Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

IDEAL JOINT SYSTEM® è un sistema brevettato di giunti di costruzione bidirezionali per pavimenti in calcestruzzo, completo di manicotti in pvc bidirezionali, barrotti metallici, staffe di ancoraggio e correttino d’armatura. E' un sistema studiato e disegnato per ripartire in maniera ottimale il trasferimento dei carichi tra piastre adiacenti di cls che separano porzioni di pavimento realizzate in periodi diversi, facilitandone i movimenti trasversali e paralleli. E' particolarmente indicato per le pavimentazioni interne di spazi di movimentazione soggetti a traffico di carrelli elevatori e transpallet (particolarmente distruttivi per i normali giunti). IDEAL JOINT SYSTEM® è impiegato con successo anche nei pavimenti con riscaldamento radiante e nelle pavimentazioni esterne, che possono essere rese più resistenti alle escursioni termiche e all’aggressione degli agenti atmosferici mediante l’inserimento di strisce in polietilene espanso e la zincatura delle componenti metalliche.


Maggiori informazioni del produttore su IDEAL JOINT SYSTEM®

Approfondimento
Problematiche dei giunti tradizionali
Cosa sono i giunti di costruzione
I giunti di costruzione sono soluzioni di continuità all’interno delle pavimentazioni in calcestruzzo, che separano porzioni di pavimento realizzate in periodi diversi. I giunti di costruzione non sono semplici “riprese di getto”; gli operatori sanno quanta manutenzione richiedano questi elementi, ritenuti a livello mondiale il tallone d’Achille di tutte le piastre di calcestruzzo (strade, ponti, aeroporti, piazzali e pavimenti industriali). Due piastre adiacenti, infatti, pur deformandosi in modo diverso, devono consentire il trasferimento delle tensioni da flessione innescate dai carichi d’esercizio, per limitare il degrado dei bordi causato dai microurti dovuti ai cicli di carico e ai passaggi. In sostanza, il giunto deve consentire il libero espletamento delle traslazioni relative orizzontali in direzione ortogonale al piano del giunto, che, in genere, sono causate da dilatazioni o contrazioni termiche o da contrazioni di ritiro igrometrico del pavimento, ma deve anche impedire che si verifichino traslazioni relative in direzione verticale e rotazioni relative tra le due porzioni del pavimento.

