Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

Frami 300 è la cassaforma a telaio leggera, movimentabile a mano. Il telaio in acciaio zincato e il pannello fenolico multistrato garantiscono l’alto standard qualitativo dei prodotti Doka.
Frami 300 sposa la maneggevolezza e velocità della movimentazione manuale con la produttività e la qualità delle superfici in calcestruzzo della cassaforma a telaio.
La sua flessibilità consente di realizzare ogni tipologia di applicazione, dalle pareti, ai pilastri, alle fondazioni, e ne fa il sistema ideale per i cantieri di edilizia residenziale, tipo ville mono e bifamiliari, e per i lavori ristrutturazione.
Frami 300, sviluppato appositamente per soddisfare le esigenze del mercato italiano e realizzare pareti con altezza 3,00 m in un solo getto, dispone anche di formati da 1,50 e 1,20 m di altezza, che ne completano la gamma.
Come tutti i sistemi Doka, dispone di una serie di accessori per la sicurezza, quali mensole e parapetti, che riducono i rischi per gli operatori durante le diverse fasi di lavorazione.


Le informazioni riguardanti questo prodotto e l'azienda potrebbero non essere aggiornate.
Approfondimento
Frami 300 - COMPOSIZIONE 
  • Telaio in acciaio di alta qualità con zincatura a caldo, per una lunga durata degli elementi e una resistenza costante nel tempo.
  • Pannello fenolico multistrato in legno di betulla.
  • Pressione del calcestruzzo fresco ammessa: fino a 60kN/m² (6 ton/m²)

Frami 300 - FORMATI 
  • Massima flessibilità, grazie a 5 larghezze di elementi: da 30 a 90 cm, a passo di 15 cm.
  • Combinabile con tutti gli elementi Frami con altezza 1,20 e 1,50 m, nonché angoli esterni e interni a cerniera o fissi, in qualsiasi combinazione.

Elemento Universale

  • Gli elementi universali (larghezza 75 cm), grazie ai fori distribuiti lungo i profili del telaio, consentono di realizzare angoli e pilastri a passo di 5 cm.
  • Sezione pilastro fino a 65 x 65 cm.
  • Pressione del calcestruzzo fresco ammessa: fino a 80 kN/m².


Frami 300 è la cassaforma a telaio leggera, movimentabile a mano, che risolve ogni esigenza di casseratura in spazi ridotti e / o senza mezzi di sollevamento.

Particolarmente adatta anche per:

  • rinforzo di strutture esistenti
  • risanamento di strutture in cemento armato
  • realizzazione di pareti in caso di solai già esistenti
  • spondine per solai
  • travi ribassate perimetrali e centrali

Realizzazione di pareti a sostegno di pilastri preesistenti Trave ribassata perimetrale  Trave ribassata centrale


Accessoristica completa

Frami 300 dispone di tutti gli accessori necessari per realizzare agevolmente qualsiasi forma, velocizzando i processi lavorativi:
  • per compensazioni in lunghezza:
    • morsetti e lamiere
  • per angoli da 60° fino a 135°:
    • angoli rigidi e a cerniera
  • per chiusure di testa:
    • rotaie di fissaggio
  • per pareti circolari:
    • lamiere per tondo
  • per ”muretti” h max 1,20 m, senza fori d’ancoraggi
    • squadretta a nastro perforata
  • per pilastri con sezione fino a 65 x 65 cm:
    • elementi universali
  • sistemi di trasporto e stoccaggio ottimizzati

Cassaforma circolare con lamiera per tondo Frami

Esempio di parete circolare con lamiera per tondo Frami


Movimentabile a mano

L’ergonomia (maniglie) e il peso contenuto degli elementi Frami 300 ne consentono la movimentazione e la messa in opera manuale, senza l’ausilio della gru.
Nei cantieri con spazi ristretti e in assenza di mezzi di sollevamento, Frami 300 diventa la soluzione ideale.


Dispositivi per la sicurezza

Il sistema Frami 300 prevede tutti i dispositivi necessari per consentire agli operatori di lavorare in sicurezza, durante tutti i processi di messa in opera, getto e disarmo, quali:
  • puntelli di piombatura
  • puntellazione di sostegno
  • mensole
  • parapetti di protezione
Produttore

Doka Italia

Frami 300
Cassaforma a telaio leggera e movimentabile a mano
  • 20060 Colturano (MI) Italia
  • Strada Provinciale Cerca, 23
  • Tel: +39 02 982761
  • Fax: +39 02 98237577
Altri prodotti Doka Italia
x Sondaggi Edilportale
Ristrutturare il patrimonio edilizio, quanto contano le detrazioni fiscali? Partecipa