchie, provvedere ad uniformare gli assorbimenti di materiale applicando una o due mani di RASANTE.
  • In presenza di un rivestimento altamente degradato, si provvederà ad eliminarlo interamente evitando metodi troppo invasivi come la sabbiatura a secco, che può comportare l’asportazione dello strato superficiale dell’intonaco, preferendo metodi come la raschiatura e spazzolatura con spazzole vegetali dure. Secondo la natura dell’intonaco scoperto, procedere come ai punti precedenti.
  • In ogni caso le superfici devono presentarsi ben stagionate, prive di umidità di risalita, compatte, prive di polveri ed efflorescenze.
  • Provvedere ad umidificare il supporto con nebulizzazioni o, in climi caldi e ventilati, con abbondanti innaffiature, meglio se effettuate la sera prima.

APPLICAZIONE

Applicare una prima mano di prodotto utilizzando idoneo fratazzo americano in acciaio, attendere che faccia presa e procedere alla seconda mano nelle medesime modalità e, sempre a presa avvenuta, per il tipo extra fine procedere alla lisciatura con l’americana ben affilata, per gli altri tipi procedere con fratazzo di spugna, legno o plastica, secondo l’effetto finale desiderato.

EFFETTI ESTETICI

  • LISCIO E SFUMATO: Questo tipo di effetto si otterrà rasando la seconda mano di prodotto ancora fresco con cazzuola americana in acciaio inox, mantenendo l’attrezzo inclinato a 45° e tirando con l’angolo della americana. La superficie dell’intonaco risulterà liscia al tatto e si noteranno gli effetti mossi e sfumati della lavorazione. La quantità e la qualità delle sfumature dipenderà anche dall’abilità dell’applicatore che curerà di muovere la cazzuola con movimenti irregolari. Questo tipo di applicazione è più indicata utilizzando TONACHINO EXTRA FINE e FINE 
  • SPUGNATO: Questo tipo di finitura si ottiene ripassando la seconda ed ultima mano di prodotto, mentre questa ha cominciato la presa, con fratazzo di spugna, e se si volessero esaltare gli effetti ombreggiati , inumidiremo leggermente la spugna prima dell’uso. La superficie dell’intonaco risulterà leggermente ruvida. E’ l’ideale fondo per l’applicazione successiva di PITTURE , TINTE , VELATURE e, per effetti antichizzati puntinati tipo encausto mantovano, di MARMORINO CALCEVIVA. Questo tipo di applicazione è più indicata utilizzando TONACHINO FINE –MEDIO - GROSSO. 
  • FRACASSATO: Questo tipo di finitura si ottiene ripassando la seconda ed ultima mano di prodotto, mentre questa ha cominciato la presa, con fratazzo di legno; la superficie dell’intonaco risulterà “graffiata”. E’ ideale quale fondo di aggrappo per l’applicazione degli STUCCHI CALCEVIVA. Questo tipo di applicazione è più indicata utilizzando TONACHINO FINE –MEDIO.

AVVERTENZE

  • E’ consigliabile effettuare prove preventive di compatibilità con i supporti.
  • Evitare di applicare il prodotto in giornate piovose o su superfici surriscaldate dal sole o esposte a forti venti.
  • È consigliabile operare a temperature comprese tra i 5 ed i 30 °C.
  • Conservare gli imballi al riparo dal gelo (minimo + 5 gradi C.)
  • Per evitare che possano riconoscersi le riprese, più evidenti su tinte forti, è necessario interrompere la lavorazione in corrispondenza di fasce marcapiano o di spigoli. Prevedere quindi, in base all’estensione della superficie, un numero adeguato di applicatori.
  • Per ottenere un risultato cromaticamente più uniforme, si consiglia la colorazione di TONACHINO in unica miscelazione.
  • Non mescolare con altri materiali come cemento, additivi chimici, antigelo ed altre sostanze in genere.
  • E’ sempre consigliabile effettuare preliminarmente campionature di prova, sia per verificare la compatibilità con i vari tipi di supporto, che per valutare copertura, colore e resa.
  • APPLICAZIONI ALL’ESTERNO: per la particolare composizione minerale e naturalmente traspirante, TONACHINO, nei primi giorni successivi all’applicazione è sensibile a pioggia battente e ai “ruscellamenti” da elementi aggettanti (stipiti, mappette, ecc...) specie se sprovvisti di gocciolatoi, provocando dilavamenti e decolorazioni anche irreversibili. Pertanto, prima dell’applicazione del prodotto, è necessario controllare, sigillare ed idrofobizzare tali elementi.Valutare inoltre l’opportunità di proteggere la facciata per i primi giorni dall’applicazione con idonee visiere parapioggia. A superficie asciutta, infine, è consigliabile l’applicazione di protettivi idrofobizzanti traspiranti.

CAPITOLATO

Applicazione del rivestimento minerale per facciate interne o esternea base di Grassello di calce Candor® tipo TONACHINO NATURALE di CALCEVIVA. Il prodotto sarà applicato in due mani, con spatola americana in acciaio inoxsecondo le prescrizioni della casa produttrice.

Per mq €……………………………………

Il prezzo comprende e compensa ogni onere per dare il lavoro finito a regola d'arte.
Sono esclusi eventuali ponteggi o attrezzature mobili necessari per l’accesso al posto di lavoro e l’esecuzione.


CERTIFICAZIONI

Prodotto certificato ANAB - ICEA di compatibilità agli standard della BIOEDILIZIA.

grassello di calce

grassello di calce

Produttore

Calceviva

Tonachino colorato naturale
Intonaco a base di calce idraulica e idrata
  • 72015 FASANO (BR) Italia
  • S.S.16 KM 855 + 500
  • Tel: 080 4420880
  • Fax: 080 4420883
Altri prodotti Calceviva
x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati
)