La figura 1 riassume gli spostamenti relativi, tra due porzioni di pavimento, che un giunto deve consentire, e quelli che invece debbono essere impediti.
I metodi per realizzare un giunto di costruzione
Il sistema più utilizzato fino ad oggi, per realizzare i giunti di costruzione, era quello che va sotto il nome di “giunto a bielle” o “a barrotti”. Esso consiste nell’introdurre, tra due lastre di pavimentazione gettate in tempi diversi, una serie di barre metalliche orizzontali tra loro parallele e ortogonali al piano del giunto, alle quali è devoluto il compito di trasferire le sollecitazioni e impedire i movimenti relativi non consentiti. La realizzazione corretta di un giunto a bielle comporta l’esecuzione di una serie di operazioni che, pur non essendo molto complesse, richiedono una certa attenzione. Spesso per mancanza di cura o di tempo, o anche perchè la realizzazione dei giunti non sempre viene adeguatamente remunerata, vengono commessi degli errori che possono provocare l’insorgere di gravi difetti nel pavimento. La prima operazione, che di norma non viene correttamente eseguita, riguarda la realizzazione di un cassero di contenimento a tutto spessore, che viene sostituito da un cassero parziale, che, più che da elemento di contenimento del calcestruzzo, funge da livello di riferimento per le quote dei getti. In pratica si preferisce, il più delle volte, appoggiare i barrotti a un cordolo di calcestruzzo asciutto e disporre, sopra di essi, un cassero parziale costituito da una tavola di legno (figura 5).
La posizione della rete elettrosaldata
Un ulteriore errore, che viene di sovente commesso, è quello di disporre la rete metallica in modo da renderla passante attraverso il giunto di costruzione (si veda, ad esempio, la figura 8-a). In questo modo la rete si oppone ai movimenti traslatori, che dovrebbero invece essere consentiti dal giunto, provocando l’innesco di ulteriori lesioni.
È noto, inoltre, che la rete, per assolvere correttamente al proprio compito, dovrebbe essere posta a 1/3 dello spessore del pavimento, misurato dal ciglio superiore dello stesso (figura 8-b).
Il brevetto Ideal Work
Il giunto di costruzione Ideal Work: "il giunto che scorre"
IDEAL WORK presenta ai progettisti e ai costruttori di pavimenti il proprio sistema brevettato di giunto prefabbricato in acciaio: IDEAL JOINT SYSTEM® , appositamente studiato e disegnato per offrire ai progettisti un moderno e scientifico sistema per riprendere il trasferimento dei carichi tra le piastre di calcestruzzo, e ai costruttori una posa in opera semplice e poco costosa.
La ricerca IDEAL WORK per mettere a punto un sistema che desse sufficienti garanzie al progettista e risultasse di facile applicazione per il costruttore, è iniziata dai riscontri su pavimenti danneggiati e dallo studio di esperienze maturate in altri Paesi, all'avanguardia nella progettazione e nella realizzazione dei pavimenti in calcestruzzo. La soluzione individuata, denominata IDEAL JOINT SYSTEM®, facilita i movimenti della piastra di calcestruzzo, trasversali e paralleli al giunto, consentendo i ritiri della piastra nei due sensi e riducendo il numero e l'ampiezza delle fessure.
In sintesi le caratteristiche essenziali del sistema sono:
- La capacità di riprendere i movimenti nei due sensi, non opponendosi alle contrazioni da ritiro;
- La capacità di riprendere i movimenti verticali differenziati tra due piastre adiacenti;
- L'impiego del profilo in acciaio per supportare l'impronta delle ruote dei carrelli durante il loro passaggio e per mantenere protetta la distanza tra le due piastre.
Come funziona
IDEAL JOINT SYSTEM® rende estremamente semplice qualcosa che in realtà è molto complicato. Il sistema a barrotti non permette alle due lastre di muoversi in maniera “bidirezionale” e questo causa grossi problemi in fase sia di progettazione, sia di realizzazione (vedi figura 16a-b). Il raccordo in PVC è la chiave del sistema Ideal Work. Esso infatti funge da assemblaggio per le due sbarre, da incastro per il manicotto ovoidale e da innesto e guida per il barotto metallico. Una volta che il calcestruzzo è indurito, quando cominciano le tensioni per effetto dello stesso, il raccordo in PVC si rompe (figura 14a-b) lasciando il giunto libero di “aprirsi”. Il movimento viene completato quando, in seguito a movimento laterale, le bandelle in plastica all’interno del manicotto in PVC cedono e lasciano al barrotto lo spazio per muoversi orizzontalmente (figura15a-b).
Perchè il PVC
Per una perfetta corrispondenza tra progettazione e lavoro finito, è necessario eliminare tutti i possibili rischi legati alla posa. Più facile è la posa, meno sono i rischi di errori e dimenticanze. La scelta di usare il PVC per tutte le parti di assemblaggio è dettata proprio da questa esigenza: molti giunti artigianali prodotti direttamente dai posatori o da officine meccaniche, oltre a non lavorare correttamente (vedi tabella di confronto con altri metodi) in molti casi, a causa di errori di progettazione o di dimenticanze dei posatori, possono causare gravi danni.
Come è possibile osservare nelle figure 17 a-b, in caso di assemblaggi metallici, se il posatore dimentica una o tutte le viti, il giunto non lavora e si creano delle fessurazioni. In altri casi, i giunti artigianali non sono progettati e realizzati adeguatamente; ad esempio, i barrotti vengono fissati al giunto mediante saldatura. La mancata ortogonalità dei barrotti può essere causa dei problemi evidenziati nelle figure 6 e 17a. Il PVC elimina tutti questi problemi e il posatore non deve preoccuparsi di togliere viti, allentare manicotti o eliminare altri sistemi di bloccaggio. Il progettista a sua volta non deve preoccuparsi di controllare l’opera dei posatori.
La rete elettrosaldata
Per quanto riguarda il problema del posizionamento della rete elettrosaldata, tipico dei giunti classici, IDEAL JOINT SYSTEM® è dimensionato in modo che, se la rete elettrosaldata viene posata sopra le staffe di ancoraggio (vedi figura 18) essa verrà a trovarsi esattamente sul 1/3 superiore del getto, come prescritto dalla letteratura sulle pavimentazioni in calcestruzzo.
Campi di applicazione
IDEAL JOINT SYSTEM® è particolarmente indicato per le pavimentazioni soggette a traffico di carrelli elevatori e transpallet. In particolare, le ruote di questi ultimi risultano altamente distruttive se il giunto non è adeguatamente progettato e realizzato (Figura 2). Principali campi di applicazione:
- Pavimentazioni industriali
- Industrie pesanti
-Logistica
- Padiglioni fieristici
- Centri di distribuzione
- Centri commerciali e Ipermercati
- Aereoporti
- Piazzali esterni
- Banchine portuali
Pavimentazioni interne riscaldate
IDEAL JOINT SYSTEM® può essere impiegato anche per creare in maniera corretta i giunti tra due porzioni di pavimento con riscaldamento radiante (riscaldamento “a pavimento”, figura 19).
Pavimentazioni esterne
Le pavimentazioni esterne hanno esigenze diverse da quelle interne, esse infatti sono soggette a forti escursioni termiche e alle intemperie (acqua, neve, ghiaccio). In particolare il delta termico crea delle dilatazioni che, se non sono assorbite correttamente dai giunti di costruzione, possono danneggiare il pavimento. Due porzioni di pavimento possono infatti comprimersi e sfregarsi una contro l’altra, creando delle “sbrecciature” (figura 20b-c).
IDEAL JOINT SYSTEM® offre la possibilità ai progettisti di prevedere e quindi assorbire la dilatazione, mediante l’inserimento di due strisce di polietilene espanso, a spessore variabile, tra le due “spalle” del giunto (figura 20a). E’ inoltre possibile richiedere la zincatura delle parti metalliche (esclusi i barrotti), per una migliore protezione dagli agenti esterni.
Produttore

IDEAL WORK

IDEAL JOINT SYSTEM®
Sistema brevettato di giunti di costruzione
  • 31030 Vallà di Riese Pio X (TV) Italia
  • V. Kennedy, 52
  • Tel: +39 0423 4535
  • Fax: +39 0423 748429
  • vai al sito web
Contatta direttamente IDEAL WORK
Altri prodotti IDEAL WORK
x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati
)